Campania: "I professionisti del vino" a confronto

Alla Reggia di Portici (Napoli) dal 12 al 13 aprile prossimi il convegno nazionale interdisciplinare sulla produzione enolgogica organizzato congiuntamente dagli Ordini professionali di agronomi, chimici, geologi e tecnologi alimentari, insieme con l’Associazione culturale Sigea

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

vino-bicchiere-bianco-bottiglia-by-igor-normann-fotolia-750.jpeg

La tracciabilità dei vini può partire proprio da una buona analisi del terreno
Fonte foto: © Igor Normann - Fotolia

"I professionisti del vino" si incontrano, per la prima volta in Campania, venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019 nella Sala Cinese del Palazzo Reale di Portici (Na) nel convegno nazionale, organizzato dagli Ordini degli agronomi, chimici, geologi e tecnologi alimentari, insieme con l'Associazione culturale Sigea.

Un confronto, moderato dai geologi Francesco Russo, Domenico Sessa, Emilio Ciccarelli e Rossella Fasulo, che ha come obiettivo primario quello di consolidare e proporre agli operatori del mercato produttivo, nonché alle istituzioni, servizi e consulenze con standard qualitativi sempre più elevati.

Negli ultimi anni è stata osservata in Italia una crescente attenzione allo stretto legame tra produzione vinicola e contesto geo-pedologico di riferimento. Il dibattito sulla relazione suolo-territorio-vigna-vino coinvolge più categorie professionali: agronomi-enologi, chimici, geologi e tecnologi alimentari, trovando espressione in congressi e tavole rotonde sul tema.

Introdurrà l'evento Sandro Conticelli, presidente della Società geologica italiana. Sono previsti i saluti istituzionali di: Egidio Grasso, presidente dell'Ordine dei geologi della Campania, Giuseppe Ceparano, presidente dottori agronomi e dottori forestali di Napoli, Biagio Naviglio, presidente dell'Ordine dei chimici e fisici regione Campania, del sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo, di Luigi de Magistris, sindaco Città metropolitana di Napoli, di Vincenzo De Luca, presidente Regione Campania e di Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Nel corso delle giornate di studio interverranno altri esperti nel settore, tra cui la geologa ricercatrice Bruna Saara Uerj (Rio De Janeiro e Distar), che relazionerà proprio sulla "Tracciabilità dell'origine geologica del vino" e Agostino Casillo, presidente del Parco nazionale Vesuvio. Il tema "Paesaggi del vino italiani - Fattori naturali della produzione vinicola" sarà affrontato dal geologo Silvano Agostini.
Ai geologi partecipanti all'evento saranno riconosciuti 7 crediti il 12 aprile e 5 crediti  il 13 aprile.

E' possibile consultare il programma completo a questa pagina web

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: vino convegni vitivinicoltura formazione agronomi

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.856 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner