Uva da tavola: meglio se perfetta

Il progetto ProNutiva di Arysta LifeScience aiuta la vite a fare quello che naturalmente sa fare e offre soluzioni per ogni anello della filiera

Info aziende
arysta-pronutiva-uva-tavola.png

ProNutiva di Arysta LifeScience per l'uva da tavola

Nello scenario attuale di esigenza da parte degli agricoltori di piani di difesa ad elevata efficacia che devono coniugarsi però con la necessita di ridurre i livelli di input chimico del prodotto finito e di garantire una elevata qualità delle produzioni, Arysta Lifescience lancia ProNutiva: un progetto basato sull'integrazione sinergica tra agrofarmaci, bioprotettori e biostimolanti.
 
ProNutiva offre quindi all'imprenditore viticolo uno strumento di marketing innovativo a supporto dei suoi prodotti sui mercati più esigenti, in linea con le richieste crescenti dei consumatori globali, al tecnico di campo risposte efficaci per far fronte alle crescenti limitazioni normative con linee di difesa integrate per ridurre l'input chimico.
 

Gestione ecocompatibile

Differenziazione e sostenibilità per sostenere il viticoltore nell'approccio ai mercati. Networking fra i diversi anelli della filiera vinicola. Sono questi alcuni degli elementi chiave che guidano ProNutiva, l'innovativo programma di valorizzazione delle filiere di qualità che Arysta LifeScience inizia ad introdurre da quest'anno sul mercato.
 
ProNutiva nelle produzioni di uva da tavola di qualità propone un elevato livello di protezione contro l'oidio che nasce dalla sinergia fra Spirox, fungicida a base di spiroxamina, indicato per i trattamenti dal germogliamento alla fioritura, utili per la riduzione dell'inoculo di oidio e quindi per una gestione più efficace nelle fasi successive e Vacciplant, agrofarmaco naturale induttore di resistenza a base di laminarina, autorizzato in agricoltura biologica, indicato per i trattamenti da chiusura grappolo fino alla raccolta.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.144 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner