'Agricoltura vera, agricoltura immaginata'

Bayer CropScience ha dato inizio ai 'Seminari di formazione' sulle principali filiere agroalimentari italiane dedicati alla stampa

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Bayer.

foto coltura&cultura_sala.jpg

Bayer CropScience, seminari di formazione per la stampa

Con la partecipazione di circa 50 giornalisti hanno avuto inizio, presso il Centro comunicazione Bayer di Milano i 'Seminari di formazione' dedicati ai giornalisti della stampa specializzata e non specializzata che 'racconta' il settore agroalimentare italiano ai consumatori.

Un percorso “fortemente voluto” da Bayer CropScience che sta investendo affinché si parli di 'agricoltura vera' e sostenibile e si è posta l’obiettivo far capire al consumatore l’importanza del settore primario.

Secondo Franck Terhorst, amministratore delegato di Bayer CropScience, gli incontri di formazione si collocano nel percorso divulgativo iniziato con la pubblicazione dei volumi della collana “Coltura & Cultura” pubblicata da ART con il marchio Script e avranno come obiettivo:
• promuovere l’agricoltura come è attraverso chi la studia e ci lavora ogni giorno
• trasferire le conoscenze ai comunicatori
• permettere al consumatore scelte consapevoli.

Uno grande sforzo nella consapevolezza che “per rispondere al crescente bisogno dei consumatori d’informazione e rassicurazione sugli alimenti e fare della sostenibilità un fattore di successo dell’agricoltura italiana nella competitività globale, è necessario colmare la faglia esistente tra mondo della ricerca, mondo della produzione e consumatori”.

Per questo motivo gli incontri metteranno in contatto il mondo dei comunicatori con la 'rete' dei 500 autori già coinvolti nella pubblicazione della collana “Coltura & Cultura” che con i suoi 10 volumi sulle principali colture italiane rappresenta l’unica opera enciclopedica sulle eccellenze alimentari italiane (altri 6 sono in preparazione).

Nel primo incontro, coordinato da Giovanni Carrada (esperto di comunicazione e autore della trasmissione Super Quark) i giornalisti hanno avuto la possibilità di incontrare e seguire le relazioni di:
Antonio Pascale – Scrittore, autore de “il pomodoro”
Tommaso Maggiore – Università degli Studi di Milano, autore e coordinatore scientifico de “il mais”
Dario Casati – Università degli Studi di Milano, autore de “il mais”, "il riso"
Bruna Saviotti – Amministratore di Apsovsementi, autore de “il grano”
Carlo Fideghelli – Istituto per la Frutticoltura, Centro di Ricerca per la frutticoltura, autore e coordinatore scientifico de “il pero”, “il melo”, “il pesco”
Luca Granata – Melinda DOP e Mela Val di Non, autore de “il melo”
Luigi Caricato – Giornalista Teatro Naturale, autore e coordinatore scientifico de “l’ulivo e l’olio”
Francesco Salamini – Università degli Studi di Milano, autore de “il mais”
Carlo Corino – Università degli Studi di Milano, autore de “il mais”
Daniele Tirelli – Libera Università delle Lingue e Comunicazione – IULM, autore de “l’uva da tavola”
Piero Cravedi – Università Cattolica Sacro Cuore Piacenza, autore de “la vite e il vino”, “il pesco”
Angelo Moretto – Università degli Studi di Milano, ICPS, autore de “l’uva da tavola”
Michele Pisante – Università degli Studi di Teramo, autore e coordinatore scientifico de “l’ulivo e l’olio”
Mariangela Rondanelli – Università degli Studi di Pavia, autore de "il riso", “il carciofo e il cardo”
Carlo Cannella – Università Sapienza Roma, autore de “il grano”, “il mais”, “il pero”, “il pesco”, “il melo”, “la vite e il vino”, "il riso", “l’ulivo e l’olio”, “il carciofo e il cardo”, “l’uva da tavola”, “il pomodoro”
Davide Papotti – Università degli Studi di Parma, autore de "il riso", “il pomodoro”.

 

Un momento dell'incontro al Centro Comunicazione Bayer di Milano

 

Servizio a cura di Ivano Valmori