Massima protezione, in campo e in serra

Cidely® Top di Syngenta, a base di difenoconazolo e ciflufenamid, è lo specialista per la lotta all'oidio e ad altre gravi patologie delle colture orticole

Info aziende
verdura-verdure-ortaggi-ortofrutta-pilipphoto-fotolia-750x507.jpeg

Cidely® Top di Syngenta, lo specialista contro le patologie delle solanacee, delle cucurbitacee e della fragola
Fonte foto: © pilipphoto - Fotolia

Solanacee, cucurbitacee, ma anche la fragola. Tutte colture che possono subire pesanti perdite a causa di specifiche malattie fungine. Oltre all'oidio, patologia regina durante i mesi estivi, pomodoro, peperone e melanzana possono essere attaccati anche da alternaria e Cladosporium, un patogeno che nel tempo ha assunto crescente importanza soprattutto nelle coltivazioni in ambiente protetto, ove si realizzano le condizioni termiche e di umidità più favorevoli al suo sviluppo.

Di tali malattie possono ugualmente patire cucurbitacee come melone, cocomero, zucchino e cetriolo, sulle quali si aggiungono le lesioni ai gambi arrecati da Didymella bryoniae, conosciuta anche come Mycosphaerella melonis o, se nello stadio asessuale, come Phoma cucurbitacearum.

Caso a sé è infine rappresentato dalla fragola, la quale oltre agli onnipresenti oidio e alternaria può essere soggetta a infezioni di Micosferella (Mycosphaerella fragariae) e di Colletotrichum acuatum, agente patogeno dell'antracnosi.
Una ricca pletora di agenti infettivi che se non controllati possono incidere negativamente sulle produzioni sia da un punto di vista quantitativo, sia qualitativo, soprattutto quando gli attacchi fungini si scatenino a ridosso della raccolta. Per fronteggiarli al meglio serve quindi un prodotto che assommi in sé molteplici qualità, ovvero efficacia, selettività, breve intervallo di sicurezza, ottimo profilo residuale e capacità di contrastare anche eventuali fenomeni di resistenza.
 

Molte qualità in un solo prodotto

Tutte le qualità sopra elencate si possono trovare in Cidely® Top, autentico specialista contro le patologie fungine che affliggono le colture orticole sopra elencate. La soluzione proposta da Syngenta è formulata come concentrato disperdibile contenente difenoconazolo e ciflufenamid in ragione rispettivamente di 125 e 15 grammi per litro.

Cidely® Top va applicato, in pieno campo o in serra, alla dose di 1 L/ha per un massimo di due applicazioni per ciclo colturale, da posizionarsi fra loro adottando un intervallo di 10 giorni. Il momento ottimale per la sua applicazione cade fra lo stadio di sesta foglia distesa e quello di piena maturazione, momento nel quale si può anche sfruttare il breve intervallo di sicurezza pari a soli 3 giorni su tutte le colture in etichetta.

Le due sostanze attive presentano inoltre modi di azione ad alto grado di complementarietà, garantendo al contempo elevata efficacia, ampio spettro di azione e ottimale approccio alla gestione delle resistenze.