Serra sostenibile e riduzione dell'energia

Il convegno, organizzato dall'agronomo Silvio Fritegotto, si terrà a Padova in occasione di Flormart il 14 settembre alle 9, sala 7A

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

convegno-serra-sostenibile-fritegotto-14-settembre-2012.jpg

Padova, Flormart. Venerdì 14 settembre, ore 9 in sala 7A

'Più economia in serra - Riduzione degli input energetici, come acqua, fertilizzanti e agrofarmaci'. Questo il titolo del convegno organizzato dall'agronomo Silvio Fritegotto che si terrà a Padova il prossimo venerdì 14 settembre nell'ambito di Flormart alle 9 in sala 7A. 

Il convegno/incontro tecnico vuole affrontare il tema della serra sostenibile, per raggiungere l'obiettivo di ridurre del 50% la quantità di energia utilizzata nella produzione di piante coltivate in serra mantenendo gli standard di produzione e di ritorno economico per i coltivatori.

I prodotti coltivati in serra sono diventati indispensabili alla vita quotidiana, sia che si tratti di alimentazione che di vivaismo e, anche se la produttività in serra è in genere più alta rispetto alle coltivazioni in campo aperto, l'impatto ambientale della produzione in serra è in molti casi difficile da sostenere.

Si può migliorare l'efficienza della produzione vegetale in serra in tre modi: in primo luogo, riducendo la quantità di risorse utilizzate attraverso una migliore progettazione delle serre, in secondo luogo, riducendo la quantità dei rifiuti prodotti, cambiando il modo in cui vengono gestiti i processi di produzione e in terzo luogo, migliorando la produttività e l'ambiente di crescita, grazie a un sofisticato sistema di monitoraggio.

L'impronta ecologica della produzione in una serra sostenibile può essere ridotta a quasi niente e i costi di gestione per i coltivatori possono essere diminuiti. I coltivatori possono, ad esempio, guadagnare di più con una migliore gestione del sistema di irrigazione e fertilizzazione, o di gestione del clima e del controllo delle malattie, che servirà anche per rispettare l'ambiente naturale e la salubrità degli alimenti prodotti.

Il convegno è rivolto a tecnici liberi professionisti, operatori agricoli o dipendenti di strutture e/o organismi associativi pubblici o privati operanti nel comparto orto-floro-vivaistico.

Programma

I lavori sono presentati e moderati da Lorenzo Andreotti, giornalista de L'Informatore Agrario

Relazioni

• 'Misura e riduzione dell'impatto ambientale delle colture in serra' di Cecilia Stanghellini,  Wageningen UR, Greenhouse Horticolture, Group Greenhouse Technology. Wageningen, Olanda

• 'Gestione sostenibile della fertirrigazione nelle colture di serra' di Alberto Pardossi del dipartimento Scienze agrarie, alimentari e agro- ambientali dell'Università di Pisa

• 'Progettazione efficiente dei sistemi di ventilazione naturale nelle serre del Mediterraneo (Efficient design of natural ventilation systems in Mediterranean greenhouses)' di Esteban Josè Baeza Romero del departamento de Producción vegetal, University of Almería (Espana)

• 'Gli ausiliari: insetti ed acari 'utili' per la lotta ai principali fitofagi in serradi Stefano Foschi, Bioplanet, Cesena (Fc)

• 'Film plastici agricoli a lunga durata' di Enrico Galfrè BASF – Technical Center Polyolefines (Basel – Ch)

• 'Monitoraggio e gestione dell'ambiente serra' (il relatore è in via di definizione)

• 'La voce delle aziende sponsor 'Exclusive'

Ore 13.30 dibattito, conclusioni e ringraziamenti 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.339 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner