Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da parassiti animali
stephanitis pyri

Discussione avviata lunedì 17 settembre 2012 - 12:38 • viste: 4253 • risposte: 5

stephanitis pyri

Scritto lunedì 17 settembre 2012 - 14:38

Sono un hobbista e vorrei sapere con che prodotto e come posso intervenire sul tingide del melo. La pianta che attualmente porta frutti buoni e vigorosi.
Grazie

rispondi

RE: stephanitis pyri

Scritto martedì 18 settembre 2012 - 00:42

Solitamente i trattamenti effettuati su melo per la carpocapsa sono sufficienti a contenere anche gli eventuali attacchi di tingide. A questo punto dell'anno il tingide dovrebbe trovarsi alla sua terza generazione. Qualora lei non avesse effettuato alcun trattamento precedente o il livello di infezione sia molto alto (numerose foglie di color argenteo nella pagina superiore e ricoperte di puntinature scure nella parte inferiore) può effettuare un trattamento con due prodotti in combinazione ossia un prodotto a base di Lufenuron, ad esempio MATCH TOP, ad azione ovolarvicida e un prodotto a base di dimetoato efficace anche sulle forme adulte, ad esempio ROGOR SL.
Spero di esserle stata utile Molto felice

Saluti

rispondi

RE: stephanitis pyri

Scritto martedì 18 settembre 2012 - 18:42

Grazie Aspasia, lei è utilissima e ancora ringrazio.
Ma, poichè non ho dimestichezza mi restano alcuni dubbi sulla "combinazione" tra i due prodotti, ovvero:
- prima MATCH TOP e dopo qualche tempo ROGOR SL?
- il trattamento va fatto quando ancora ci sono foglie e frutti o semplicemente su rami e tronco in autunno, a foglie cadute e frutti raccolti?
Spero di non abusare molto della sua pazienza e del suo tempo.
Le sono molto grato.
Peppe39

rispondi

RE: stephanitis pyri

Scritto domenica 23 settembre 2012 - 17:32

Salve Peppe, mi spiace per il ritardo nella risposta ma sono mancata in questi giorni.
Può applicare MATCH TOP e dopo qualche giorno (1-2) il dimetoato, insetticida generico che la protegge anche contro la carpocapsa (ROGOR SL è adatto per un uso non professionale ed a concentrazione inferiore 19% oppure ROGOR L40 a concentrazione maggiore). I trattamenti vanno effettuati con infezione in atto (quando la pianta ha le foglie e frutti e vede i segni della presenza abbondante dell'insetto che le ho descritto nell'intervento precedente).
Altra alternativa al dimetoato è l'imidacloprid (Confidor), anche questo da applicare qualche giorno dopo il MATCH e attivo contro una vasta serie di insetti.
Se è interessato a trattamenti alternativi,(difesa con prodotti di origine naturale o antagonisti/predatori ad esempio) mi faccia sapere,potrei indicarle delle alternative. Felice
Un saluto!

rispondi

RE: stephanitis pyri

Scritto mercoledì 26 settembre 2012 - 15:04

Gentilissima Aspasia,
ho recuperato presso il Consorzio agrario di Milano e di Lodi il Confidor (non hanno il MATCH TOP o il ROGOR SL) e per quanto mi sia dato da fare non riesco a trovare neanche altri prodotti con identici principi attivi ovviamente in piccole dosi. Mi può aiutare?
Mi può anche consigliare in alternativa qualche prodotto di origine naturale?
Grazie

rispondi

RE: stephanitis pyri

Scritto venerdì 28 settembre 2012 - 18:21

Salve Peppe,
i prodotti che le ho indicato dovrebbe trovarli in rivendite autorizzate di prodotti fitosanitari (fitofarmacie o negozi che vendono articoli per l'agricoltura, il Rogor SL della Linfa ad esempio si dovrebbe trovare anche in piccoli formati e ad un costo contenuto) provi ad effettuare una ricerca di questo tipo di negozi su internet per la zona in cui si trova.
Per il resto, se è riuscito a trovare il Confidor va bene ugualmente, se l'attacco è in atto ormai da tempo non dovrebbe attendere oltre. Mi raccomando si attenga alle istruzioni riportate in etichetta. Per quanto riguarda i principi attivi "naturali" ammessi anche in agricoltura biologica posso indicarle Naturalis un insetticida microbiologico a base di un fungo, Beauveria bassiana la cui efficacia tuttavia è risultata non sempre uniforme in relazione ai diversi casi di applicazione o Lumix Verde a base di piretro naturale anche questo ammesso in agricoltura biologica.
In bocca al lupo per la sua "lotta alla tingide"!
Felice

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner