Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Mele ben protette: iniziano a Interpoma

Patogeni, insetti, acari e malerbe. Una pressione continua sui meleti, i quali vanno difesi al meglio. A Interpoma le proposte delle maggiori società della protezione delle colture

Tecnica
mele-rosse-mela-rossa-by-zoomteam-fotolia-750.jpeg

Protezione completa, per raccolti più sani. A Interpoma
Fonte foto: © ZoomTeam - Fotolia

Dalla fioritura al pre-raccolta. La difesa del melo prosegue incessantemente per oltre sei mesi, a causa delle molteplici avversità che lo affliggono. Contro gli insetti si sono nel tempo avvicendati molti prodotti, diversi dei quali ancora oggi a disposizione dei melicoltori. Finiti i tempi delle applicazioni a rottura gemme contro gli afidi, non è che questi abbiano finito di infestare i germogli. Quindi vanno comunque combattuti, semplicemente spostando le applicazioni in là nella stagione.

Caduta petali? Ci sono i tortricidi, o almeno alcuni di essi. Già, perché Eulia e Pandemis si sono evolute, pare, per fare ammattire i frutticoltori sfalsandosi nei cicli. I carpofagi si sono invece abbastanza spartiti le scene: la carpocapsa infesta soprattutto in primavera e solo parzialmente d'estate, mentre la cidia affligge i frutti preferibilmente in pre-raccolta. Ciò obbliga ad applicare insetticidi, ovicidi, larvicidi od ovo-larvicidi, da inizio maggio fino ad agosto inoltrato, senza dimenticare l'opzione "confusione", la quale prevede prodotti a base di feromoni per l'uno, per l'altro o per entrambi i fitofagi.

Patologia regina, la ticchiolatura. Pioggia come alleata, questa malattia impone nelle stagioni storte di trattare con intervalli molto ristretti, vuoi con prodotti di copertura, vuoi citotropici, vuoi miscele dei due. L'arrivo di soluzioni inedite in veste di agrofarmaci, come per esempio i fosfonati, hanno dato una marcia in più ai prodotti, pur necessitando della debita attenzione in termini anche di residui.

Non mancano però altre patologie, fra le quali in pre-raccolta spiccano quelle note come "da frigoconservazione". Anche in tal caso, le applicazioni sono d'obbligo fino all'ultimo momento utile permesso dalle etichette ministeriali dei vari prodotti disponibili, a una o due vie.

Infine, sebbene non siano annoverabili fra i prodotti per la difesa, si possono contare diverse soluzioni per la fitoregolazione della coltura, anch'esse regolarmente registrate come agrofarmaci. Un segmento che è andato ad arricchirsi nel tempo e che permette di controllare la qualità e la quantità delle produzioni contenendo i costi che altrimenti lieviterebbero se tali operazioni venissero espletate manualmente.

Dal 24 al 26 di novembre, in occasione di Interpoma, a Bolzano, si potranno incontrare numerosi fornitori di prodotti per la difesa delle colture. Fra questi, i melicoltori professionali e hobbisti potranno trovare certamente le soluzioni più idonee alle esigenze dei propri frutteti.

Scopri qui le novitàTrova gli espositori
Catalogo sfogliabile e piantina Interpoma


 
 

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 19 ottobre a 132.663 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy