Mirtillo, sì alla coltivazione ma nel modo giusto

Come svecchiare il panorama? Servono nuove varietà, libere dai progetti blindati, e consulenti specifici. Parola di Sandra Laghi di Battistini Vivai
mirtillo-coltivazione-fonte-battistini-vivai

Isabella Sanchi di Isabella Sanchi

Si fa presto a dire mirtillo, ma siamo sicuri di conoscere davvero questa pianta? I piccoli frutti stanno acquisendo sempre di più parte del mercato e tra questi quello che vanta l'interesse maggiore per produzione e coltivazione del prodotto italiano è proprio il mirtillo.La pianta necessita di un terreno particolare con un pH abbastanza acido, che in Italia si può trovare soltanto in alcune zone: nel Nord Italia in Trentino Alto Adige, Piemonte, Lombardia, in qualche parte del Centro Italia, in Calabria nella Sila, insomma aree ben localizzate e non diffuse.Una caratteristica, spiega Sandra Laghi, responsabile commerciale di Battistini Vivai, che spinge sempre di più alla produzione di mirtillo in fuori suolo, in vaso, in areali fino ad ora non vocati per questa coltura. La coltivazione in mastelli da 50-60 litri permette infatti di poter coltivare il mirtillo dove si vuole, perché l'habitat naturale viene ricostruito; inoltre è possibile ...

Pere, un comparto colpito da deficit produttivo
Nel 2021 il settore pericolo si trova a fare i conti con una produzione su un nuovo minimo storico
pere-by-mythja-adobe-stock-750x500

A metà ottobre i conferimenti delle principali varietà di pere volgono al termine ed è così possibile elaborare un consuntivo delle produzioni italiane. In occasione del Comitato di Coordinamento dell'8 ottobre, Oi Pera ha diffuso l'aggiornamento delle produzioni ...

Bieticoltura 4.0, filiera all'avanguardia grazie al digitale e alle tecnologie
Decision support system, droni, sensori, genetica e certificazioni sono gli strumenti messi in campo per dar vita alla produzione di zucchero 100% italiano in modo sostenibile
barbabietola-da-zucchero-ott-2021-fonte-italia-zuccheri-coprob

La campagna bieticolo saccarifera 2021, avviata lo scorso luglio, sta per concludersi e ad oggi i risultati ottenuti sono soddisfacenti.Nonostante un andamento climatico avverso alla coltivazione per le alte temperature e le scarse precipitazioni, l'alto tasso di innovazione lungo tutta la filiera ...

Farm to Fork: innovazione per maggiore sostenibilità e produttività
L'innovazione vegetale come chiave per garantire produzioni sostenibili, reddito agli agricoltori e raggiungere gli obbiettivi della strategia europea. Se n'è parlato alla seconda tappa di celebrazione dei cento anni di Assosementi
orticole-fonte-assosementi

Il settore sementiero è pronto a giocare un ruolo importante per raggiungere gli obiettivi fissati dalla Farm to Fork, ma deve poter contare sull'innovazione vegetale come strumento imprescindibile per garantire sia la sostenibilità delle produzioni sia il reddito degli agricoltori. ...

Viaggio nella castanicoltura portoghese
Alcuni produttori di Parma e della Romagna hanno potuto conoscere la realtà della produzione lusitana grazie all'iniziativa di Centoform cofinanziata dalla Regione Emilia Romagna. A cura di Roberto Rinaldi Ceroni
castagneti-braganza-roberto-rinaldi-ceroni

Il viaggio studio sulla castanicoltura portoghese organizzato da Centoform e cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna ha consentito a un gruppo di produttori di Parma e della Romagna di confrontarsi con una realtà molto dinamica.La zona visitata è stata quella di Braganza, a Nord ...

Soia, aumentano le superfici ma cala la produzione
A trebbiatura quasi conclusa, Consorzi Agrari d'Italia riporta rese basse e prezzi più alti rispetto allo scorso anno
soia-by-sima-fotolia-750x518

Aumentano del 10% gli ettari coltivati a soia ma la produzione di quest'anno, nel nostro paese, si riduce di circa 100mila tonnellate rispetto alla scorsa campagna. Questo è quanto comunica Consorzi Agrari d'Italia (Cai) che ha diramato i dati della trebbiatura ormai giunta a ...

Psr Abruzzo il bando per la biodiversità agraria
A disposizione 500mila euro per progetti di recupero, conservazione e caratterizzazione di varietà vegetali autoctone di interesse agrario. All'interno il link al bando
fagioli-fagiolo-dall-occhio-vigna-unguiculata-by-assianir-wikipedia-jpg

L'Abruzzo ha aperto il bando per richiedere i contributi per il mantenimento e la tutela della biodiversità agraria e delle risorse genetiche autoctone.Il bando, attivato sull'intervento 10.2.1 del Psr, ha l'obiettivo di sostenere progetti di recupero, conservazione e caratterizzazione ...

Voce alla nuova generazione del florovivaismo
The Green Times: il secondo numero della rivista pubblicata da ICL dà spazio ai giovani
the-green-times-icl-rivista-numero-due-the-new-generation-giovani-innovazione-florovivaismo-ottobre-2021-fonte-icl

Cosa deve aspettarsi il florovivaismo nei prossimi anni? A rispondere ci pensano i giovani studenti e professionisti della floricoltura protagonisti della seconda edizione di The Green Times.È online, infatti, il nuovo numero del magazine di ICL, azienda professionista della nutrizione ...

Sementi: meglio riconoscere l'equa remunerazione
La risemina di cereali provenienti dalla propria azienda è possibile, ma solo se vengono riconosciuti i diritti ai costitutori. Esentati solo i "piccoli agricoltori". Piccoli, ma mica tanto
campo-grano-frumento-agricoltore-giovani-by-es0lex-adobe-stock-750x485

Donatello Sandroni di Donatello Sandroni

Sicasov, società cooperativa che gestisce i diritti dei costitutori di sementi, invia un comunicato stampa e sui social scoppia il putiferio. Prevedibile, visto che il comunicato è incentrato sui controlli cui possono essere soggette le aziende che riseminano parte dei raccolti del ...

Qualità, distintività e filiere: il futuro della noce in Emilia Romagna
La regione è la locomotiva della moderna nocicoltura con il 30% degli impianti intensivi d'Italia. Ci sono le condizioni per fare crescere filiere della frutta a guscio e ridurre la dipendenza dalle importazioni
noce-frutti-by-bits-and-splits-fotolia-750

Nell'ultimo ventennio il consumo annuo di noci in Italia è passato da 26mila a 63mila tonnellate (di cui 49mila importate), quello di nocciole da 108mila a 187mila tonnellate (di cui 70mila importate). Agricoltori, imprenditori dell'agribusiness e player dell'agroindustria guardano adesso ...

Melo, le nuove varietà di Civ
Il business development manager, Marco Bertolazzi: "Un intenso mese di settembre per il segmento melo del Civ, con un elevato interesse per innovazioni varietali e progettualità di filiera"
mela-t-rex-civt15-fonte-civ

Le ultime innovazioni varietali Civ che riguardano il melo sono protagoniste in questi giorni a Fruit Attraction di Madrid a cui Civ partecipa nella collettiva organizzata da Cso Italy."Il Civ, Consorzio Italiano Vivaisti, ha consolidato un'esperienza quarantennale nel miglioramento genetico di ...

El Giga, il nuovo spinacio invernale di Syngenta
L'azienda amplia la propria offerta nel segmento dello spinacio portando innovazione anche nel segmento invernale
spinacio-el-giga-fonte-syngenta

Ad ottobre scorso Syngenta aveva dato prova di grande capacità di innovazione entrando nel segmento dello spinacio con una offerta di qualità per soddisfare le esigenze degli operatori nei diversi segmenti grazie a varietà con resistenza elevata a Stemphylium (che tutt'ora ...

EVENTO ONLINE - I nuovi scenari dell'agricoltura europea: sostenibilità e innovazione nel settore dell'ortofrutta
Lunedì 11 ottobre 2021 a S. Agata Bolognese (Bo) la seconda tappa di celebrazione del centenario di Assosementi
ortofrutta-biologico-frutta-verduraby-oksanas-adobe-stock-750x348

Lunedì prossimo, 11 ottobre 2021, Assosementi organizza a S. Agata Bolognese (Bo) la seconda tappa di celebrazione del suo centenario con l'evento "I nuovi scenari dell'agricoltura europea: sostenibilità e innovazione nel settore dell'ortofrutta". Nel corso della ...

Coltivazioni al sicuro e tutela del raccolto: i contratti di filiera Terrepadane
Uno strumento che suggerisce all'azienda agricola la varietà da seminare, le tecniche agronomiche da adottare e la vendita dei cereali
cereali-grano-by-teodora-d-fotolia-750

Indirizzare l'azienda agricola nella scelta delle varietà da seminare, nelle tecniche agronomiche da adottare e nella vendita dei cereali: questi i vantaggi dei contratti di coltivazione del Consorzio agrario Terrepadane, ai quali si aggiunge anche la determinazione di un prezzo di vendita ...

EVENTO ONLINE - Cereali autunno vernini: come migliorare rese e qualità e ridurre l'impronta di carbonio
Il webinar, organizzato da Fieragricola in collaborazione con il Consorzio Agrario del Nordest, si terrà giovedì 7 ottobre 2021 ore 17:00
grano-frumento-verde-by-sarote-fotolia-750

Il prossimo giovedì 7 ottobre 2021 alle 17:00, Fieragricola accenderà i riflettori sui "Cereali autunno-vernini: come migliorare rese e qualità e ridurre l'impronta di carbonio", proseguendo il percorso di formazione in avvicinamento alla 115esima edizione della ...

Nocciole, un'annata da dimenticare in tutta la Ue
All'incontro bilaterale Ue-Turchia sul comparto corilifero, Agrinsieme ha presentato i dati sulle negative previsioni di campagna. Criticità climatiche e fitopatologiche riscontrate anche in Francia e Spagna, dove pure le perdite sono consistenti
nocciole-by-deviddo-fotolia

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Le previsioni per la campagna corilicola italiana 2021-2022 registrano un vistoso calo produttivo negli areali vocati: -55% in Piemonte, -70% in Lazio e Campania e addirittura -80% in Sicilia. Lo ha sottolineato il coordinamento di Agrinsieme, che è intervenuto il 30 settembre scorso ...

Mele, iniziata la raccolta di Red Moon®
La raccolta della mela a polpa rossa 100% italiana è partita con la cultivar più precoce RS-1, a cui seguirà tra poche settimane quella più tardiva RM-1. Continuano i test per l'espansione internazionale
raccolta-red-moon-mele-fonte-red-moon

È iniziata a metà settembre la raccolta di Red Moon® negli areali italiani, in particolare della cultivar più precoce RS-1, a cui seguirà tra poche settimane quella della cultivar più tardiva RM-1. Per la mela a polpa rossa e ticchiolatura resistente, ...

Riso, prevista una produzione in calo ma di qualità
La raccolta inizia in ritardo a causa della crescita rallentata della coltura per l'andamento meteorologico che ha caratterizzato quest'anno. La qualità non sembra essere stata intaccata
riso-campo-risicolo-autunno-by-wr-lili-adobe-stock-749x500

È tempo di raccolta del riso. Le prime trebbiature sono partite, anche se in ritardo perché, a causa delle semine tardive e delle basse temperature primaverili, le colture hanno rallentato la crescita, spostando tutto più avanti nel tempo. Coldiretti, previsto -10% di ...

Valomays, caratterizzare le varietà di mais per reintrodurle nei territori di origine
Coordinato dal Crea con l'Università statale di Milano, il progetto punta a tutelare la biodiversità mediante la valorizzazione delle risorse genetiche del territorio
mais-fonte-crea

Mais sostenibile e di alta qualità per uso alimentare, grazie ad antiche varietà locali da riscoprire e reintrodurre nei territori di origine in un'ottica di tutela e valorizzazione della biodiversità. È questo l'obiettivo di Valomays, il progetto biennale ...

Pere, come ripartire?
Il punto della situazione e possibili soluzioni per una ripresa del settore pericolo con Gianluca Pasi di Geoplant
pere-crea-194-fonte-geoplant-vivai-da-sito

Isabella Sanchi di Isabella Sanchi

Sul settore pere si è abbattuta la tempesta perfetta: un insieme di fattori che, tutti insieme nello stesso periodo, hanno causato una situazione drammatica per il comparto. Tra questi le gelate primaverili, la maculatura bruna, la psilla e la moria delle piante. Ma qualcosa si può ...

L'olivo superintensivo conviene? L'esperienza di due produttori
Quali sono i pregi e i difetti dell'olivicoltura superintensiva? Lo abbiamo chiesto a due produttori di lunga data: Pietro Leone, titolare della Tenuta Cericola, in provincia di Foggia, e Patrizia de Leone del Frantoio Casale San Giorgio, ad Aprilia (Lt)
olivosuperintensivotenuta-cericola-750x500

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

L'olivicoltura italiana è in un guado. Da un lato infatti i consumi di olio a livello mondiale sono in aumento, dall'altro però la produzione nazionale è in contrazione e rappresenta solo una frazione dell'olio prodotto in Spagna. Le cause del declino sono varie: i ...


Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner


Media Partner

AgroNotizie realizza reportage tematici
e collabora per la realizzazione di eventi dedicati all'agricoltura con: