Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Manutenzione prevista per il 22 agosto I nostri siti non saranno raggiungibili fra le 9 e le 13
Una Mano per i Bambini

Coldiretti Lazio, una vertenza per le emergenze dell'agricoltura

L'associazione di categoria ha chiesto un incontro in regione per affrontare i problemi legati a primo insediamento giovani, stato dei Consorzi di bonifica e siccità. Già richiesto lo stato di calamità per la mancanza d'acqua
siccita-mais-carenza-idrica-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Siccità, anche il Lazio chiede lo stato di calamità
Fonte foto: © Matteo Giusti - AgroNotizie

La Coldiretti Lazio ha inviato tre lettere agli assessori regionali Carlo Hausmann, Agricoltura, Fabio Refrigeri, Infrastrutture, e Mauro Buschini, Ambiente, per aprire una vertenza sulla assegnazione dei contributi europei a 1.250 giovani, sul ruolo dei Consorzi di bonifica, sullo stato delle attività di bonifica nella Valle del Sacco e sui danni all'agricoltura causati dalla siccità.

L'emergenza primaria attualmente è la mancanza d'acqua, come ha spiegato David Granieri, presidente della Coldiretti Lazio, che sottolinea come la crisi idrica e le turnazioni per irrigare i campi hanno compromesso la qualità delle produzioni sottopagate sul mercato, tanto che i prezzi corrisposti non bastano nemmeno a coprire le spese.

Una carenza idrica che non risparmia nessuna provincia. A Latina dalle turnazioni si è passati alla chiusura degli impianti irrigui e migliaia di ettari coltivati a ortaggi, meloni, angurie sono stati seriamente danneggiati o persi

Negli allevamenti bovini di Rieti, Frosinone e della provincia di Roma la produzione di latte, per il caldo e lo stress degli animali, è crollata del 40%.

Nella Tuscia e in Sabina dove possibile si sta ricorrendo all'irrigazione di soccorso anche per salvare uliveti e vigneti, pur nella consapevolezza che la metà del raccolto è compromessa. A rischio i noccioleti di Caprarola e dei comuni vicini sprovvisti di sistemi di irrigazione.

Chi ha acqua per irrigare è costretto a spese aggiuntive per approvvigionarsi di carburante o di energia elettrica per alimentare gli impianti irrigui. Chi irriga un giorno a settimana è rassegnato alla inevitabile perdita del raccolto.

E le perdite sono ingenti. Una prima stima parla di almeno 110 milioni di euro, ma l'ammontare dei danni è destinato a salire.

"La vertenza interassessorile che è stata sollecitata con le tre lettere - ha detto Aldo Mattia, direttore della Coldiretti Lazio - deve segnare un punto di svolta nelle politiche su ambiente e agricoltura e favorire la concreta attivazione delle misure più volte annunciate dai tre assessori, ma mai entrate in vigore".

"La regione, tramite i Consorzi di bonifica, deve fronteggiare la drammaticità del momento con risposte adeguate alla gravità delle emergenze - ha aggiunto Mattia - e programmare le attività necessarie per mettere il sistema agricolo al riparo dagli effetti di nuove, probabili siccità".

Una richiesta che è già stata accolta dai vertici politici regionali che dal 17 luglio hanno aperto il tavolo interassessorile sui danni causati dalla siccità, sulla operatività dei Consorzi di bonifica, sui finanziamenti Ue per il primo insediamento dei giovani imprenditori agricoli e sul risanamento della Valle del Sacco.

Inoltre la regione ha richiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità, un riconoscimento che garantirà alle aziende il ristoro dei danni subiti o almeno agevolazioni fiscali, creditizie e l'abbattimento degli oneri contributivi.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 3 agosto a 131.904 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy