Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Il maltempo non molla la presa

Dopo una breve tregua una nuova perturbazione a carattere freddo in discesa dalla Francia raggiungerà il Mediterraneo nel weekend, portando piogge e freddo invernale

Andrea Tura di Andrea Tura

previsioni-novembre-2017.jpg

Vortice depressionario in Mediterraneo: possibili nubifragi in vista
Fonte foto: MeteoGiuliacci

Il maltempo ha concesso una breve tregua, ma già in queste ore la circolazione depressionaria mediterranea riceverà nuova benzina da una colata fredda in discesa dalla Francia che rinvigorirà l’instabilità e porterà piogge e temporali al Centro Sud.
L’innesto sui settori meridionali europei sospingerà il vortice dal Golfo del Leone verso Baleari e Sardegna e successivamente sul Canale di Sicilia.
 

Analisi

L'analisi delle principali elaborazioni modellistiche per la seconda e terza decade di novembre mette in evidenza una prosecuzione della variabilità. Non mancherà un breve periodo stabile garantito dal ritorno dell’alta pressione, ma pare sempre più probabile un cambiamento radicale dell’assetto barico sullo scacchiere europeo: il freddo inizierà a spingersi con maggior decisione verso le aree meridionali e nel contempo transiteranno profondi vortici depressionari d’origine atlantica che porteranno parentesi perturbate degne di nota.
Naturalmente il Mediterraneo costituirà il campo di battaglia principale, ove le correnti fredde si scontreranno con quelle più calde, attivando fenomeni talvolta intensi.
 

Evoluzione

La circolazione instabile sull'Italia ha perso potenza, ma come ricordato un nuovo nucleo gelido in quota è in arrivo dalla Francia e riattiverà un vivace maltempo. Le nuvole continueranno a generarsi per diversi giorni, interessando direttamente le regioni meridionali e le isole maggiori.
Le prime piogge ed i temporali hanno raggiunto la Sardegna e si estenderanno presto verso la bassa Toscana, Lazio, Campania e successivamente sulle rimanenti zone centrali.
Il Nord rimarrà in questa fase ai margini, con al più un po' di variabilità in Val Padana, con blandi piovaschi sulla porzione occidentale ed in Liguria.
Nuove nevicate sui monti oltre i 1300 metri, ma durante le precipitazioni più intense non si escludono fiocchi fino a 1000 metri (sui settori alpini occidentali). Le temperature rimarranno sostanzialmente stabili su valori generalmente poco sotto la norma del periodo. Di notte ed al primo mattino si percepirà anche un po' di freddo, con minime anche sotto i 5°C sulle pianure e vallate del Centro Nord.
 

Nubifragi in arrivo

L’onda ciclonica raggiungerà velocemente la Sicilia e la Calabria tirrenica, con fenomeni a tratti violenti sulla parte orientale dell’isola, sui settori ionici e sul Salento, ove non si esclude la possibilità di temporali intensi e locali nubifragi.
Qui vi sarà difatti lo scontro dell'aria più fredda in discesa dalla Francia con le umide e temperate correnti in risalita dalla Libia.
Fenomeni deboli o moderati interesseranno invece le regioni centrali, mentre al nord splenderà nel complesso il sole, salvo deboli piovaschi in Emilia Romagna.
 

Autunno, quello vero

Si getteranno le basi con l'approssimarsi d'aria più fredda artica dal Nord Europa, per una prossima settimana spiccatamente autunnale, se non addirittura invernale.
La circolazione a livello europeo è finalmente cambiata ed al momento, stando alle elaborazioni odierne, non sembrano esserci i presupposti per eventuali periodi anticiclonici di lunga durata. Questo non esclude brevi parentesi più stabili e soleggiate, come quella che probabilmente interverrà attorno al 20-22 novembre, ma si tratterà effettivamente del cambio di testimone tra la stagione autunnale e quella invernale.

 

Perturbazioni a ripetizione per il fine mese

La tendenza è orientata con decisione al ritorno delle grandi perturbazioni atlantiche. Perturbazioni che si muoveranno dai settori occidentali a quelli orientali sull’Europa centrale, con innesti gelidi di tanto in tanto nord atlantici. L’assetto barico resterà quindi tipicamente autunnale su tutto l’areale con precipitazioni a tratti abbondanti ancora protagoniste.
 

Siccità sotto controllo

Le precipitazioni degne di nota - ma anche le abbondanti nevicate di queste ultime ore - hanno portato un certo sollievo alla pesantissima siccità che ha interessato la Penisola in questi mesi. Nevicate che continueranno ad interessare i settori montuosi, accumulandosi e stabilizzandosi oltre una certa quota.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie Meteo

Autore:

Tag: meteo previsioni e tendenza meteo settimanale

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 16 novembre a 133.856 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy