EVENTO - Drupacee, a Macfrut si parla di riduzione degli sprechi in post raccolta

Domani, giovedì 5 maggio 2022, alle 10:00 nella Sala Mimosa del Rimini Expo Center è in programma il convegno del progetto Psr Marche ZeroSprechi

pesco-pesche-sul-ramo-by-natazhekova-adobe-stock-750x500.jpeg

Rimini, 5 maggio 2022 (Foto di archivio)
Fonte foto: © nata_zhekova - Adobe Stock

Giovedì 5 maggio 2022 appuntamento nella Sala Mimosa del Rimini Expo Center a partire dalle ore 10:00 è previsto il convegno del progetto Psr Marche ZeroSprechi "Prevenzione delle malattie post raccolta delle drupacee" nell'ambito di Macfrut 2022.


Fino al 40% degli ortofrutticoli prodotti vengono sprecati, per una serie di cause, fra le quali prevale lo sviluppo di malattie post raccolta. Pertanto, le Nazioni Unite hanno inserito il dimezzamento degli sprechi come uno degli obiettivi prioritari (12.3) entro il 2030, di seguito adottato dalla strategia Farm to Fork dell'European Green Deal.

 

Anche per fornire un contributo in questa direzione, la Regione Marche ha promosso un progetto Psr dal titolo "Prevenzione delle malattie post raccolta delle drupacee per la riduzione degli sprechi di ortofrutticoli freschi", che si occupa di contribuire alla gestione della moniliosi nella filiera del pesco per ridurne l'incidenza della moniliosi e delle altre malattie durante la conservazione e la shelf life, che parte dagli scaffali del supermercato e continua a casa del consumatore.

 

La sperimentazione, svolta nelle aziende Mazzoni (capofila), Acciarri e Baronciani, ha visto l'adozione di strategie a basso impatto ambientale per il contenimento della moniliosi (uso di sostanze naturali, ozono), lo studio delle interazioni fra Monilinia e ditteri drosofilidi e gli effetti sulla qualità della frutta, aspetti indagati dall'Università Politecnica delle Marche in collaborazione con l'Assam

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 277.519 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner