Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Contenuti che crescono

Giunti alla 28° edizione, i Forum di medicina vegetale di Bari si confermano fra i più importanti riferimenti nazionali quanto ad aggiornamento tecnico in agricoltura
fmv-apertura-2016.jpg

28° Forum di medicina vegetale di Bari

Una torta da trenta chili ha suggellato la 28° edizione dei Forum di medicina vegetale di Bari, svoltasi il 15 dicembre scorso a Bari. Praticamente, un chilo di torta per ogni anno di attività. Una celebrazione sicuramente meritata, visto l'impegno profuso da organizzatori e partecipanti, entrambi protagonisti di un evento che è ormai divenuto un appuntamento fisso del mese di dicembre.

Il convegno barese è stato organizzato da Arptra, Europe Direct Puglia, Crsfa "Basile Caramia", unitamente ad Antesia Associazione Lameta e in collaborazione con Image Line, godendo anche del patrocinio di Aipp e dell'assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia.

L'apertura dei lavori è spettata a Vittorio Filì, presidente di Arptra, a Vito Savino, direttore del Crsfa "Basile Caramia", Ennio Triggiani, responsabile scientifico di Europe Direct Puglia, e a Franco Faretra, presidente dell'Associazione italiana protezione delle piante, mentre la prima sessione, dal titolo "Organismi alieni, invasivi o da quarantena. Aspetti regolatori e controlli attuabili in una situazione europea poco difendibile...", si è strutturata sulla base di tre differenti contributi, moderati da Cristiano Spadoni di AgroNotizie - Image Line.
 
Nel video che segue, il commento di Vittorio Filì

Protezione delle piante coltivate e la scottante problematica dei patogeni da quarantena. Questi gli argomenti trattati da Vito Savino del Crsfa Basile Caramia (scarica la presentazione), seguito da Francesco Porcelli del dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti dell'Università degli Studi "Aldo Moro" con un intervento sui "Nuovi insetti alieni minacciano l'Europa" (scarica la presentazione). Il relatore ha condiviso i contenuti di tre differenti presentazioni, realizzate anche da Giacinto Salvatore Germinara del dipartimento di Scienze agrarie, degli alimenti e dell'ambiente dell'Università degli Studi di Foggia e da Raffaele Griffo del Servizio fitosanitario della Regione Campania.

Gli insetti predominano nelle notifiche alla Ue di organismi alieni in Europa

Infine, la prima sessione dei lavori è stata conclusa dalle presentazioni "Analisi del rischio fitosanitario in Europa: ruolo e attività dell'Efsa" (scarica la presentazione) e "L'Europa pone barriere efficaci per i patogeni da quarantena? Le novità del nuovo Regolamento per l'ingresso nell'Ue di piante e materiale vegetale" (scarica la presentazione). La prima ha visto i contributi di Sara Tramontino Giuseppe Stancanelli, dell'Unità di Salute animale e vegetale di Efsa, e di Francesco Di Serio dell'Istituto per la protezione sostenibile delle piante - Cnr; la seconda quello di Bruno Caio Faraglia, dirigente del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.
 

Gli organismi alieni: una crescente preoccupazione per l'Italia

Ciò che è emerso dalla prima sessione è soprattutto l'estrema complessità della difesa europea dalle avversità aliene, le quali hanno molteplici porte attraverso le quali entrare nel Vecchio Continente. Spesso anche grazie a commerci poco accorti di materiali vegetali. Importante è ovviamente la collaborazione con i paesi dai quali l'Italia e l'Europa importano prodotti agricoli, materiali di propagazione e piante ornamentali. Non da meno sono i controlli fitosanitari tempestivi, al fine di isolare prima possibile le nuove specie introdotte. Pure si auspica la rapida estensione di etichetta dei prodotti fitosanitari che siano notoriamente efficaci sul target, ma che ancora non lo riportano in etichetta.

Protagoniste della seconda sessione, le Società agrochimiche le quali hanno potuto presentare le novità in termini di mezzi di difesa delle colture. Ad aprire la sessione, però, è stato Donatello Sandroni, giornalista di AgroNotizie e divulgatore scientifico, il quale ha approfondito i temi dei residui negli alimenti, degli agrofarmaci nelle acque e della comunicazione circolante su di essi. Dalla presentazione, dal titolo "Residui di verità, distorsioni e allarmismi nei media italiani" (scarica la presentazione), è emerso come, fra scenari fattuali, numerici e comunicazione dei media, vi sia una profonda scollatura, spesso orientata a generare allarmismi il più delle volte gratuiti.
 

Agrofarmaci sui cibi e nelle acque: fenomeni spesso ampiamente esagerati

A seguire, gli interventi delle società:

Luigi Evangelista - Gowan Italia Spa - "Polyversum®: nuovo formulato microbiologico ad azione antibotritica" (scarica la presentazione)

Alberto Santori - Certis Europe - "Tusal: Il nuovo biofungicida di Certis® - Europe contro i patogeni del suolo" (scarica la presentazione)

Marisa Rotolo - Belchim Italia - "Trichoderma atroviride SC1: Protezione contro Esca e Eutypa", (scarica la presentazione)

Francesco Savino, Andrea Iodice - Biogard Divisione Cbc Europe  - "Isonet LTT, il nuovo diffusore per la confusione sessuale di Lobesia botrana". (scarica la presentazione)

Antonio Fenio - Dow AgroSciences - "Novità Dow AgroSciences per il 2017". (scarica la presentazione) (scarica il bollettino tecnico dedicato alla sostanza attiva Spinetoram)

Enrico Boccaletti - Sapec Agro Italia - "Coimbra, nuovo formulato a basso impatto ambientale ad azione multisito". (scarica la presentazione)

Franco Franceschetti - De Sangosse Italia - "De Sangosse Italia: sviluppa, produce e commercializza soluzioni per la difesa e la concimazione delle colture". (scarica la presentazione)

Vincenzo Losacco - Fmc - "Battle® Delta, nuova soluzione per il diserbo di pre e post emergenza precoce di frumento e orzo". (scarica la presentazione)

Francesco Billero - Adama Italia - "Legacy Plus la nuova soluzione per il loietto resistente su olivo". (scarica la presentazione)

Marco Pancaldi - BASF Italia Crop Protection - "Cabrio WG: fungicida a base di Pyraclostrobin, contro le malattie fungine della frutta". (scarica la presentazione)

Domenico Bitonte - Sipcam Italia - "Lieto SC: nuova soluzione per il controllo delle avversità di pomodoro, patata, tabacco e vite". (scarica la presentazione)

Giovanni Papa - AlzChem Ag - "Sitofex®: un valido contributo per la lotta al Psa (Pseudomonas syringae pv. Actinidiae) del kiwi". (scarica la presentazione)

Nunzio Prencipe - Syngenta Italia Spa - "Reflect: nuovo fungicida per il controllo dell'oidio delle colture orticole". (scarica la presentazione)

Michele Pizzi - Sumitomo Chemical Italia - "Prolectus 50 WG, Estensione d'impiego del fungicida Fenpyrazamine su nuove colture e nuovi target". (scarica la presentazione)

Daniele Bartolini - Scam Spa - "Armicarb 85: soluzione efficace e sostenibile per il controllo dell'oidio della vite, in agricoltura bio ed integrata". (scarica la presentazione)

Franca Reggiori - Isagro Spa - "Airone: nuova soluzione per il controllo dell'escoriosi della vite (Phomopsis viticola)". (scarica la presentazione)

Alberto Albertini - Arysta LifeScience Italia - "Vacciplant: un contributo nelle linee di difesa di vite ed actinidia". (scarica la presentazione)

Michele Curci - Bayer CropScience - "Soluzioni integrate innovative nella difesa delle colture orticole". (scarica la presentazione)

Sabino Lorusso - Nufarm Italia - "Prev-Am Plus: fitofagi e patogeni un unico bersaglio!". (scarica la presentazione)

Giancarlo Mantegazza - Du Pont de Nemours - "Le novità nel diserbo e nella difesa dei cereali". (scarica la presentazione)

Stefano Bergaglio - Fisssa, Federazione italiana delle società di servizi di sperimentazione in agricoltura - "Il ruolo fondamentale dei centri di saggio nella registrazione degli agrofarmaci". (scarica la presentazione)

Infine la terza sessione, la quale ha concluso la giornata in linea con le edizioni precedenti, ovvero condividendo alcuni approfondimenti tecnici specifici, moderati da Alfonso Germinario di Agroinformatv-Telesveva e da Lorenzo Tosi di Terra e Vita.
Al primo è spettato il compito di interagire con Andrea Lucchi del dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agroambientali dell'Università degli Studi di Pisa, primo autore della presentazione "Cresce la preoccupazione dei viticoltori per le intestazioni di Cryptoblabes gnidiella" (scarica la presentazione).
 
Lorenzo Tosi ha invece intervistato Anna Percoco, dell'Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia, e Giovanni Melcarne, agronomo, circa un argomento che in Puglia sta catalizzando da anni le attenzioni di tecnici, popolazione, media e perfino della Procura di Lecce. Gli intervistati hanno fornito lo stato dell'arte con l'intervento "La situazione sull'avanzamento di Xylella fastidiosa e le prospettive degli innesti di cv.tolleranti come via possibile per il salvataggio dell'olivicoltura salentina". (scarica la presentazione)
 
Nel video che segue, l'intervista a Giovanni Melcarne

Infine, la sessione è stata conclusa grazie ai contributi di Stefania Pollastro, del dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti dell'Università degli Studi Aldo Moro su "I funghi patogeni del melograno" (scarica la presentazione), e di Antonio Guario, fitoiatra e consigliere di Arptra, che ha trattato il tema "Le avversità fitosanitarie e strategie di controllo ecosostenibili del melograno" (scarica la presentazione).

Anche il melograno ha le sue avversità emergenti

Come d'uso, la chiusura del Forum (foto sotto) è spettata a Giuseppe Laccone, decano dell'associazione con i suoi 91 anni. Un contrasto fortissimo con l'età del consigliere Arptra più giovane, di soli 28 anni. Della serie, la tecnica fitoiatrica viene da molto lontano e molto lontana è destinata ad andare.
 

Guarda qui il reportage in diretta realizzato da Image Line durante il convegno (via Twitter)

 
In caso di formulati in corso di registrazione, si è data corretta indicazione di tale stato nel corso della presentazione effettuata nell'ambito della seconda sessione dei forum

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 22 giugno a 131.876 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy