Cleanclaster: la soluzione ai problemi di diserbo

Il coadiuvante di Euro Tsa da utilizzare in miscela con i prodotti a base di glifosate permette di ridurre sino al 50% le dosi riportate in etichetta

Info aziende
cleanclaster-fonte-euro-tsa.png

Cleanclaster si impiega alla dose di 1-1,5 l/ha

Al momento della semina, l'obiettivo principale è quello di avere un letto di semina privo di erbe infestanti.
La proposta di Euro Tsa per raggiungere questo obiettivo si chiama Cleanclaster.

Cleanclaster è l'unico coadiuvante per erbicidi sistemici a base di magnesio fosfonato 36.6% (=478.2 g/l - Autorizzazione del ministero della Salute n. 16208 del 12.01.2018) da utilizzare in miscela con i prodotti a base di glifosate che permette di ridurre sino al 50% le dosi ripotate in etichetta.

Cleanclaster è un coadiuvante fondamentale da aggiungere ai prodotti a base di glifosate in quanto grazie alla presenza del magnesio permette di rendere l'infestante maggiormente sensibile e soprattutto il fosfonato diventa un carrier che porta meglio all'interno dell'infestante il glifosate e lo trasloca fino alle radici.
Cleanclaster, grazie a questa particolare attività, permette di rendere anche le infestanti più difficili nuovamente sensibili al glifosate.

Cleanclaster si impiega alla dose di 1-1,5 l/ha riducendo fino al 50% le dosi dei formulati a base di glifosate e glufosinate ammonio riportate in etichetta (vedi tabella esemplificativa sull'utilizzo di Cleanclaster).

Cleanclaster apporta una serie di benefici al diserbo a base di glifosate:
  • migliora la penetrazione della sostanza attiva nell'infestante;
  • migliora la traslocazione del glifosate in senso basipeto e acropeto;
  • aumentare l'efficacia dell'erbicida dei confronti delle infestanti di difficile controllo quali: Malva, Oxalis, Gramigna, Ortica, Convolvolo ecc.;
  • riduce le dosi dei prodotti a base di glifosate sino al 50% di quanto indicato in etichetta;
  • migliora la prontezza d'azione erbicida anche a basse temperature;
  • acidifica la soluzione (indicato per le acque dure e per ridurre il fenomeno della deionizzazione delle sostanze attive);

Come impiegare correttamente Cleanclaster:
Tabella dosaggio Cleanclaster

Si consiglia di inserire sempre per primo Cleanclaster nella botte e di non miscelare con prodotti a reazione alcalina e/o contenenti calcio.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 189.627 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner