Summa 2019 punta sulla sostenibilità

Il 6 e 7 aprile prossimi nella cornice di Tenuta Alois Lageder, Magrè, in Alto Adige oltre cento produttori internazionali porteranno i propri vini per degustazioni e verticali

summa-2019-fonte-tenuta-alois-lageder-credits-ivan-bortondello.jpg

Summa: Tenuta Alois Lageder
Fonte foto: © Ivan Bortondello

Viticoltori provenienti da tutto il mondo si incontreranno il 6 e 7 aprile prossimi alla Tenuta Alois Lageder, Casòn Hirschprunn & Tòr Löwengang, Magrè (Bz), Alto Adige, in occasione di Summa.
 
Alla 22° edizione dell'evento, oltre cento viticoltori provenienti da dieci paesi diversi presenteranno i loro vini a un pubblico di esperti, giornalisti e amanti del vino nella suggestiva cornice di Casòn Hirschprunn, un palazzo del 17° secolo, & Tòr Löwengang.
 
Si tratta del primo anno per alcuni produttori che arrivano da Cina, Ungheria e Repubblica Ceca che si uniranno ai viticoltori provenienti da Germania, Austria, Francia, Italia, Nuova Zelanda, Portogallo e Slovenia. Crescono inoltre i viticoltori certificati Demeter, a cui è destinata un'apposita area. 
 
"Un'atmosfera familiare e conviviale animerà l'evento con tante opportunità di dialogo e di confronto" commenta Alois Clemens Lageder, la sesta generazione che lavora nella Tenuta di famiglia.
"Lo scambio di idee tra vignaioli è molto stimolante e prezioso per il mio nuovo ruolo in azienda" - dice Helena Lageder, la figlia più giovane di Alois Lageder e Veronika Riz, che, dallo scorso anno, è responsabile di diversi mercati internazionali. Summa sarà organizzata anche quest'anno dalla figlia primogenita Lageder, Anna Lageder, che gestisce un'agenzia di organizzazione di eventi.

Sempre più variegato il  programma di Summa: degustazioni guidate e esclusive verticali tenute da vignaioli ed esperti, seminari, visite alla cantina (costruita in base a criteri ecologici), ai vigneti coltivati e al "Giardino all'ombra del Paradeis".

I partecipanti potranno degustare ottimi vini abbinati a specialità culinarie preparate al momento da numerosi partner del settore alimentare. Come negli anni precedenti, parte del ricavato sarà devoluto alla Casa della solidarietà (Hds) di Bressanone, organizzazione che si occupa di persone bisognose da oltre quindici anni.

Scopri i dettagli di Summa

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 187.028 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner