Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Psr Sicilia, 20 milioni sulle startup extra agricole

Destinatari del bando della sottomisura 6.2 gli agricoltori delle zone svantaggiate dell'Isola, pronti anche tre milioni e 350mila euro per la formazione

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

banconote-soldi-euro-by-wolfilser-fotolia-750.jpeg

Agli imprenditori sarà riconosciuto un premio forfettario di 20mila euro, con il quale dovrebbero partire 1000 nuove attività
Fonte foto: © Wolfilser - Fotolia

La Regione Siciliana mette a disposizione 20 milioni di euro per l’avvio di startup extra agricole nelle zone rurali attraverso il bando della sottomisura 6.2 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 appena pubblicato. E pubblica anche l’avviso pubblico della sottomisura 1.1 sulla formazione degli operatori agricoli, per 3 milioni e 350mila euro.
 
“Con l’avvio della sottomisura 6.2 sulle startup, i fondi del Psr messi a bando nell’ultimo anno ammontano a circa 470 milioni di euro – afferma l’assessore all’Agricoltura della Regione Siciliana - abbiamo raggiunto gli obiettivi di spesa del 2018 con quasi due anni di anticipo, mettendo la regione al sicuro dal rischio di disimpegno automatico. Grazie alla nuova programmazione sull’agricoltura stiamo dando alla Sicilia gli strumenti per affrontare le nuove sfide del futuro”.

Aiuti alle startup extragricole delle aree più deboli
“Verrà concesso un premio forfettario da 20mila euro per la creazione di nuove imprese extra agricole nelle zone rurali  C e D, per sostenere nuove attività imprenditoriali e rafforzare economia e occupazione nelle aree più deboli della regione. Questo bando finanzierà l’avvio di 1000 nuove imprese nelle aree rurali della Sicilia" – conclude l’assessore Cracolici.
 
Tra gli interventi ammissibili della 6.2: progetti di produzione di energia da fonti rinnovabili per la vendita; attività turistico-ricettive in ambito rurale; attività di valorizzazione di beni culturali e ambientali; attività informatiche ed elettroniche, e-commerce; servizi per le aziende agricole, per la persona e la popolazione rurale; trasformazione e commercializzazione di prodotti artigianali e industriali non compresi nell’allegato I del Trattato, che abbiano attinenza con le produzioni agricole.
 
I beneficiari della sottomisura 6.2 sono agricoltori o coadiuvanti familiari, microimprese e persone fisiche. Il premio forfettario da 20mila euro, può essere chiesto singolarmente o in collegamento con altre misure con l’obbligo di rendicontare almeno 14mila euro di spesa e di concludere la realizzazione del progetto previsto entro due anni, pena la restituzione delle somme.

Formazione professionale
In queste ore la Regione Siciliana ha anche pubblicato il bando della sottomisura 1.1 del Psr per la formazione professionale nel settore agricolo, sul quale sono stati appostati 3 milioni e 350 mila euro.

La sottomisura 1.1 finanzia corsi di formazione e aggiornamento, workshop, attività di coaching, laboratori e tirocini aziendali su sostenibilità dei processi produttivi, impiego più efficiente dei mezzi tecnici, partecipazione a strumenti aggregativi (Op, associazioni, organizzazioni interprofessionali) e alle filiere agroalimentari; diversificazione delle attività, agricoltura biologica e integrata, diffusione delle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione e tanto altro.

I beneficiari sono operatori impegnati nel settore agricolo, alimentare e forestale e nella gestione del territorio, o altri operatori economici che siano Pmi operanti in zone rurali, prioritariamente giovani agricoltori, donne e startup nelle zone rurali.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Siciliana

Autore:

Tag: giovani sviluppo rurale formazione startup aggregazione bandi Psr

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 18 maggio a 132.253 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy