Syngenta, vendite in crescita e utile netto

Il primo semestre 2011 si chiude con vendite per 7,7 miliardi di dollari (+12% rispetto all'anno precedente). Mike Mack: 'Obiettivo strategico: sviluppare un'offerta integrata per coltura su scala mondiale'

Contenuto promosso da Syngenta Italia, Syngenta Italia :: Syngenta Italia - Seeds
Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Syngenta Italia.

Michael-Mack-2010_syngenta.jpg

Michael Mack, Chief executive officer di Syngenta

“Nel primo semestre 2011 gli agricoltori dell’emisfero nord hanno dovuto nuovamente affrontare condizioni climatiche sfavorevoli e una volatilità dei prezzi delle derrate agricole. Comunque, in un contesto di mercato con una domanda crescente, una bassa offerta di cereali ha causato un aumento generale dei prezzi delle derrate alimentari, che ha incentivato gli investimenti in tecnologie. Le nostre vendite hanno registrato una crescita sostenuta dai volumi in tutte le regioni.
Nel secondo trimestre, un contesto di mercato più favorevole si è tradotto in prezzi stabili per il business Crop Protection. In Seeds, si è registrata una solida crescita per tutte le colture e l’ampliamento del nostro portafoglio delle sementi di mais per gli Stati Uniti ha portato a un incremento sostanziale della profittabilità".

Riassume così Mike Mack, chief executive officer di Syngenta, il quadro dei risultati semestrali per il 2011. “In febbraio abbiamo annunciato la nostra nuova strategia basata su tre obiettivi principali: integrare, innovare e superare le aspettative - ha proseguito Mack -. Abbiamo fatto progressi nella sua implementazione e siamo in anticipo sull’integrazione commerciale rispetto alle tempistiche pianificate. La strategia è stata accolta positivamente dai nostri clienti, il che conferma il loro bisogno di innovazione in un contesto sempre più complesso.
Il loro sostegno giustifica i nostri investimenti continui in ricerca e sviluppo, come quelli realizzati per estendere la nostra presenza nei mercati emergenti. Questi investimenti sono stati fatti focalizzandoci sul nostro obiettivo principale: lo sviluppo di un’offerta integrata per coltura su scala mondiale".


Risultati finanziari del primo semestre 2011

Vendite a 7,7 miliardi di dollari
Le vendite sono aumentate del 12% a tasso di cambio costante (Tcc). Il fatturato ha registrato un incremento del 14%.
Le vendite di Crop Protection* sono aumentate del 10 % (Tcc) con un incremento dei volumi del 12% e un abbassamento dei prezzi del 2%.
Le vendite di Seeds hanno registrato una crescita dei volumi del 15%, con un aumento dei prezzi del 2%. (* le vendite di Crop Protection includono 25 milioni di $ di vendite infra-gruppo).

Margine Ebitda 2,1 miliardi di dollari
L’Ebitda è aumentato del 10 % a tasso di cambio costante con un margine del 28,3 %, rispetto al 28,6 % del 2010. Il margine lordo è stato mantenuto a tasso di cambio costante nonostante i prezzi più bassi in Crop Protection. I costi operativi sono stati influenzati da investimenti ulteriori necessari alla crescita del business.

Variazioni dei tassi di cambio
Le variazioni dei tassi di cambio senza copertura hanno aumentato l’Ebitda di 26 milioni di dollari. A causa dell’apprezzamento del franco svizzero rispetto al dollaro americano, si prevede che l’impatto negativo del tasso di cambio sull’intero esercizio Ebitda sarà intorno ai 75 milioni di dollari.

Utile netto
L’utile netto è aumentato del 14%, a 1,43 miliardi di dollari. L’utile per azione, al netto di ristrutturazioni e minusvalenze, è aumentato del 12% a 15,60 dollari (2010: 13,95 dollari).

 

Punti salienti delle attività commerciali del primo semestre 2011

CROP PROTECTION

Vendite in aumento del 10%, a 5,6 miliardi di dollari*; Volumi +12%, prezzi - 2 %; Ebitda 1,64 miliardi di dollari (2010: 1,57 miliardi di $); margine Ebitda 29,3 %* (2010: 31,5%)
Nonostante condizioni meteorologiche sfavorevoli in Nord America e Europa, la forte crescita dei volumi di vendita è stata mantenuta nel secondo trimestre (+9%). L’andamento dei prezzi ha continuato a migliorare, grazie a prezzi stabili nel secondo trimestre (Q1: -3%). Il margine EBITDA è stato più basso, essenzialmente a causa dell’abbassamento dei prezzi nel primo trimestre.
La crescita degli erbicidi selettivi si è concentrata nei mercati emergenti, in particolare nei paesi del CIS e in Europa Centrale. Axial® è stato lanciato con successo in Francia e nella penisola iberica. Le vendite di atrazina hanno registrato una forte crescita in Nord e Sud America, a seguito di una diminuzione delle importazioni di prodotti generici.
Le vendite negli erbicidi non selettivi sono rimaste stabili, con una crescita dei volumi che ha più che compensato una ulteriore debolezza dei prezzi.
I fungicidi hanno registrato una crescita in tutte le regioni, con una performance particolarmente forte in Usa, dove i produttori sono sempre più convinti degli effetti positivi di Amistar® sullo sviluppo delle piante. La crescita degli insetticidi ha beneficiato di un’ampia gamma, con aumenti a due cifre per diversi prodotti. Le vendite di Seed Care (Concia seme) sono state stimolate dall’estensione di Avicta® e Cruiser® così come dal successo di Maxim® in Europa.
Le vendite dei Professional products sono aumentate, riflettendo un miglioramento del mercato del consumatore finale in Europa e maggiori vendite nei tappeti erbosi in Asia-Pacifico.

Nuovi prodotti: le vendite dei nuovi prodotti (ossia lanciati dal 2006) sono incrementate del 27 % a 386 milioni di dollari. Gli apporti principali provengono da Avicta®, in aumento del 72% grazie all’estensione su soia e cotone, e da Durivo®, utilizzato su diverse colture e venduto attualmente in tutte le regioni.

 

SEEDS

Vendite in aumento del 17%, a 2,1 miliardi di $*; volumi: +15%, prezzi+2%; Ebitda: 537 milioni di dollari  (2010: 352 milioni di dollari); margine Ebitda: 26,4%* (2010: 20%)

Mais & Soia
Le vendite di mais e soia sono aumentate in tutte le regioni. Negli Stati Uniti, la crescita è stata guidata dal mais con la prima stagione di vendita di Agrisure VipteraTM e da un incremento dei ricavi dalle licenze. Le tecnologie applicate al mais hanno ugualmente generato una crescita in America Latina e in Asia Pacifico, con il lancio di altre varietà previste nel corso della stagione 2011/2012.
In Europa, la crescita è stata particolarmente forte nel CIS, grazie all’adozione di ibridi molto performanti.
Diverse Field Crop (Sementi per grandi colture): anche Diverse Field Crops ha ottenuto buone performance nei paesi del CIS con un’ulteriore espansione delle nostre quote di mercato nel segmento ad alto valore aggiunto del girasole in Russia. Le vendite della canna da zucchero hanno beneficiato della consolidazione di Maribo a partire da ottobre 2010.

Vegetables
La crescita è stata guidata in primis dall’Europa, con numerose innovazioni, inclusi i nuovi pomodori in Turchia e le varietà di peperone in Olanda. Nel CIS guadagnate quote di mercato nel cavolo cappuccio; anche la crescita nei mercati emergenti America Latina e Asia è stata forte. Le vendite in Nord America sono state più basse, a causa di elevati stock dei prodotti finiti.

Offerte integrate
Durante il Capital Markets Day del 21 giugno, Syngenta ha presentato un’offerta integrata delle seguenti colture: cereali, mais, riso, soia, canna da zucchero, girasole e orticole. Le pipeline permetteranno all’azienda di raggiungere un obiettivo di vendite di oltre 17 miliardi di $ per queste colture dopo il 2015, rispetto agli 8,4 miliardi di $ nel 2010.


“All’inizio del secondo semestre 2011, le prospettive della campagna principale in America Latina, che inizierà a settembre, sono positive grazie a dei fondamentali favorevoli. Ci attendiamo inoltre un’ulteriore espansione in Asia Pacifico e una forte crescita dei volumi con un incremento delle quote di mercato in tutti i segmenti", ha aggiunto Mike Mack.
Per l’esercizio 2011 Syngenta conta di realizzare un 'free cash-flow' superiore a 1 miliardo di dollari. Inoltre, le prospettive sull’andamento dei prezzi per il resto dell’anno sono positive e i prezzi dovrebbero rimanere stabili per tutto l’anno

"Per la stagione 2012 stiamo aumentando i prezzi in tutti i segmenti, con l’obiettivo di raggiungere un aumento generale a una cifra (mid single digit) - ha concluso Mack -. Questo ci permetterà di compensare l’impatto dell’inflazione e di continuare a investire nello sviluppo della nostra offerta integrata. Continuiamo a puntare a una crescita superiore a quella del mercato e di aumentarne l’ampiezza attraverso innovazioni per le diverse colture. La nostra capacità di gestire costi di produzione e di beneficiare della nostra presenza mondiale ci permetterà di mantenere un alto livello di profittabilità. Ci poniamo infine come obiettivo un ritorno sul capitale investito superiore al 12% e un incremento continuo dei dividendi".