Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Una gamma in continua espansione

Il catalogo antioidici per la vite di Syngenta si amplia, presentando prodotti fra loro complementari, come quelli della linea Topas, della linea Tiovit, di Score e di Cidely

Info aziende
vigneto-viti-uva-da-vino-filari-IMG_5149-667x500-cs-.jpg

La gamma antioidici Syngenta per la difesa della vite
Fonte foto: Cristiano Spadoni

Cinque lettere, cinque prodotti, una sola linea, quella che porta il nome Topas, da oltre 25 anni riferimento tecnico nella lotta all'oidio delle colture agrarie.
Ma anche Cidely, a base di ciflufenamide, e Score 10 WG, contenente difenoconazolo. Infine la linea Tiovit, per chi preferisca affidarsi allo zolfo puro.

Nella già vasta gamma Syngenta di antioidici, la linea Topas si arricchisce oggi di ulteriori due elementi, ovvero Topas 33 SC e Topas 2.5 WG, i quali vanno così ad affiancare i già esistenti Topas 10 EC, Topas 200 EW e Topas Combi.

La sostanza attiva alla base della linea è penconazole, triazolo presente nei diversi formulati a differenti concentrazioni, affiancato però dallo zolfo in Topas Combi, riferimento tecnico soprattutto nella difesa della vite e formulato in una pratica sospensione concentrata. Medesima formulazione per Topas 33 SC, mentre Topas 2.5 WG, Topas 10 EC e Topas 200 EW sono formulati rispettivamente come granulare ad alta solubilità, concentrato emulsionabile ed emulsione concentrata.  Forte di una elevata flessibilità d'impiego, la gamma Topas rappresenta quindi un'offerta di concentrazioni, usi e formulazioni che copre ogni esigenza aziendale lungo tutta la penisola.

Ma come detto la gamma di antioidici Syngenta non è ovviamente basata solo sui prodotti della linea Topas. Il controllo dell'oidio, indipendentemente dalla coltura in questione, necessita di un approccio tecnico articolato su programmi razionali e congeniati in modo da alternare prodotti con differenti caratteristiche e modi d'azione. Proprio in tal senso Syngenta propone anche Cidely e Score. Il primo è un antiodico a base di ciflufenamid che agisce nei confronti dell'oidio attraverso tre diverse modalità, sfruttando soprattutto una spiccata attività preventiva, integrata da una valida azione curativa nelle fasi iniziali delle infezioni. Un'efficacia esaltata anche dalla sua azione in fase di vapore che consente al prodotto di raggiungere anche le superfici vegetali non raggiunte al momento del trattamento.

In considerazione delle sue caratteristiche, Cidely va impiegato prima della comparsa dei primi sintomi visibili su foglie e grappoli, fornendo un'efficacia elevata e costante nel controllo dell'oidio nelle varie situazioni di campo. Il suo momento ideale di impiego su vite è fra la fase di acino pepe e quella di pre-chiusura grappolo, coprendo ottimamente la fase di ingrossamento degli acini con due applicazioni eseguite a distanza di 10-12 giorni.

Score 10 WG propone invece un inibitore della sintesi degli steroli, il difenoconazolo, il quale oltre ad essere efficace su oidio presenta anche elevata azione su Black Rot, ovvero il marciume nero, patologia di primaria importanza in diversi areali viticoli italiani.

Infine Tiovit L, formulato liquido a base di zolfo che si va ad affiancare al già esistente Tiovit Jet. Ai microgranuli idrodispersibili di quest'ultimo, si può in tal modo contare anche su una pratica emulsione concentrata.
 

Programmi affidabili ed efficaci

Soprattutto nei momenti più delicati per la coltura contro l'oidio, Cidely e Score 10 WG si innestano perfettamente nei programmi di difesa della vite andando a seguire l'azione dei prodotti della linea Topas, i quali grazie alla loro spiccata sistemia garantiscono un'attività preventiva, curativa ed eradicante nelle fasi di maggior accrescimento della chioma della coltura, ovvero quelli iniziali fino a fine fioritura.

A seguire, soprattutto nella stagione estiva, possono invece risultare efficaci i trattamenti con lo zolfo della gamma Tiovit, atti ad accompagnare la coltura alla vendemmia permettendole anche di presentarsi in cantina con un profilo residuale ottimale.

Fonte: Syngenta

Tag: vite oidio

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 17 maggio a 139.528 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy