Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da funghi e batteri
piove.... rischio peronospora e oidio sulla vite

Discussione avviata martedì 21 aprile 2009 - 20:26 • viste: 3769 • risposte: 5

piove.... rischio peronospora e oidio sulla vite

Scritto martedì 21 aprile 2009 - 18:26

Questo tempaccio sta lavorando per la fatidica legge dei tre 10: 10 ml di pioggia, 10 cm di lunghezza germogli, almeno 10 gradi di temperatura. Il rischio peronospora, visti gli attacchi dell'anno scoso, sono altissimi. Io ho già dato il primo trattamento di copertura con zolfo bagnabile e mancozeb (80%) e, nell'arco di 3 giorni (cioè a distanza di 12 dal primo trattamento) darò la seconda passata al vigneto ormai in prefioritura-fioritura. A questo punto non ho deciso che tipo di fitosanitari scegliere. Io, dato che dalla fioritura in avanti è il periodo più critico, avrei deciso di cominciare con i sistemici. Sono indeciso su Melody Trio della Bayer oppure qualche altro prodotto a base di metalaxil (Ridomil o Erresei della Syngenta) o ancora qualche medicinale a base di cimoxamil (tipo Curzate). Però altri viticoltori mi dicono di ricorrere a questi trattamenti più incisivi solo in presenza delle prime avvisaglie, tipo macchie d'olio sulle foglie. Loro continuerebbero ancora con prodotti più economici di copertura, per poi proseguire con articoli a base di rame. Voi che programma di difesa mi consigliate? Altro dubbio: contro l'oidio è meglio il Topas (Syngenta) o il Flint (Bayer). Oppure basta il tradizionale zolfo? Grazie a tutti per il gradito supporto.

rispondi

Contro peronospora e oidio sulla vite

Scritto mercoledì 29 aprile 2009 - 10:46

Salve,
concordo pienamente con chi consiglia di non intervenire con cimoxanyl se non in caso di presenza di macchie d'olio. E' come se prendessi un analgesico per paura che mi venga il mal di testa. ersonalmente penso sia importante intervenire con metalaxyl prima della fiorituta in modo tale da avere una copertura totale dalla peronospora. Molto più problematica è la lotta all'oidio e in questo caso si consiglia di intervenire con penconazolo e nello specifico TOPAS. Dalla mia esperienza e per tradizione decennale, prima della fioritura si dormono sonni tranquilli intervenendo con i due sistemici per eccellenza e cioò RIDOMIL e TOPAS. Non vorrei sembrare di parte ma squadra che vince non si cambia e, dopo molti anni, penso di continuare ad agire in questo modo.
Dott. Agr. Diliddo Savino.

rispondi

RE: Contro peronospora e oidio sulla vite

Scritto giovedì 30 aprile 2009 - 08:03

Ammazza che descrizione dettagliata e che diagnosi....bravo dottore....tu si che farai strada!!!! Molto felice


saluti Gianni....noicattaro

rispondi

RE: Contro peronospora e oidio sulla vite

Scritto giovedì 30 aprile 2009 - 08:05

basta con sta pioggiaaaaaaaaaaaaaaaa....Pioggia

ho Uva che mi si ammala!!! Arrabbiato

rispondi

RE: Contro peronospora e oidio sulla vite

Scritto martedì 12 maggio 2009 - 15:28

Sono Pienamente d'accordo con il Dott. Agr. Diliddo Savino Cool
Trattore

rispondi

piove.... rischio peronospora e oidio sulla vite

Scritto mercoledì 13 maggio 2009 - 10:57

Ogni goccia di aprile....... di vino un barile!!!!!!

A parte gli scherzi anche il Flint è un ottimo antioidico, considerato poi il suo bassissimo dosaggio (solo 125 g/ha) non è da escludere a prior.
Saluti a tutti.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner