Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

La fine delle gabbie è un trend internazionale

Premi Benessere animale: la Compassion in world farming premia Camst e Madeo Tenuta Corone
elisa-bianco-fontecompassion-in-world-farming.jpg

Nella foto: Elisa Bianco con i rappresentanti dei vincitori Camst e Madeo
Fonte foto: © Compassion in world farming

Il 28 giugno 2017 a Londra, la Compassion in world farming (Ciwf), organizzazione internazionale che si occupa esclusivamente della protezione e del benessere degli animali negli allevamenti, ha consegnato 68 riconoscimenti a diverse aziende alimentari e catene di supermercati in tutto il mondo, comprese grandi realtà internazionali come Danone, Tesco e Lidl.

Una vita migliore per quasi 100 milioni di animali ogni anno. È quanto emerge dai premi Benessere animale 2017 che Ciwf conferisce ogni anno alle aziende virtuose.

Durante la cerimonia Camst, azienda di ristorazione, ha ricevuto il premio Good egg per l’impegno a eliminare l’utilizzo di uova da galline in gabbia entro i prossimi 5 anni.

Il premio Good pig, invece, è stato consegnato a Madeo Tenuta Corone per l’impegno a favore del benessere dei suini; per i suoi standard maggiormente rispettosi del benessere dei suini, allevati su una lettiera di paglia e con la possibilità di accesso all’aperto, senza che vengano loro tagliate le code.

Tra i vincitori 2017 spiccano grandi nomi, come il gruppo Jamie Oliver che ha ricevuto l’ambizioso premio Cage free per l’impegno a eliminare del tutto l’utilizzo di gabbie dalle loro filiere e Tesco che ha ricevuto il premio innovazione nella Gdo per l’innovativo lavoro sul miglioramento dei sistemi di stordimento per i pesci. Diverse aziende di ristorazione statunitensi, come Shake Shack e Noodles & Company, e ben 29 aziende cinesi sono state premiate per il loro impegno a favore di suini, galline e polli da carne.

A livello globale, il 2016 è stato un anno molto importante per il benessere delle galline. Un numero sempre crescente di grandi aziende si è impegnato per eliminare le gabbie dalle proprie filiere di uova, dando vita a un’ondata partita dagli Usa ed estesasi poi all’Europa.

Elisa Bianco, responsabile del settore alimentare di Ciwf in Italia ha commentato: "Così come sta accadendo nel resto del mondo, anche in Italia le gabbie per le galline stanno per essere consegnate ai libri di storia: continueremo a collaborare con le aziende alimentari per poter celebrare presto altri importanti passi avanti e ci auguriamo di potere dare presto anche a scrofe e conigli una vita senza gabbie".

Nel resto d’Europa, oltre che per le galline si conferma il trend che porta ad abbandonare le gabbie anche per i conigli, che in Italia rappresentano ancora la quasi totalità dei sistemi di allevamento. 

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 20 luglio a 131.960 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy