Maxxum, la nuova generazione

Case IH ha annunciato l'arrivo di una rinnovata gamma a quattro e sei cilindri nelle note versioni Standard, MC e CVX: un processo partito a luglio 2016 che si concluderà nei primi tre mesi del 2017

Valentina Andorlini di Valentina Andorlini

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

maxxum-cvx-145conferenza-stampa-2016.jpg

Nuovo Maxxum 145 CVX Case IH
Fonte foto: Agronotizie

Dopo il lancio avvenuto nel 2013 del Maxxum a variazione continua CVX EP da 110 a 130 cavalli, la fortunata gamma Case IH si presenta rinnovata nel look ma non solo.

La nuova generazione Maxxum è disponibile in tre versioni: MaxxumMaxxum Multicontroller (MC)Maxxum CVX a variazione continua.
Per ciascuna delle tre varianti, si articola in quattro modelli a quattro cilindri con potenza nominale da 115 145 cavalli, cui si aggiungono i Maxxum 150 e Maxxum 150 MC a sei cilindri con 145 cavalli di potenza nominale. 
La versione CVX, disponibile solo a 4 cilindri, vive un upgrade nelle potenze con il Top di gamma Maxxum 145 CVX.
 
Restyling gamma Maxxum

La nuova generazione Maxxum ai nastri di partenza
Il processo di rinnovamento, partito a luglio 2016 con le versioni a sei cilindri, proseguirà fino alla fine del primo trimestre 2017, coinvolgendo tutti gli altri componenti della gamma che si porterà su valori di potenza massima pari a 145, 155, 168 e 175 cavalli per le versioni a 4 cilindri e 179 cavalli per quelle a 6 cilindri

Emissionato Tier IV Final, il motore della Serie Maxxum è per i 4 cilindri un Nef N45 da 4,5 litri e, per i 6 cilindri, un Nef N67 da 6,7 litri. In entrambi i casi è dotato di tecnologia Hi-eSCR di FPT per la gestione dei gas di scarico.
 
Motore Nef per Maxxum da 4 e 6 cilindri

Il modello standard del Maxxum e il modello Maxxum MC si avvalgono di una trasmissione Powershift 16 per 16 da 40 chilometri orari con quattro cambi marcia senza frizione. Inoltre, con il superriduttore opzionale si raddoppia il numero dei rapporti portandoli a 32 per 32. Ulteriore optional è la trasmissione Powershift 17 per 16 a quattro stadi che consente una velocità massima di trasferimento di 40 chilometri orari a regime motore ridotto.

Per quanto riguarda i modelli di punta della gamma, i Maxxum CVX, presentano una trasmissione a variazione continua che consente una marcia senza interruzioni da 0 fino ai 40 chilometri orari, a tutto beneficio della riduzione dei consumi di carburante.

 
Maxxum 145 CVX con sollevatore

Il design che sorprende
La nuova linea dei Maxxum, in cui risaltano il design del cofano e del tetto della cabina, non si ferma al lato estetico ma nasconde alcune importanti migliorie pratiche. Tra queste, i parafanghi posteriori che ricoprono completamente i pneumatici e consentono di montare ruote delle dimensioni di 650/65R38 mentre, la sterzata di 43 gradi con pneumatici anteriori della misura 480/65R28 rende Maxxum uno dei trattori più facili da manovrare. 

Tra le numerose novità rientrano anche il parabrezza monopezzo e il pannello vetrato sul tetto, per una buona visuale in avanti anche nei lavori con il caricatore frontale. 
 
Presentazione in campo di Maxxum 150 

La cabina pensata quale ambiente di lavoro ottimale, confortevole e pratico, offre un luogo di lavoro silenzioso, comodo e dall'uso intuitivo per gli operatori. Inoltre, per aumentare il comfort si aggiunge al volante rinnovato la possibilità di scegliere, oltre al sedile standard, le varianti Deluxe Comfort e Deluxe Pelle.
 
Cabina del modello Maxxum MC
 
Infine, si segnala, posizionato nel nuovo profilo del tetto, un gruppo luci led completo a 360 gradi che garantisce un ambiente di lavoro illuminato a giorno anche nelle ore notturne.

Parola d'ordine: produttività
All'insegna della produttività in campo, insieme alla capacità del serbatoio di soluzione di urea da 39,5 litri, Maxxum presenta un serbatoio carburante con capacità di 195 litri (standard) e 220 litri (su richiesta), mentre i modelli Maxxum MC e Maxxum CVX contano su un serbatoio da 220 litri (standard) e 230 litri (su richiesta). 

Contribuiscono al comfort di guida e alla migliore trazione in campo, le sospensioni della cabina e l'aggiunta di un secondo accumulatore di pressione sull'assale anteriore.

Una ulteriore novità da segnalare è il passo che nella nuova generazione si porta, anche per i quattro cilindri, sul valore dei modelli a sei cilindri allungandosi fino a 2,642 metri. Ne guadagna il raggio di sterzata che, divenendo di 5,4 metri in tutte le versioni, si riduce nei modelli a sei cilindri. 
 
Passo allungato a 2,642 metri e raggio di svolta di 5,4 metri 

Predisposti alla tecnologia più avanzata
Case IH ha progettato il sistema AFS per consentire all'operatore di ottimizzare i costi di gestione e semplificare il lavoro degli operatori. Proprio per questi motivi i Maxxum possono sfruttarne i vantaggi aggiungendovi anche le numerose soluzioni di guida automatiche.

Le versioni Maxxum MC e CVX sono predisposti per il sistema AFS Accuguide e il concessionario può preinstallare un sistema di guida GPS/GLONASS, completamente automatico e integrato. Aumenta la precisione l'aggiunta del segnale di una stazione base RTK+ locale che, in caso di perdita del segnale, si avvale della app xFill per sopperire alla sospensione della stazione per una durata massima di 20 minuti.
 
Sistema Advanced Farming Systems (Afs) sui modelli Maxxum MC e CVX

Il monitor touchscreen AFS Pro 700 integrato nel bracciolo del sedile di guida e fornito di serie nelle versioni MC e CVX, offre al conducente il completo controllo delle sequenze di funzionamento automatizzate del trattore fornendo, al contempo, un feedback "in movimento" dei costi di gestione e delle rese. 

L'Isobus di classe III, ora disponibile con i Maxxum CVX, permette agli attrezzi collegati di controllare diversi parametri del trattore tra cui, la velocità, i giri della Pto e l'andamento del sollevatore per la massima efficienza in termini di potenza e produttività.
Disponibile anche il sistema HMC II (Headland Management Control II), studiato per aiutare il conducente nelle manovre di svolta a fine campo.
 
Sistema Isobus di classe III ora su modelli Maxxum CVX

Infine, nella nuova generazione i distributori posteriori sono posizionati ai lati del terzo punto per essere raggiunti con maggiore facilità durante l'aggancio degli attrezzi. 
I modelli Maxxum possono avere come equipaggiamento fino a quattro distributori posteriori e due ventrali, mentre i modelli Maxxum MC e Maxxum CVX offrono fino a quattro distributori posteriori e tre ventrali elettroidraulici. Inoltre, sempre per il Maxxum CVX, sono disponibili a richiesta tre o quattro distributori posteriori a comando meccanico.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: eima macchine agricole prove in campo trattori

Temi caldi: Eima International 2016

Speciale: EIMA International 2016

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 186.976 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner