Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da funghi e batteri
Oidio su rose! Che fare?

Discussione avviata venerdì 16 maggio 2008 - 19:47 • viste: 9772 • risposte: 23

Oidio su rose! Che fare?

Scritto venerdì 16 maggio 2008 - 20:09

Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I sistemici finora impiegati, per la prima voltahanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

rispondi

RE: OIDIO su Rose!! che fare??

Scritto sabato 17 maggio 2008 - 11:43

L'oidio è attivo gia a basse temperature la migliore difesa è la prevenzione precoce e continua , quando si è insediato è difficile controllarlo , i prodotti sistemici creano resitenza del fungo a tal prodotti ,sono da usare in casi estremi e alternarli col sano e buono sempre attivo , solo preventivamente , zolfo.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto sabato 17 maggio 2008 - 14:38

Salve! Sono anch'io un coltivatore di rose (oltre che di altre piante ornamentali) e sono anche un fitopatologo. Io ti consiglio di trattare preventivamente ogni 15 gg alternando i seguenti prodotti sstemici: Nimrod (Bupirimate), Basf-Mehltaumittel (Dodemorf) e Folicur SE (Tebuconazolo). Folicur se è efficace anche contro la ticchiolatura e la botrite. In prevenzione è molto efficace anche il mesostemico Flint (Trifloxystrobin), che funziona anche per la ticchiolatura e la peronospora. Per trattamenti curativi si possono utilizzare i tre prodotti sistemici citati, ma effettuando trattamenti a cadenza settimanale.
P.S. L'oidio è fortemente ostacolato dall'irrigazione sovrachioma, quindi sarebbe bene irrigare le rose a pioggia. In questo modo però si favorisce la ticchiolatura.
Saluti.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto lunedì 19 maggio 2008 - 19:41

Grazie per l'attenzione e per i consigli, volevo chiederti visto che anche tu coltivi rose, se per il Tripide hai usato il Laser o Succes. Cosa ne pensi? Io normalmente impiego Laser e Rufast, che vorei alternare con qualche altro principio attivo.
Anticipatamente ti ringrazio.
Saluti.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto martedì 20 maggio 2008 - 21:51

I prodotti che sei solito utilizzare sono buoni. Se vuoi alternarli con altri, potresti ad esempio utilizzare Karate Zeon (Lambda-Cialotrina), che è un prodotto di contatto, come quelli da te citati, l translaminare Vertimec EC (Abamectina) o un sistemico, come ad esempio Confidor 200 SL (Imidacloprid) o Actara 50 WG (Thiametoxam). Io personalmente (ma è un opinione) preferisco usare prodotti translaminari o sistemici, che, anche se distribuiti in modo poco uniforme, penetrano nella pianta raggiungendo ogni sua parte, compresa la vegetazione emessa dopo il trattamento.
Saluti.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto venerdì 23 maggio 2008 - 17:43

Grazie, davvero, per i suggerimenti, ma il Confidor è attivo anche contro i tripidi? Volevo inoltre porti un'altra domanda, per distribuire i prodotti utilizzo normalmente una pompa volumetrica, e glisprechi, tra residuo e dispersioni varie, sono tantissimi. Avevo pensato all'utilizzo di un atomizzatore spalleggiato a motore, che visto le dimensioni del Serb, gettata potrebbe risultare interessante. Hai mai usato macchine del genere sulle rose?
Anticipatamente ti ringrazio. Saluti.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto lunedì 26 maggio 2008 - 20:10

Il Confidor non è registrato per la lotta ai Tripidi, però, applicandolo contro gli Afidi, ho potuto vedere che ha un'ottima azione insetticida anche contro di essi. Del resto il Confidor appartiene ala famiglia dei neonicotinoidi, che è costituita da insetticidi piuttosto generici. Per quando riguarda l'atomizzatore a spalla, io l'ho utilizzato più di una volta e funziona molto bene.
Saluti.

rispondi

RE: OIDIO su Rose!! che fare?

Scritto mercoledì 28 maggio 2008 - 21:20

Riflettete anche sulle cause che predispongono all'oidio e analizzate la concimazione che sommin istrate sia su terreno che fuori suolo.E' fondamentale analizzare il calcio e i solfati e la loro preseza nel terreno .IL loro blocco o deficit aunenta la sensibilità alla malattia e /o alla maggiore virulenza che assume.L'assorbimento di ioni solfato e ioni calcio per via osmotica diminuisce la disponibilità dei due elementi per gessificazione con conseguente minopre disponibilità di calcio per le pareti cellulari e alterazioni metaboliche per minore formazione di amminoacidi contenenti zolfo.Inoltre spesso si abbonda in azoto per favorire l'allungamento dello stelo e si aumentano i problemi anche per insetti ed acari.Io personalmente vi suggerisco di controllare la nutrizione utilizzare i fornellini sublimatori di zolfo e inserire la nutrizione organica tipo acidi carbossilici, acidi umici ,amminoacidi vegetali che vi veicolano lo zolfo ed il calcio in maniera legata (chelata )trammite assorbimento con il sistema mediato da carrier.Dopo aver sistemato questo aspetto vi accorgerete che i trattamenti sono meno necessari e più efficaci perchè la pianta è più sana e più reativa alla malattie, inoltre avrete anche una magiore produzione e con ottima qualità delle rose per l'aumento dell'attività metabolica della pianta.
Saluti.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto giovedì 29 maggio 2008 - 09:17

Carissimi,
in prove da me effettuate ho riscontrato buoni risultati, nel controllo dell'oidio della rosa, spruzzando le piante con una soluzione di bicarbonato di sodio e acqua alla concentrazione di5 g/L. Il NaHCO3, oltre ad essere un prodotto naturale che non danneggia l'ambiente, alle dosi minime utilizzate (5g/l) non da problemi di fitotossicità.
Giuseppina Scarito

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto giovedì 29 maggio 2008 - 09:24

Provi a spruzzare le piante di rosa colpite da oidio con una soluzione acquosa di Bicarbonato di sodio alla dose di 5 g/L. E' un prodotto naturale che a questa dose minima non da fitotossicità e non dnneggia l'ambiente.
Buon lavoro.
Giuseppina Scarito

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto venerdì 29 maggio 2009 - 09:06

antoninolopresti wrote:

Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I sistemici finora impegati, per la prima volta hanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

Come prodotto curativo prova lo SCORE 25 EC della Syngenta, a me ha dato il miglior risultato rispetto a tutti gli altri prodotti usati.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto venerdì 29 maggio 2009 - 17:35

dicesi wrote:

antoninolopresti wrote:
Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I sistmici finora impiegati, per la prima volta hanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

Come prodotto curativo prova lo SCORE 25 EC della Syngenta, a me ha dato il miglior risultato rispetto a tutti gli altri prodotti usati.

Tutto ciò che è stato detto è ovviamente giusto. Riagganciandomi alla questione nutrizione, abbiamo a disposizione finalmente un alleato in più: l'Acido Ortosilicico. Se visitate il mio sito ne potrete sapere qualcosa in più.

P.S. per la lotta ai tripidi sulla rosa è fondamentale trattare alla sera tardi o al mattino presto e, se si hanno macchinari automatici, durante la notte.

Saluti a tutti

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto venerdì 29 maggio 2009 - 19:51

I migliori risultano Nimrod, Flint e Folicur .
Nimrod esercita attività preventiva e curativa capace di distribuirsi in fase di vapore (ciò significa protezione della nuova vegetazione). Flint appartene alle strobilurine quindi possiede un'ottima persistenza (mesosistemico) con attività curativa meno pronunciata. Folicur (Tebuconazolo) esercita una potente azione curativa, preventiva ed eradicante con azione sistemica. Ti consiglio di alternare questi 3 prodotti. Usa all'inizio Nimrod poi Folicur sempre con zolfo, nei momenti più critici Folicur + Flint.
Di Flint puoi sfruttare la maggiore persistenza, tuttavia non usarlo da solo ma sempre con zolfo.
Sono in corso sperimentazioni con alcuni prodotti a nuovo meccanismo d'azione: le farò sapere.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto giovedì 4 giugno 2009 - 08:53

antoninolopresti wrote:

Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I sistemici finora impegati, per la prima volta hanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

Se coltivi in serra prova con i fornellini per la sublimazione dello zolfo (zolfo ventilato) che accendi tutte le notti dall'inizio alla fine della coltivazione. Altrimenti prova con un triazolico (Topas ecc.) dato nel terriccio in maniera preventiva ma fai una bella bagnatura. Poi dopo un pò di settimane vai con triazoli associati a zolfo bagnabile una volta a settimana.

Saluti

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto sabato 6 giugno 2009 - 00:03

Ciao, io non sono un coltivatore di rose coltivo pomodoro e ti posso dire per esperienza che l'oidio lo puoi avere anche al terreno. Io avevo questo problema e ho usato il Pudong in fertirrigazione e a principio davo Caddy alternato al Bayfidan
o Euro (contengono lo stesso principio attivo). Ogni tanto fai un passaggio di solfato di rame e propoli in fertirrigazione.
Fammi sapere

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto lunedì 15 giugno 2009 - 20:48

floramiata wrote:

antoninolopresti wrote:
Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I istemici finora impiegati, per la prima volta hanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

Se coltivi in serra prova con i fornellini per la sublimazione dello zolfo (zolfo ventilato) che accendi tutte le notti dall'inizio alla fine della coltivazione. Altrimenti prova con un triazolico (Topas ecc.) dato nel terriccio in maniera preventiva ma fai una bella bagnatura. Poi dopo un pò di settimane vai con triazoli associati a zolfo bagnabile una volta a settimana.

Saluti


Ciao,
sono nuovo di questo Forum!
Cmq io da tempo uso il BASF-MEHLTAUMITTEL per l'oidio e mi trovo benissimo! Voi per il tripide cosa usate?
Cordiali Saluti

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto giovedì 9 luglio 2009 - 17:27

antoninolopresti wrote:

Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I sistemici finora impegati, per la prima volta hanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

Ciao
io uso da un pò di tempo TENDENCY di Ital-agro (propiconazolo) ed è veramente efficace (fino ad ora)!
... Fammi sapere

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto giovedì 1 ottobre 2009 - 18:52

Salve,
Cosa ne pensate dell'EMERALD (Isagro-Italia), Tetraconazolo 4%?
Qualcuno di voi lo usa?

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto lunedì 19 aprile 2010 - 22:30

Prova a fare più trattamenti con Micosat Tab Plus + Alga 95 + Ruter AA + Nutriphuse. Il risultato è Assicurato.
Da Andrea Spadola di AgricolturaSpecializzata

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto martedì 20 aprile 2010 - 08:49

agricolturaspe wrote:

Prova a fare più trattamenti con Micosat Tab Plus + Alga 95 + Ruter AA + Nutriphuse. Il risultato è Assicurato.
Da Andrea Spadola di AgricolturaSpecializzata

Ciao,
prova questo, mi sembra molto efficace
Vivando è il nuovo fungicida antioidico BASF a base di metrafenone, capostipite di un'innovativa famiglia chimica, i benzofenoni.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto mercoledì 21 aprile 2010 - 09:01

barak wrote:

[quote="agricolturaspe"]Prova a fare più trattamenti con Micosat Tab Plus + Alga 95 + Ruter AA + Nutriphuse. Il risultato è Assicurato.
Da Andrea Spadola di AgricolturaSpecializzata[/qote]

Ciao,
prova questo, mi sembra molto efficace
Vivando è il nuovo fungicida antioidico BASF a base di metrafenone, capostipite di un'innovativa famiglia chimica, i benzofenoni.

Attenzione, il preparato citato da barak non è autorizzato per l'impiego su rosa o altre floreali.
Invito a porre particolare attenzione nel consigliare l'uso di agrofarmaci: verificate sempre che in etichetta ministeriale sia previsto l'impiego consigliato. Questo sia per consolidare il livello tecnico del forum, sia per evitare eventuali problematiche di carattere legale.
Grazie a tutti!
Fitogest

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto mercoledì 21 aprile 2010 - 10:26

Puoi usare dei Triazoli, tra i più efficaci ricordiamo Folicur, Topas, Indar e Domark 125, eventualmente attivati con aggiunta di zolfo. In caso di resistenza puoi usare le strobilurubine tipo Flint, troby, Quadris, F500.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto mercoledì 21 aprile 2010 - 10:27

svfbio wrote:

Salve,
Cosa ne pensate dell'EMERALD (Isagro-Italia), Tetraconazolo 4%?
Qualcuno di voi lo usa?

Ottimo prodotto, eventualmente miscelato con zolfo.

rispondi

RE: Oidio su rose! Che fare?

Scritto mercoledì 21 aprile 2010 - 10:29

barak wrote:

antoninolopresti wrote:
Ciao a tutti, sono un coltivatore di rose e ho provato davvero di tutto fino ad oggi, ma l'oidio riesce sempre a dannegiare una parte della produzione. I sisteici finora impiegati, per la prima volta hanno funzionato poi più nulla. Ho anche provato ad attivarli con altri principi o con lo zolfo, ma è la stessa cosa. Che fare? Potete aiutarmi? Grazie anticipatamente a tutti.

Ciao
io uso da un pò di tempo TENDENCY di Ital-agro (propiconazolo) ed è veramente efficace (fino ad ora)!
Propiconazolo è un triazolo con ottima efficacia ed a lunga persistenza.
Fammi sapere

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner