Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa e nutrizione
TRIPIdissimo

Discussione avviata sabato 31 maggio 2008 - 19:47 • viste: 2598 • risposte: 4

TRIPIdissimo

Scritto sabato 31 maggio 2008 - 19:45

Ho bisogno di un tuo consiglio: ho provato tutto, laser, Rufast, Mach, Mesurol, Vertimec, ma su certe cv, riesce sempre a danneggiare parte della produzione, vedi vivaldi, leandra, ecc. (produco fiori. Oggi preso dallo sconforto ho trattato con Metasistox e Rufast, no comment!
Ripeto comunque i trattamenti ogni 4/5 giorni: vorrei quantomeno contenere il danno.
Grazie a tutti anticipatamente!

rispondi

RE: TRIPIdissimo

Scritto domenica 1 giugno 2008 - 22:27

Può utilizzare insetti predatori: Orius laevigatus, un antocoride predatore che viene largamente utilizzato per il controllo dei tripidi (in particolare Frankliniella occidentalis). La sua principale pplicazione di successo riguarda le colture orticole in serra ed in pieno campo, con particolare interesse per peperone, fragola, melanzana ed alcune ornamentali.
Tutti gli stadi del predatore si nutrono attivamente di tripidi, anche se possono utilizzare come fonte di cibo alternativo polline ed altri fitofagi, tra cui acari, afidi ed altri piccoli insetti. Come la sua preda, anche Orius laevigatus predilige stazionare nei fiori specialmente se ricchi di polline, del quale si nutre anche in assenza di prede.
Come prodotti per adesso lo standard di riferimento è Laser/Success (Spinosad), eventualmente miscelato con un cloronicotinico (Confidor, Epic e Calypso).
Molti dei prodotti da lei citati hanno un'azione discreta, tuttavia Le consiglio di miscelarli in certi casi.
Saluti.

rispondi

RE: TRIPIdissimo

Scritto martedì 3 giugno 2008 - 22:05

Grazie per il cosiglio, ma mi chiedevo, se dopo l'introduzione del predatore, tratto con un prodotto per gli insetti "chiave" afidi e aleuroide ecc, posso in qualche modo daneggiare quest'ulimi?
Saluti.

rispondi

RE: TRIPIdissimo

Scritto lunedì 9 giugno 2008 - 12:21

Concordo con Carlo Urzo. Ho visitato giusto sabato scorso aziende floricole in Riviera, e su rosa in particolare hanno il problema del tripide (mi dicono F.occidentalis, sulle mie rose da giardino nela stessa zona ne ho trovato occasionalmente un'altra specie, forse Thrips major), inoltre imperversa il ragnetto rosso. Usano un po' di tutto, ma direi che l'orientamento prevalente contro i tripidi è sullo spinosad (Laser o Success). Comprendo che un produttore tenda per forze di cose a ottenere produzione e dunque finisce generalmente sul chimico, ma si rischia di entrare in una spirale; magari su una serra tuttavia si può provare a cominciare a integrare con la lotta bioogica: oltre a O. laevigatus ho veduto al CRA-FSO di Sanremo sperimentare contro i tripidi un fitoseide, Amblyseius cucumeris.
Saluti.

rispondi

RE: TRIPIdissimo

Scritto lunedì 23 giugno 2008 - 22:35

E' evidente che l'insetto ha sviluppato una resistenza che verrà sempre più accentuata se continui a trattare. Concordo in pieno col Sig. Urzo: la lotta biologica, se fatta bene, porta dei risultati ntevoli. Orius laevigatus 1-2 al metro quadrato è efficace. Lo stesso per gli afidi: Coccinella septem punctata divora 25 afidi al giorno, ha una voracità eccezionale! Se vuoi fare trattamenti chimici ti sconsiglio piretroidi come Deltametrina, Permetrina, ecc. perché uccidono gli acari fitoseidi (predatori del ragnetto rosso), in serra più picchi col cannone e peggio è.
Saluti.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner