Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Difesa, per i trattamenti ci si affida ai bombi

Una azienda canadese ha messo a punto un sistema per usare gli insetti come vettori per la diffusione di bioagrofarmaci e biostimolanti

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

bombo-bee-vectoring-technology.jpg

Bee vectoring technology utilizza i bombi per il trasporto di bioagrofarmaci
Fonte foto: Bee Vectoring Technology

I bombi e gli altri insetti impollinatori sono fondamentali per il successo di molte colture. Ma presto api e bombi potrebbero essere utili alleati dell'agricoltore anche nella difesa delle colture. Bee vectoring technology è una azienda canadese che ha messo a punto un sistema di diffusione di bioagrofarmaci e biostimolanti attraverso il volo delle api.

Il cuore della tecnologia messa a punto da Bvt è l'alveare. Una struttura creata in modo che gli insetti siano costretti ad entrare da un foro e ad uscire dalla parte opposta dei nidi. All'interno il bombo deve seguire un percorso che lo porta in contatto con il prodotto. Sotto forma di microgranuli, si attacca alle zampe e al ventre dell'insetto come del polline e viene poi depositato involontariamente sui fiori una volta che il bombo esce dall'alveare.

Dall'azienda fanno sapere che un nido contiene circa 300 bombi (allevati specificatamente per questo scopo), in grado di visitare, e quindi trattare, dieci milioni di fiori durante la stagione. Ogni insetto da solo può arrivare a posarsi su dieci fiori al minuto.

I vantaggi sono potenzialmente enormi. L'eliminazione della necessità di entrare in campo con il trattore per i trattamenti. L'eliminazione dell'utilizzo di acqua per la miscela. La riduzione delle emissioni di anidride carbonica e soprattutto un trattamento mirato. I bombi infatti visitano solo le piante in fiore rilasciando il prodotto in maniera precisa. Niente deriva, niente prodotti nei fossi, sul terreno o in altre zone non utili.

"E' una soluzione elegante ad un problema complesso", dicono dall'azienda. E in effetti il progetto è affascinante, anche perché i bombi, a differenza delle api, possono volare anche in condizioni meteorologiche sfavorevoli o con temperature basse. Inoltre, rassicurano quelli di Bvt, il prodotto utilizzato non è pericoloso né per l'uomo né per i bombi.

Appunto, il prodotto. Perché se il metodo di trasporto è affascinante, i dubbi si aprono circa la tipologia di prodotto utilizzabile, la finestra temporale in cui i bombi possono proteggere le colture e l'efficacia dei trattamenti. "Utilizziamo dei bioagrofarmaci, nostri o di terze parti, come alternativa ai prodotti chimici", spiega ad AgroNotizie Ashish Malik, ceo di Bvt, durante il World agritech innovation summit di San Francisco.

Bvt sta brevettando in Canada un prodotto a base di Clonostachys rosea, un fungo che svolge una funzione protettiva, soprattutto contro la botrite. Dai test effettuati dall'azienda risulta che questo fungo rafforza le difese della pianta contro gli stress ambientali e le malattie, specialmente quelle fungine. Inoltre aiuta la coltura a svilupparsi incrementando qualità e produttività.

I bombi possono però trasportare anche altri prodotti, bioagrofarmaci o biostimolanti, sviluppati da società terze. I programmi per la protezione delle colture riguardano il pomodoro, il girasole, la fragola, il mirtillo, la colza e il melo. Per ora Bee vectoring technology opera solo nel mercato canadese "ma il nostro obiettivo è quello di espanderci dapprima negli Stati Uniti e poi in Europa", spiega Malik.
 
 

In occasione della Rethink Ag & Food Innovation Week (San Francisco, 28-30 marzo 2017) siamo andati a scoprire gli ultimi sviluppi della tecnologia applicata all'agricoltura e al cibo.
Dal precision farming ai big data, dalla robotica all'agricoltura cellulare, AgroNotizie prova a raccontare come produrremo e mangeremo il cibo nel futuro.



Il viaggio di Image Line per raccontare l'AgroInnovazione in Italia è iniziato!

Scopri l'AgroInnovation Tour,

le nuove opportunità del digitale per l'agricoltura di oggi e di domani!

AgroInnovation Tour di Image Line - scopri le tappe!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 21 settembre a 132.247 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy