Bioact WG, il primo nematocida microbiologico sul mercato italiano

Da Intrachem, a base del fungo antagonista Paecilomyces lilacinus

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di CBC (Europe) :: Divisione Biogard.

bioact.jpg

Da Intrachem, il primo nematocida di origine microbiologica che ha raggiunto la registrazione in Italia

Bioact WG a base del fungo antagonista Paecilomyces lilacinus, è il primo nematocida di origine microbiologica che ha raggiunto la registrazione in Italia. (1 x 1010 spore/g). P.lilacinus è un microrganismo ubiquitario, noto per la sua azione antagonistica nei confronti di diverse specie di nematodi fitoparassiti tra cui soprattutto Meloidogyne spp., Globodera spp., Heterodera spp., Pratylenchus spp. e Rhadopholus similis.
 
Bioact WG contiene il ceppo denominato 251 di P. lilacinus ed è stato formulato utilizzando esclusivamente conidi di P. lilacinus, veicolati su supporto zuccherino, escludendone il micelio. Il trattamento al terreno mira ad incrementare il numero di propaguli dell’antagonista nel periodo di coltivazione, in modo da assicurare un elevato contenimento dei nematodi galligeni
P. lilacinus agisce principalmente contro le uova e le larve di II stadio dei nematodi, ma può attaccare anche le femmine sedentarie. Le spore dell’antagonista fungino germinano e il micelio si accresce in direzione delle uova. Possono essere infettate uova di ogni età all’inizio dello sviluppo embrionale e con larve di I età già sviluppate all’interno. P.lilacinus uccide il nematode nutrendosi del suo contenuto corporeo conducendolo alla morte nel giro di qualche giorno.

Bioact WG va applicato al terreno e non è miscibile con fungicidi. Il nematocida può essere impiegato su tutte le colture orticole, arboree ed ornamentali infestate da nematodi galligeni del gen. Meloidogyne.
Il programma di interventi prevede le seguenti applicazioni:
1. trattamento in pre-trapianto (4 Kg /ha oppure 0,2 g per pianta)
2. trattamento sulle piantine (da 5 a 10 g per 100 piantine)
3. trattamenti in post-trapianto a cadenza di 6 settimane uno dall’altro (0,2 g/pianta, dose massima di applicazione: 4 kg/ha).

Bioact WG può essere utilizzato anche in strategie di lotta integrata in combinazione con altri con azadiractina (Neem Azal). Il formulato non è classificato, non ha tempo di carenza e si conserva per 6 mesi in congelatore ( tra -10°C e -20°C) e per 3 mesi in frigorifero (4 – 6 °C).