Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Produzione integrata
Tip burn insalate

Discussione avviata giovedì 14 gennaio 2010 - 18:01 • viste: 3738 • risposte: 4

TIP BURN INSALATE

Scritto giovedì 14 gennaio 2010 - 18:01

Con un andamento climatico caldo-umido questo problema puo' causare gravi perdite di prodotto per necrosi apicali. Chiedo gentilmente di avere un consiglio per come gestire meglio questo problema: tip di fertilizzante, etc.
Inoltre sottolineo come l'uso ripetuto di calcio non sempre risolve questo problema. Cosa ne pensate voi?
Grazie a tutti.

rispondi

RE: TIP BURN INSALATE

Scritto giovedì 14 gennaio 2010 - 18:57

ORTOFUZIO wrote:

Con un andamento climatico caldo-umido questo problema puo' causare gravi perdite di prodotto per necrosi apicali. Chiedo gentilmente di avere un consiglio per come gestire meglio uesto problema: tipo di fertilizzante, etc.
Inoltre sottolineo come l'uso ripetuto di calcio non sempre risolve questo problema. Cosa ne pensate voi?
Grazie a tutti.

In agricoltura esposti a tante avversità se usi un prodotto una volta va bene un'altra no. E' tutto da provare.

rispondi

RE: TIP BURN INSALATE

Scritto giovedì 14 gennaio 2010 - 20:26

Gestione delle aperture degli ambienti protetti (evitare elevati livelli di umidità nell'ambiente di coltivazione); l'apporto di Ca non serve a nulla se la pianta non è nelle condizioni di trasferirloagli apici.
Altro non c'è.

rispondi

RE: TIP BURN INSALATE

Scritto giovedì 14 gennaio 2010 - 21:20

cilindro wrote:

Gestione delle aperture degli ambienti protetti (evitare elevati livelli di umidità nell'ambiente di coltivazione); l'apporto di Ca non serve a nulla se la pianta non è nelle condizini di trasferirlo agli apici; altro non c'è.

Ritieni quindi inutile intervenire con delle irrorazioni a base di calcio?

rispondi

RE: TIP BURN INSALATE

Scritto venerdì 15 gennaio 2010 - 18:47

Se operiamo in situazioni "normali" (analisi del terreno) e apportiamo in maniera equilibrata tutti gli elementi nutritivi (dai macro ai micro), una ulteriore somministrazione di Ca non serve.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner