Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Diserbo delle colture
Utilizzo GLIFOSATE

Discussione avviata giovedì 2 giugno 2011 - 17:06 • viste: 24466 • risposte: 10

Utilizzo GLIFOSATE

Scritto giovedì 2 giugno 2011 - 19:06

Salve
Chiedo: un consiglio su alcune indicazioni tecniche sul diserbo.
Avevo chiesto un prodotto da utilizzare per diserbare una stradella e il responsabile della rivendita di prodotti antiparassitari mi ha consigliato questo mix di prodotti:
1- Glifosate (Glinet) alla dose di 1,5 %, da miscelare con oliocin alla dose di 0,2% +nilfert alla dose di 0,2% + sprintene alla dose di 0,01%
Dalla documentazione reperibile sul sito si consiglia di miscelare il glifosate con solfato ammonico, ma questa "formula" mi lascia perplesso.
Qualcuno sa darmi una motivazione tecnica ??

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto martedì 7 giugno 2011 - 10:01

ercaloe wrote:

Salve
Chiedo: un consiglio su alcune indicazioni tecniche sul diserbo.
Avevo chiesto un prodotto da utilizzare per diserbare una stradella e il responsabile della rivendita di prodotti antiparassitari mi ha consigliato questo mix di prodotti:
1- Glifosate (Glinet) alla dose di 1,5 %, da miscelare con oliocin alla dose di 0,2% +nilfert alla dose di 0,2% + sprintene alla dose di 0,01%
Dalla documentazione reperibile sul sito si consiglia di miscelare il glifosate con solfato ammonico, ma questa "formula" mi lascia perplesso.
Qualcuno sa darmi una motivazione tecnica ??

DOVRESTI SOLO ACIDIFICARE L'AQUA PH 3.5 CIRCA. LA MISCELA CHE TI HANNO CONSIGLIATO SERVE A VEICOLARE MEGLIO IL GLIFOSATE CHE HA BISOGNO DI UN PH ACIDO PER ESSERE STABILE.

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto martedì 7 giugno 2011 - 21:00

Intanto grazie, del consiglio, ma se sostituisco il tutto con solfato ammonico al 3% non riesco ad ottenere lo stesso effetto con un notevole risparmio.
Ancora grazie

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto mercoledì 8 giugno 2011 - 08:22

ercaloe wrote:

Intanto grazie, del consiglio, ma se sostituisco il tutto con solfato ammonico al 3% non riesco ad ottenere lo stesso effetto con un notevole risparmio.
Ancora grazie

Si, ottieni lo stesso risultato finchè si tratta di fare diserbo totale nella tua stradina; se invece devi usarlo per esempio in viticultura le cose cambiano.

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto venerdì 10 giugno 2011 - 18:43

mzanusso wrote:

ercaloe wrote:
Intanto grazie, del consiglio, ma se sostituisco il tutto con solfato ammonico al 3% non riesco ad ottenere lo stesso effetto con un notevole risparmio.
Ancora grazie

Si, ottieni lo stesso risultato finchè si tratta di fare diserbo totale nella tua stradina; se invece devi usarlo per esempio in viticultura le cose cambiano.

Anch'io uso il solfato ammonico con il glifosate (diserbo vialetti e simili) all'incirca al 3-5%. Ma come fare per valutare l'acidità finale e per quanto tempo rimane attiva la miscela?

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto venerdì 24 giugno 2011 - 23:19

ercaloe wrote:

Salve
Chiedo: un consiglio su alcune indicazioni tecniche sul diserbo.
Avevo chiesto un prodotto da utilizzare per diserbare una stradella e il responsabile della rivendita di prodotti antiparassitari mi ha consigliato questo mix di prodotti:
1- Glifosate (Glinet) alla dose di 1,5 %, da miscelare con oliocin alla dose di 0,2% +nilfert alla dose di 0,2% + sprintene alla dose di 0,01%
Dalla documentazione reperibile sul sito si consiglia di miscelare il glifosate con solfato ammonico, ma questa "formula" mi lascia perplesso.
Qualcuno sa darmi una motivazione tecnica ??

Il glifosate acido puro è un erbicida sistemico, ciò vuol dire che una volta spruzzato oppure atomizzato sulle foglie viene assorbito attraverso gli stomi delle stesse e traslocato fino alle radici, tutto il processo cioè fino allla morte della malerba infestante può durare fino a due settimane. Nel nostro caso il glifosate alla dose di 1,5 % è molto bassa se stiamo parlando di un prodotto ordinario al 33% di principio attivo, altrimenti ci si deve comportare di conseguenza, ossia abbassare se è un prodotto a percentuale attiva più elevata, o viceversa aumentare i dosaggi se è un prodotto a percentuale attiva più bassa; comunque per un prodotto ordinario si deve alzare il dosaggio per lo meno dal 3 al 5% per ottenere un buon risultato. Riguardo la scelta di miscelare il glifosate con solfato d'ammonio è più che giusta. Questo non perchè come ha detto qualcuno per acidificare l'acqua ma solo per veicolare il principio attivo erbicida fino alle radici e quindi accelerare la morte della pianta infestante: infatti il solfato d'ammonio è un sale che è tollerato benissimo dalle foglie (lo troviamo di fatto in svariati concimi fogliari), ma lo stesso risultato, se non migliore, lo si può avere con un buon concime fogliare organico tipo MEGAFOL o SIAPTON 10L, ogni altro consiglio o miscela è irrisorio o irrilevante perchè qua si deve parlare di uccidere delle malerbe e non di certo di farle rinvigorire.

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto lunedì 20 aprile 2015 - 16:49

Attenzione, il glifosate può causare la celiachia e altri gravi disturbi sull’uomo. Inoltre comincia ad essere presente anche nelle acque potabili di molti comuni italiani come inquinante.
Invito a trovare mezzi alternativi.
So che questo prodotto è considerato dai più un prodotto innocuo, ma non è così, potete trovare in rete tante informazioni, anche scientifiche.

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto martedì 21 aprile 2015 - 15:02

Finché ANAS, Province e Comuni lo usano così indiscriminatamente, anche in aree dove agli agricoltori ne è vietato l'uso (per esempio lo nebulizzano senza sistemi di contenimento lungo le strade che costeggiano i canali con acqua corrente), è lapalissiano che lo si ritrovi ovunque...

Per acidificare l'acqua esistono prodotti che cambiano colore in base al pH: per esempio CIFOVIR (ma anche altri prodotti, tipo ACIDILL) segnalano il pH acido con colori da giallo a rosso, dove rosso significa circa pH 4 e giallo circa pH 5,5.

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto lunedì 4 maggio 2015 - 21:31

aikon18 wrote:

Finché ANAS, Province e Comuni lo usano così indiscriminatamente, anche in aree dove agli agricoltori ne è vietato l'uso (per esempio lo nebulizzano senza sistemi di contenimento lungo le strade che costeggiano i canali con acqua corrente), è lapalissiano che lo si ritrovi ovunque...

Per acidificare l'acqua esistono prodotti che cambiano colore in base al pH: per esempio CIFOVIR (ma anche altri prodotti, tipo ACIDILL) segnalano il pH acido con colori da giallo a rosso, dove rosso significa circa pH 4 e giallo circa pH 5,5.

Vorrei partecipare alla discussione dopo quello che ho letto del suo problema proponendo una mia soluzione, molto più salutare e biologica. Non conoscendo se deve diserbare molta superficie le consiglierei di utilizzare un decespugliatore. Di certo non otterrà il risultato del diserbo ma guadagnerà in salute ed in estetica del paesaggio, oltre a preservare la biodiversità.

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto martedì 5 maggio 2015 - 16:23

sag.luig wrote:

aikon18 wrote:
Finché ANAS, Province e Comuni lo usano così indiscriminatamente, anche in aree dove agli agricoltori ne è vietato l'uso (per esempio lo nebulizzano senza sistemi di contenimento lungo le strade che costeggiano i canali con acqua corrente), è lapalissiano che lo si ritrovi ovunque...

Per acidificare l'acqua esistono prodotti che cambiano colore in base al pH: per esempio CIFOVIR (ma anche altri prodotti, tipo ACIDILL) segnalano il pH acido con colori da giallo a rosso, dove rosso significa circa pH 4 e giallo circa pH 5,5.

Vorrei partecipare alla discussione dopo quello che ho letto del suo problema proponendo una mia soluzione molto più salutare e biologica.Non conoscendo se deve diserbare molta superficie le consiglierei di utilizzare un decespugliatore.Di certo non otterrà il risultato del diserbo ma guadagnerà in salute ed in estetica del paesaggio oltre a preservare la biodiversita.


Asfaltare la stradella?

rispondi

RE: Utilizzo GLIFOSATE

Scritto giovedì 7 maggio 2015 - 21:51

aikon18 wrote:

sag.luig wrote:
aikon18 wrote:
Finché ANAS, Province e Comuni lo usano così indiscriminatamente, anche in aree dove agli agricoltori ne è vietato l'uso (per esempio lo nebulizzano senza sistemi di contenimento lungo le strade che costeggiano i canali con acqua corrente), è lapalissiano che lo si ritrovi ovunque...

Per acidificare l'acqua esistono prodotti che cambiano colore in base al pH: per esempio CIFOVIR (ma anche altri prodotti, tipo ACIDILL) segnalano il pH acido con colori da giallo a rosso, dove rosso significa circa pH 4 e giallo circa pH 5,5.

Vorrei partecipare alla discussione dopo quello che ho letto del suo problema proponendo una mia soluzione molto più salutare e biologica.Non conoscendo se deve diserbare molta superficie le consiglierei di utilizzare un decespugliatore.Di certo non otterrà il risultato del diserbo ma guadagnerà in salute ed in estetica del paesaggio oltre a preservare la biodiversita.


Asfaltare la stradella?

Di certo ti costerebbe molto di più di usare il diserbante.
Se questa stradella è una strada di campagna è molto meglio tagliarla l'erba che farla seccare.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner