Chi ha la logistica ha il potere

Gli spagnoli negli anni si sono re-impadroniti del trasporto delle loro merci. Ma i francesi intanto commerciano dal Marocco

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

logistica-trasporti-trasporto-treno-aereo-nave-tir-by-enanuchit-adobe-stock-750x422.jpeg

Nelle politiche di sviluppo future un ruolo chiave sarà giocato dalla logistica
Fonte foto: © enanuchit - Adobe Stock

Via web si può scegliere, comprare e vendere. Ma non si può mangiare. Le merci vanno trasportate. Per questo la logistica riveste un ruolo chiave nelle politiche di sviluppo future. Chi avrà le chiavi della logistica, fuori e dentro le città, avrà il potere.

Prendiamo per esempio i prodotti ortofrutticoli - le merci deperibili per eccellenza.

La Spagna è oggi di gran lunga il maggiore produttore ed esportatore continentale. Fino ad alcuni anni fa buona parte dei prodotti spagnoli passavano da una enorme area logistica (denominata erroneamente mercato) posta alla frontiera ma in territorio francese: St. Charles di Perpignan. Gli spagnoli con il tempo si sono ovviamente evoluti gestendo le merci  direttamente dalle loro aree di produzione.

Una ulteriore evoluzione degli spagnoli è quella del trasporto su treno: dallo scorso 6 maggio tre volte alla settimana un treno con 46 vagoni carico di frutta e verdura parte da Valencia alla volta di Rotterdam. Questa modalità di trasporto sta sostituendo il treno che da St. Charles di Perpignan parte per Parigi: qualche giorno fa è stato annunciato che la tratta è in chiusura.

Nel frattempo, altrettanto ovviamente, i francesi non hanno dormito. Il 70% della piattaforma di St. Charles una volta dedicato agli spagnoli è oggi occupato da merci provenienti dal Marocco. Il Marocco è un paese grande produttore ed esportatore di ortofrutta, diretto competitor della Spagna (e dell'Italia), che gode di accordi daziari agevolati con la Ue. Le merci marocchine costano poco e aspettano solo chi le trasporta al minor costo possibile. Poi, ovviamente, i marocchini si faranno furbi.
E vi sarà una ulteriore evoluzione.

La ruota gira: l'importante è non starci sotto.
 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: ortofrutta mercati trasporto e movimentazione Logistica

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.618 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner