Scafoideo e tignoletta in un sol colpo

Kestrel, a base di acetamiprid, è il formulato distribuito da Sumitomo Chemical che aiuta a gestire entrambe le avversità

Info aziende
uva-fonte-sumitomo.png

L'innovativa formulazione si distingue per l'elevata sistemia e attività translaminare

Le limitazioni all'uso di sostanze attive sono sempre più ricorrenti e di conseguenza rendono necessaria una revisione delle strategie di difesa della vite.

Il controllo di tignoletta e scafoideo è fondamentale per la produzione di uva da vino, poiché i danni diretti e indiretti (riduzione della qualità del vino per la tignoletta e trasmissione della flavescenza dorata per lo scafoideo) che questi insetti sono in grado di provocare compromettono gli sforzi sostenuti per ottenere produzioni eccellenti.

Kestrel, a base di acetamiprid, aiuta a gestire entrambe le avversità:
  • contro lo scafoideo (Scafoideus titanus) ha una forte e prolungata azione abbattente grazie alla sua sistemia.
  • nei confronti della tignoletta (Lobesia botrana) costituisce una nuova opzione contro la seconda e la terza generazione, concorrendo a evitare lo sviluppo di resistenze verso altre molecole. Kestrel ha attività ovo-larvicida e in caso di media/forte pressione della tignoletta va posizionato proprio sfruttando questa sua caratteristica, mentre nel caso di voli prolungati è necessario un secondo intervento con prodotti ad azione larvicida (BioBit DF/DiPel DF)

Kestrel è disponibile sul mercato dal 2018 e rappresenta l'evoluzione della formulazione dell'acetamiprid. Oltre a essere più concentrato (200 g/L), l'innovativa formulazione si distingue per l'elevata sistemia e attività translaminare.

Kestrel è un prodotto Nufarm distribuito in Italia da Siapa e Sumitomo Chemical.
 
Agrofarmaci autorizzati dal ministero della salute, leggere attentamente le istruzioni riportate in etichetta. Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l'attenzione sulle frasi e simboli di pericolo riportati in etichetta.
È obbligatorio l'uso di idonei dispositivi di protezione individuale e di attrezzature di lavoro conformi (D. Lgs. 81/2008 e ss. mm.)

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.910 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner