Fine 2009 con il segno più per Bayer

Leverkusen (Germania). Il 27 febbraio, la multinazionale tedesca ha svelato i risultati di vendite e profitti dell'anno scorso

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Bayer.

bayer-conferenza-stampa-finanziari-wenning-20100226-by_bayer.jpg

Leverkusen - Germania, 26 febbraio 2010. Werner Wenning, presidente del consiglio di amministrazione di Bayer, durante la conferenza stampa sui risultati finanziari dell'azienda
Fonte foto: Bayer AG

L'annuale conferenza sui risultati finanziari della multinazionale tedesca si è svolta sotto la cupola di acciaio e vetro del Baycomm, il centro congressi presso la sede principale dell'azienda a Leverkusen. Sono stati divulgati i risultati del 2009. Nonostante la situazione economica difficile, il quarto trimestre di Bayer è stato caratterizzato da un margine operativo lordo* pari a 1,51 miliardi di Euro (+11,5% rispetto all'ultimo trimestre del 2008). Un dato positivo che lascia intravedere buone prospettive per l'anno in corso.

A livello globale, le vendite di Bayer ammontano a 31,17 miliardi di Euro (-5,3%): l'area MaterialScience è quella che risente maggiormente della crisi del comparto (-22,8%), mentre i business del medicale (HealthCare +3,8%) ed agrochimico (CropScience, +2,0%) supportano le enunciazioni di ottimismo del consiglio di amministrazione dell'azienda. Inoltre, il 2009 è per Bayer il punto di arrivo del processo di ristrutturazione iniziato nel 2002, che si chiude con una riduzione del debito da 14,2 a 9,7 miliardi di Euro ed il più elevato flusso di cassa netto nella storia del gruppo (5,4 miliardi di Euro, +49%).

Approfondimenti: Annual report 2009 su Bayer.com

 

Bayer CropSciencePomodoro Bayer - Turchia

Condizioni meteo sfavorevoli e prezzi bassi delle commodity agricole non frenano le vendite di prodotti Bayer CropScience. E' scritto nero su bianco, il bilancio positivo del comparto CropScience di Bayer per il 2009, e rosee sono le prospettive future.

Il fatturato ammonta a 6,51 miliardi di Euro. Il settore della protezione delle colture (Crop Protection) ha registrato un +1,6% (5,42 miliardi di Euro), trainato in particolare dalle vendite degli erbicidi. Werner Wenning, presidente del consiglio di amministrazione, ha evidenziato come "i prodotti di più recente registrazione hanno fatto registrare una crescita sopra la media: 2 miliardi di Euro è il valore delle vendite di formulati basati su sostanze attive introdotte a partire dal 2000".

Ancora maggiore è stato l'incremento del segmento Environmental Science, Bioscience (1,09 miliardi di Euro, +4,1%). Il maggior 'driver' della crescita è stata la produzione di sementi di colza (canola, Brassica napus) in nord America, mentre in Europa, Asia e Medio Oriente il 'podio' spetta alle sementi ibride di riso ed alle orticole (nella foto qui sopra a destra: Balkan Ag, sales manager di Bayer CropScience in Turchia, controlla varietà innovative di pomodoro, studiate per il mercato interno e dei paesi dell'Europa orientale. Foto: Bayer AG). Cala invece il comparto dei prodotti per la cura professionale del verde, in particolare negli Stati Uniti.

 

I prodotti "best-seller" di Bayer CropScience (dati 2009 a livello globale)

Di seguito sono indicati nella colonna "marchi" alcuni dei nomi dei prodotti venduti a livello globale, a titolo esemplificativo; i dati sulle vendite fanno riferimento a tutti i formulati contenenti la sostanza attiva di base. Esempio: nella seconda riga si fa riferimento alle vendite di prodotti a base di Trifloxistrobina.

Le percentuali si intendono al netto degli effetti valutari.

Marchio

Vendite 2009

Rispetto al 2008

(azione)

Milioni di Euro

 

Confidor, Gaucho
(insetticidi, concia, environmental science)

606

-0,3%

Flint, Sphere
(fungicidi)

400

+8,0%

Basta
(erbicidi)

323

+34,3%

Proline, Prosaro
(fungicidi)

267

+12,3%

Atlantis
(erbicidi)

231

-3,0%

Folicur, Raxil
(fungicidi, concia)

210

-12,0%

Poncho
(concia)

183

-17,4%

Decis, K-Othrine
(insetticidi, environmental science)

170

-2,9%

Puma
(erbicidi)

167

-14,5%

Fandango
(fungicidi)

146

+13,7%

Totale

2703

+1,9%

che corrisponde ad una % delle vendite
di Bayer CropScience pari al

42%

 

Fonte: adattamento da Annual Report Bayer 2009 - pag. 66 - Tutti i brand sono ® Bayer

 

Prospettive per il futuro

Nonostante i segnali positivi per il 2010, l'impatto della crisi economica lascerà ancora strascichi nell'anno appena iniziato. Una crescita regolare di vendite e profitti è attesa per il 2012. A supporto di questo percorso, Bayer ha pianificato un budget di 2,9 miliardi di Euro per la ricerca e sviluppo (contro i 2,75 investiti nel 2009, di cui il 23,8% nel settore CropScience). Sono sei le molecole per la difesa e il diserbo delle colture di cui è previsto il lancio nel prossimo triennio (compatibilmente con le procedure registrative): tre fungicidi (Isotianil, Fluopyram, Bixafen), un biopesticida per la concia (Bacillus firmus), un erbicida (Indaziflam) ed un fungicida per la concia (Penflufen). Maggiori approfondimenti sull'Annual report disponibile su www.bayer.com

 

Una curiosità per concludere

Si chiama "Elements of Fascination": il video istituzionale di Bayer ha vinto nel 2009 il "Galaxy Award 2009". Per vedere il video, collegati a Bayer.com e clicca sulla bandierina italiana.

* in inglese, EBITDA (Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortization)

Fonte: Agronotizie

Tag: agrofarmaci difesa diserbo