Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Fruit Logistica 2017, l'ortofrutta italiana protagonista a Berlino

Tanta partecipazione fra aziende, visitatori e buyer alla kermesse. Christian Goke, di Messe Berlin Gmbh: "Quest'anno abbiamo superato i 3mila espositori"

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

fruit-logistica-2017-fonte-messe-berlin.jpg

I padiglioni della partecipatissima Fruit Logistica 2017
Fonte foto: © Messe Berlin

Gran successo per Fruit Logistica 2017, la rassegna internazionale sull’ortofrutta della Fiera di Berlino, in linea con il trend dello scorso anno. Quest’anno, venticinquesima edizione della manifestazione, dall’8 al 10 febbraio quasi 3100 aziende espositrici provenienti da 86 paesi e oltre 70mila buyer hanno affollato i padiglioni del salone mondiale dedicato al settore ortofrutticolo.

Tantissimi visitatori per un’edizione straordinaria, come commentano Christian Goke, ad di Messe Berlin Gmbh. “Fruit Logistica è nata dall’impulso di un settore e da quel momento si è evoluta in modo impressionante – sottolinea Goke – venticinque anni fa siamo partiti con un centinaio di espositori, mentre nel 2017 abbiamo superato i 3mila per la prima volta. Fruit Logistica non solo offre le migliori opportunità di business, ma è anche la più ambita piattaforma di informazione e innovazione”.

Folta anche la presenza italiana a Fruit Logistica, con circa cinquanta imprese all’interno del padiglione del Cso Italy, che a Berlino ha portato “Freshness from Europe”, progetto finanziato da Ue, Governo e soci Cso per la promozione del made in Italy ortofrutticolo. Gli obiettivi del progetto sono mercati target come Emirati Arabi Uniti, Giappone, Cina, Canada e Stati Uniti. Il progetto, caratterizzato da un investimento di 5,3 milioni di euro, proseguirà anche nel 2018.

I prodotti esportabili nei paesi target sono limitati dalle barriere fitosanitarie che impediscono di fatto un flusso commerciale più ampio – sottolinea Paolo Bruni, presidente di Cso Italy – abbiamo il kiwi che può essere esportato ovunque, e altri prodotti come mele e pere già spedie in Emirati, Usa e Canada. Speriamo di riuscire ad aprire il canale del mercato cinese, dalle grande potenzialità”. Per il mercato cinese Cso Italy ha portato a Berlino materiale informativo ad hoc, relativo all’identificazione della qualità del made in Italy con l’arte.

Molto positiva anche l’esperienza di Macfrut a Fruit Logistica. I vertici della fiera italiana dell’ortofrutta, insieme a quelli del mercato agroalimentare di Padova, Maap, hanno incontrato una delegazione di Agap Perù, l’associazione degli esportatori peruviani, in un focus su prodotti tipo asparagi, uva, avocado, mandarini, melograni, mirtillo e mango. Rimangono così ben allacciati i rapporti con il Perù, in forte crescita dal punto di vista ortofrutticolo, paese partner di Macfrut nel 2016, che sarà presente anche nell’edizione 2017.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 27 aprile a 131.981 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy