Basilicata: giornata di studio su olio, vino e paesaggio

Si svolge oggi a Matera ed è promossa da Unibas in collaborazione con Regione Basilicata, Associazione città dell'olio e Associazione città del vino

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

olivo-oliveto-by-enrico-rovelli-fotolia-750.jpeg

Paesaggio olivetato: leva competitiva per la valorizzazione dell'olio, se ne parla oggi a Matera
Fonte foto: © Enrico Rovelli - Fotolia

Un seminario di studio su “Vino, olio e paesaggi in Basilicata” si sta tenendo in queste ore a Matera nell’Aula magna San Rocco, organizzato dall’Università della Basilicata in collaborazione con la Regione Basilicata, l'Associazione nazionale città dell’olio e l'Associazione nazionale città del vino. I lavori del pomeriggio saranno focalizzati sul tema “Accrescere la competitività dell’olivicoltura lucana”.

“Una giornata di approfondimento sulla stretta connessione tra olio, vino e paesaggio lucano - dichiara l’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali Luca Braia - che diventa ancora più importante dopo la recente approvazione del primo piano olivicolo nazionale per la riorganizzazione del settore in Italia, che trova la Basilicata già al lavoro sull’incremento della produzione, la ricerca, la valorizzazione del prodotto e del territorio anche con un marchio unico e la promozione dell’aggregazione tra produttori sostenuta fortemente dal Psr 2014-2020.

La mattinata è caratterizzata dagli interventi di Giovanni Schiuma, coordinatore regionale città dell'olio e Paola D'Antonio, coordinatrice regionale città del vino. Seguono le relazioni dei docenti dell’Università della Basilicata: Vitale Nuzzo, “Vite, vino e paesaggi lucani: proposte per la valorizzazione del territorio”; Angela Capace, “Lieviti personalizzati per la valorizzazione dei vini del territorio”; Antonella Vastola, “La valorizzazione economica del paesaggio vitivinicolo”; Bartolomeo Dichio, “Paesaggi olivicoli produttivi e servizi ecosistemici” e Maria Valeria Minimi, “Politiche agrourbane per paesaggi tra città e campagna”.

La sessione pomeridiana inizia alle 15.30 con l’intervento di Enrico Lupi, presidente dell'Associazione nazionale città dell’olio, che parla della proposta di legge per il riconoscimento delle Città di identità. Interviene anche la parlamentare Maria Antezza, della commissione Agricoltura della Camera dei deputati, che entra nel merito del Piano di intervento nazionale per il settore olivicolo. Stefania D’Alessandro del dipartimento Politiche agricole e forestali illustra le opportunità per l’olivicoltura lucana nel Psr 2014-2020.
Le conclusioni della sessione mattutina e della sessione pomeridiana sono affidate all’assessore Luca Braia. 

“Vino, olio e paesaggi in Basilicata è uno slogan che vuol veicolare un messaggio importante e straordinario di legame profondo fra produzioni e territorio - afferma Aurelia Sole, rettrice dell'Unibas e presidente della Fondazione Matera 2019 - un territorio a cui l'Unibas dedica da sempre ricerca e sperimentazione, indirizzate a sistemi agricoli di qualità e processi di valorizzazione per uno sviluppo sostenibile del paesaggio".

“Con questo seminario - afferma Paola D’Antonio, coordinatrice regionale Basilicata dell’Associazione città del vino - ci proponiamo, come associazione, di evidenziare come la valorizzazione di un territorio debba passare per la valorizzazione delle sue produzioni di eccellenza, ed in particolare come per la Basilicata il vino e l'olio siano produzioni che ne hanno storicamente contraddistinto sviluppo del territorio e del suo tessuto socio-produttivo”.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Basilicata

Autore:

Tag: prodotti tipici vino viticoltura olio psr olivicoltura ambiente sostenibilità

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.316 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner