Qualità e quantità oltre la difesa

Il fungicida Basf Signum®, ora utilizzabile anche su carota, contiene boscalid e pyraclostrobin (F500®) ed è stato protagonista di un incontro tecnico in provincia di Roma

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

basf-signum-roma.jpeg
Signum è il fungicida BASF dedicato alle colture orticole e dotato di effetto AgCelence® su lattuga e carota. Alla prova in campo, Signum dimostra di superare la protezione dalle malattie, offrendo vantaggi tangibili in termini di quantità e quantità del raccolto.

In ottobre è giunto il secondo appuntamento tecnico dedicato alla coltura della carota organizzato dalla Divisione Agro di BASF Italia, Lunedì 20 Ottobre 2014 presso l’azienda Agricola OrtoSole di Torrimpietra (Roma).
Il marchio AgCelence® è ancora una volta protagonista di una serie di lanci innovativi che riguardano un’ormai ampia gamma di prodotti BASF. L'appuntamento, aperto a tutti i coltivatori di carota della zona di Maccarese, ha avuto ancora come cornice l'azienda Agricola OrtoSole, importante vetrina per il concetto di sostenibilità in campo agricolo in stretta collaborazione con BASF: una "Farmily" a conduzione familiare che, grazie a un'attenta adozione di misure a tutela e valorizzazione del territorio, esalta il concetto di varietà locale che appare strettamente legato al territorio di origine.
Durante l’evento sono state presentate le potenzialità di Signum: l’innovativo fungicida BASF, registrato su numerose colture orticole, in grado di esaltare le capacità produttive della coltura oltre la difesa del patogeno grazie all’effetto AgCelence®, che garantisce elevati standard sia nella quantità che nella quantità del raccolto.
 
I benefici di Signum ad effetto AgCelence®, registrato anche su carota dal 2012, sono ben visibili. Nei rilevamenti fatti direttamente in campo durante l’evento, gli agricoltori hanno potuto constatare come l’impiego di questo prodotto incrementi visibilmente la quantità del fittone, dimostrando che Signum è senza dubbio una soluzione che va oltre la difesa, anche in un periodo caratterizzato da assenza di patogeni e stress.
Gli effetti positivi derivanti dall'utilizzo di Signum su carota si misurano dapprima in campo e poi in post raccolta. I risultati degli studi condotti da BASF, ma anche da strutture terze di ricerca, dimostrano infatti con la forza dei numeri quali e quanti siano i vantaggi per l'agricoltore in termini economici. Alla raccolta il fittone si manifesta di lunghezza mediamente superiore del 7%, e il calibro aumentato in media del 3% rispetto allo standard aziendale. Inoltre, in post-conservazione, Signum influisce positivamente anche sulla quantità della carote, diminuendo l'incidenza dell’ossidazione e dell’annerimento a seguito di frigoconservazione.
 
AgCelence, non è un semplice agrofarmaco bensì un insieme di benefici tangibili, cioè traducibili in guadagno per tutti gli attori della filiera, offerti da un gruppo di soluzioni BASF, come Signum su carota, che vanno al di là della mera protezione delle colture” dice Antonella Licheri, Marketing Manager Divisione Agro di BASF Italia.
 
Aspettati di più” è infatti il motto con cui BASF presenta AgCelence® al mercato. L'insieme di questi benefici superano la tradizionale frontiera della protezione delle colture e, orientandosi verso l'incremento di quantità e quantità del raccolto, si traducono in un aumento di profitto e successo per l'intera filiera.
In estrema sintesi, conclude Licheri, “AgCelence è in grado al tempo stesso di aumentare gli utili del coltivatore e di nutrirne il senso di soddisfazione, mentre contemporaneamente l’intera filiera agroalimentare trae vantaggio da una migliore quantità dei prodotti.
Ancora una volta BASF è al fianco degli agricoltori e conferma il suo impegno nel comprendere le loro esigenze proponendo soluzioni che permettano di produrre di più, meglio e con minori risorse in piena coerenza con le logiche della moderna agricoltura sostenibile.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.912 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner