Vigneti in Emilia-Romagna, bando da oltre 13 milioni

Ristrutturazione dei vigneti, meccanizzazione, miglioramento delle tecniche di coltivazione e riconversioni per i vini di maggior pregio enologico e commerciale. Le domande sono da presentare online sulla piattaforma Agrea fino al 31 maggio 2021

vigneti-vigneto-vigne-vigna-by-luckybusiness-adobe-stock-750x311.jpeg

Il bando fa riferimento alla campagna 2021-2022 (Foto di archivio)
Fonte foto: © luckybusiness - Adobe Stock

Una via Emilia costellata di vigneti sempre più sostenibili per garantire produzioni di qualità, in particolare sulle identità Dop e Igp, e una forte competitività delle aziende vitivinicole regionali.

Il nuovo bando varato dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna ha proprio questo obiettivo. Un bando che stanzia 13 milioni 259mila euro di risorse europee, nell'ambito dell'Ocm vino, per la ristrutturazione dei vigneti e il miglioramento delle tecniche di coltivazione, mediante il ricorso alla meccanizzazione delle operazioni e all'inserimento di moderni sistemi di irrigazione per produrre uve destinate a vini a Denominazione di origine o Indicazione geografica.

"L'ammodernamento dei vigneti è un aspetto fondamentale dei nostri interventi in agricoltura" ha spiegato l'assessore regionale all'Agricoltura Alessio Mammi. "Ogni anno destiniamo a questa attività la metà delle risorse previste da Bruxelles all'Emilia-Romagna per il settore vino. Consente alla filiera del vino regionale di adeguarsi ai nuovi orientamenti del mercato e dei consumatori, nonché ai viticoltori di migliorare la sostenibilità ambientale dei propri vigneti, riducendo al contempo i costi di produzione e migliorando la loro competitività nel settore".

L'intervento rientra nella misura comunitaria "Ristrutturazione vigneti", sulla base della quale il Governo ha emesso un decreto nazionale recepito e integrato dalla Regione Emilia-Romagna con le proprie scelte, legate alla specificità del territorio e delle sue produzioni, e alle richieste della filiera vitivinicola.

Le domande devono essere presentate online sulla piattaforma Agrea dalle aziende interessate fino al 31 maggio 2021. Ma su richiesta delle regioni, in questi giorni è atteso un decreto da parte del Mipaaf per consentire la proroga della data di scadenza.


Il bando nel dettaglio

Le risorse a disposizione delle imprese andranno a finanziare l'estirpazione del vecchio vigneto, il mancato reddito connesso alla improduttività nei primi anni di vita della coltivazione, il nuovo impianto e la realizzazione di sistemi per l'irrigazione di soccorso dei vigneti, impiantati o esistenti che abbiano meno di venti anni.

Gli interventi sono rivolti a imprese con vigneti di superficie minima di 0,5 ettari (5mila metri quadrati). Il contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione è erogato al 50% dei costi sostenuti.
I lavori potranno essere effettuati fino al 31 maggio 2022 o al massimo fino al 31 maggio 2023, a condizione di richiedere l'anticipo dell'80% del contributo presentando una fideiussione a garanzia del contributo erogato.

Entro il 15 ottobre 2022 avverranno i pagamenti e i saldi del contributo, per coloro che sceglieranno di terminare i lavori entro il 31 maggio 2023, entro il 15 ottobre 2023.
A seguire la Regione Emilia-Romagna aprirà i bandi anche sulle misure "Promozione sui mercati di Paesi terzi" e "Investimenti commercializzazione nelle cantine emiliano-romagnole".

Per maggiori informazioni e ulteriori approfondimenti è possibile inviare un'email all'indirizzo: agriviti@regione.emilia-romagna.it, telefonare al numero 051/5274507 oppure consultare le pagine dedicate sul portale della Regione Emilia-Romagna.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 262.720 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner