Nord Italia, l'Emilia Romagna fa il pieno di contributi

Mentre in Lombardia vengono stanziati 3,4 milioni per i danni da fitopatie sui frutteti, in Emilia Romagna arriva una pioggia di contributi fra danni da siccità e gelo, bando giovani e contributi per la bieticoltura

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

banconote-soldi-euro-by-wolfilser-fotolia-750.jpeg

Fiume di contributi in Emilia Romagna, in particolare per i giovani e la bieticoltura
Fonte foto: © Wolfilser - Fotolia

Pieno di contributi per l'Emilia Romagna, che mette a disposizione risorse per la siccità 2017 e le gelate dell'aprile scorso, oltre 34 milioni di fondi Psr per i giovani e ottiene risorse per la bieticoltura. In Lombardia via libera agli aiuti per i danni da fitopatie
 

Lombardia

Psr, 3,4 milioni di euro per i danni ad aziende ortofrutticole e florovivaistiche
La Regione Lombardia ha elaborato, nell’ambito del Psr, la graduatoria dei beneficiari dell’operazione che finanzia gli investimenti finalizzati alla prevenzione dei danni da fitopatie. Gli interventi per limitare le popolazioni degli organismi nocivi saranno eseguiti nel rispetto dell’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, privilegiando i metodi non chimici. “Abbiamo destinato 3,4 milioni di euro a 87 imprese agricole lombardo del comparto ortofrutticolo e del comparto vivaistico – sottolinea l’assessore all’Agricoltura Fabio Rolfisi tratta di un investimento in ricerca e prevenzione per evitare danni alle piante soprattutto in un momento storico in cui i coleotteri asiatici stanno creando seri problemi agli agricoltori”. “Grazie a questi contributi, le aziende potranno dotarsi di strutture di protezione e acquistare materiali, trappole o attrezzature per favorirne la realizzazione. Dopo aver destinato fondi per ristorare le aziende danneggiate dai coleotteri era giusto investire anche in prevenzione”.
 

Emilia Romagna

Giovani, al via il bando Psr 2018 da 34 milioni
La Regione Emilia Romagna rilancia sui giovani in agricoltura. La giunta, dopo aver dato il via libera al bando 2017 per i neo-imprenditori, mette sul piatto altri 34 milioni di euro di fondi Psr per il ricambio generazionale in campagna. Le domande possono essere presentate a partire dai prossimi giorni fino al 29 ottobre. “Il ricambio generazionale è una delle sfide più importanti da affrontare per garantire un futuro alla nostra agricoltura – sottolinea Simona Caselli i giovani, con la loro carica innovativa, possono dare un contributo fondamentale al rilancio del settore, che dopo molto tempo sta tornando a essere attrattivo per le nuove generazioni". Il budget di 34 milioni è ripartito fra 19,6 milioni per il primo insediamento, mentre 14,3 milioni per i piani di sviluppo aziendale con sostegni per la costruzione e ristrutturazione di immobili a uso produttivo, acquisto di macchinari e attrezzature, interventi di miglioramento fondiario.

Danni per siccità e gelate, 1,8 milioni per le imprese
E’ di circa 1,8 milioni il fondo per indennizzare le imprese dai danni creati dalla siccità nel 2017 e dalle gelate lo scorso aprile. La Regione si è immediatamente mobilitata dopo che è stato approvato dalla Conferenza delle Regioni un finanziamento di 15 milioni dal Fondo di solidarietà nazionale. “Sono risorse fondamentali per far ripartire un settore, come quello agricolo, indebolito dai cambiamenti climatici – sottolinea Stefano Bonacciniè più che mai necessario il sostegno alla ripresa e al rilancio della nostra agricoltura. Servirebbe di più rispetto ai danni provocati, ma è già un segnale importante di sostegno alle imprese, per non sentirsi più sole rispetto a eventi così avversi”.

Bieticoltura, 22 milioni di aiuti per il settore
A sostegno delle coltivazioni di barbabietole vanno oltre 22 milioni di euro, con un incremento del 35%. Forte risonanza del provvedimento in Emilia Romagna, dove si concentra buona parte della produzione nazionale. “Si tratta di un provvedimento molto atteso dal settore, per il quale la Regione si è fortemente impegnata – sottolinea l’assessore Caselli – e che scongiura il rischio della scomparsa di un comparto produttivo strategico, sia dal punto di vista agricolo che industriale. Gran parte di questi benefici ricadranno sulla nostra regione. Non dimentichiamoci che in Emilia Romagna sono tutt’oggi coltivati circa i due terzi della superficie complessiva nazionale a barbabietole da zucchero e sono presenti due dei tre zuccherifici italiani rimasti in attività, tra cui il più grande gestito dalla cooperativa Coprob”.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: giovani psr bieticoltura siccità

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.479 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner