Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Diserbo delle colture
Girasole selvatico su mais

Discussione avviata mercoledì 17 settembre 2008 - 19:49 • viste: 2428 • risposte: 1

Girasole selvatico su mais

Scritto mercoledì 17 settembre 2008 - 14:43

Salve a tutti. Qualcuno ha idea di come si possa controllare il girasole selvatico (topinambour) su mais?
Grazie. Saluti.

rispondi

RE: Girasole selvatico su mais

Scritto lunedì 29 settembre 2008 - 19:01

Non ho esperienza diretta nel controllo di questa Composita; penso che il problema più grosso sia rappresentato dal fatto che si propaga anno per anno, grazie ai suoi tuberi-rizomi, radicandosi in un ato ambiente e colonizzandolo a poco a poco.
Infatti, poche, o nessuna?, piante da seme e molte piante da tubero, sono difficili da controllare proprio per questo motivo.
Se avessi questo problema cercherei di agire così:
- distruggendo la parte aerea che dovesse essere presente in estate (dopo una coltura a ciclo corto), in maniera da "indebolire" la struttura di propagazione sotterranea (questa tecnica andrebbe ovviamente ripetuta più anni, per sortire un qualche risultato, ma non sempre è possibile a causa della durata del ciclo colturale)
- intervenendo chimicamente con Dicamba (1 litro), magari con aggiunta di Starane Gold (1 litro) e attivato con 3-4 etti di olio bianco (i dosaggi andrebbero comunque correlati allo stadio fenologico del mais, tenendo presente che, in linea di massima, più tardivo è l'intervento, più danni da fitotossicità ci possono essere; quest'ultima è riconducibile ad uno sbandamento e indebolimento delle piante che potrebbe rivelarsi pericolosa durante le sarchiature, in quanto favorirebbe lo spezzarsi delle piante; per il resto, è meglio evitare di intervenire oltre l'ottava foglia poiché ci potrebbero essere problemi sulla differenziazione della spiga).
D'altronde bisognerebbe intervenire a ridosso dell'emergenza dell'Helianthus (magari lasciandogli sviluppare 2-4 foglie per favorire l'assorbimento dei prodotti), eventualmente con doppio intervento frazionato (frazionando anche la dose).
Al limite si potrebbe provare anche il Cirtoxin (che però è un prodotto che a volte lascia .... l'amaro in bocca per l'inefficacia).
Saluti, Simone.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner