Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Manutenzione prevista per il 22 agosto I nostri siti non saranno raggiungibili fra le 9 e le 13
Una Mano per i Bambini

Micorrize e qualità nutraceutiche

I funghi micorrizici aumentano il contenuto di sostanze benefiche e le qualità organolettiche di frutti e ortaggi
Info aziende
ortofrutta-verdura-by-monticelllo-fotolia-750.jpeg

La micorriza offre vantaggi per le piante, come un maggiore assorbimento dei nutrienti minerali dal suolo
Fonte foto: © monticellllo - Fotolia

I nutraceutici sono principi nutrienti, contenuti nella frutta e nella verdura, che hanno effetti positivi sulla salute, come ad esempio antiossidanti, polifenoli, vitamine, resveratrolo e complessi enzimatici…
Le sostanze nutraceutiche, se assunte in sufficiente quantità, sono utili per prevenire/contrastare malattie croniche, migliorare lo stato di salute, ritardare il processo di invecchiamento e aumentare l'aspettativa di vita. Nell’antichità Ippocrate, considerato il "padre" della medicina occidentale, diceva “Lasciate che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia il cibo”.
 
Passando da Ippocrate ai tempi moderni, oggi sappiamo grazie a molteplici studi internazionali che le piante micorrizate producono alimenti con un contenuto di sostanze nutraceutiche maggiore rispetto a quelle non micorrizate. E questo grazie alla simbiosi che i funghi micorrizici instaurano con la pianta.
 
Cosa sono le micorrize e come funzionano?
La micorriza è l'associazione simbiotica tra le radici delle piante (agrarie e forestali) e alcuni funghi del terreno.
Entrambi traggono vantaggio dalla micorrizazione: il fungo colonizza le radici della pianta, fornendole nutrienti minerali e acqua che assorbe dal terreno attraverso la sua rete esterna di ife, mentre la pianta fornisce al fungo essudati radicali.
 
Vantaggi per le piante
Gli effetti positivi delle micorrize sulle piante sono numerosi. Il principale è l’incremento dell’assorbimento di nutrienti minerali dal suolo. L’espansione del micelio esterno del fungo oltre la rizosfera è il motivo principale di questo effetto, poiché permette il raggiungimento di nutrienti al di fuori della zona di azione delle radici. Altri vantaggi offerti dalla micorrizazione sono:
  • maggior resistenza della pianta allo stress idrico e alla salinità;
  • aumento della resistenza e tolleranza ai patogeni del terreno;
  • maggior assorbimento di microelementi;
  • maggiore e più uniforme produzione;
  • miglior sviluppo delle piante;
  • maggiore efficienza di fertilizzanti e irrigazione;
  • miglior adattamento della pianta all’ambiente;
  • riduzione dei fenomeni di stanchezza dei terreni;
  • azione biostimolante.
 
Inoculi di funghi micorrizici 
Italpollina è una dei principali produttori mondiali di funghi micorrizici. Per rendere semplice e funzionale la micorrizazione delle piante sono stati sviluppati vari formulati micorrizici contenenti differenti specie fungine (Glomus intraradices, Glomus mosseae, Trichoderma atroviride, …) e disponibili in varie formulazioni (pastiglia, polvere idrosolubile, gel, microgranulo…).
 
Per maggiori informazioni clicca QUI.

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 3 agosto a 131.904 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy