Il Primitivo di Manduria alla conquista di Bruxelles

Il Consorzio di tutela della Doc pugliese coinvolto dall'ambasciata italiana in Belgio in un'azione di promozione del made in Italy. In compagnia dei blasonati Chianti Classico e Franciacorta

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

calice-primitivo-di-manduria24gen2018consorzio-di-tutela-primitivo-di-manduria.jpg

Primitivo di Manduria in Belgio per esaltare le eccellenze del made in Italy

Il Primitivo di Manduria muove alla conquista di Bruxelles: il vino salentino, dopo aver preso Washington (di qualche tempo fa la notizia dell'acquisto di numerose e preziose bottiglie da parte della Casa Bianca), si dedica ora ad una operazione di promozione sui mercati esteri. Protagonista questa volta è l'ambasciata d'Italia in Belgio, che ha scelto il Primitivo di Manduria attraverso il suo Consorzio di tutela per rappresentare il meglio del made in Italy.

La doc pugliese incontrerà lunedì 5 febbraio i buyer, giornalisti internazionali e le massime personalità politiche europee a Bruxelles. Tutto questo grazie a True Italian Taste, l'evento nato per valorizzare i prodotti italiani in Europa e per raccontare il prezioso legame tra prodotti agroalimentari ed i loro territori di provenienza.
Il progetto nasce con il coinvolgimento attivo dei principali attori della promozione italiana all'estero: ambasciata, Ice, Camera di Commercio, ma anche consorzi di tutela e la Federazione italiana cuochi del Belgio.

Accanto al Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria, a condividere questo onere ed onore, saranno presenti per i vini anche i Consorzio del Chianti Classico e del Franciacorta; un trio d'eccellenze del made in Italy capace di convincere anche i palati più sofisticati.

"Il Primitivo di Manduria conferma il suo potere attrattivo ed il suo primato di qualità in grado di esprimere eccellenza e di aprirsi al mondo. - dichiara Roberto Erario, presidente del Consorzio di tutela - True Italian Taste è una grande opportunità per favorire l'incontro tra la nostra Doc e il trade internazionale, un risultato importante ottenuto grazie all'impegno dei produttori che non smettono mai di lavorare per tenere alta la qualità nostri vini".

"Il nostro piano promozionale continua ad essere mirato ad aumentare e rafforzare la conoscenza della nostra denominazione - conclude Adriano Pasculli de Angelis, direttore del Consorzio - Andiamo a Bruxelles per accrescere la percezione del valore del nostro vino, la conoscenza del nostro territorio e per dare visibilità alle nostre aziende".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Consorzio tutela vino Primitivo di Manduria Doc

Autore:

Tag: vino made in italy

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.517 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner