Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da funghi e batteri
Reimpianto e Ristoppio pesco

Discussione avviata giovedì 17 ottobre 2013 - 03:40 • viste: 3357 • risposte: 2

reimpianto e ristoppio pesco

Scritto giovedì 17 ottobre 2013 - 05:40

Buongiorno,
ho estirpato alcuni peschi ( di dieci anni ) per evidenti sofferenze. Molte radici di grossa sezione sono biancastre e si sbriciolano alla semplice pressione delle mani. I tronchi presentavano funghi alla loro base. Ora vorrei mettere a dimora nuovi peschi ma temo per residui di malattie nel terreno.
Vorrei utilizzare la calciocianamide per risanare la buca e la terra di risulta che si sono formate con l'estirpo. I nuovi peschi ordinati sono innestati alcuni su portinnesto Puebla De Soto e altri su portinnesto Penta.
Mi potete aiutare a capire quale avversità sbriciola le radici che diventano biancastre e hanno scarsissima consistenza? L'utilizzo della calciocianamide è una buona scelta per risanare il terreno?
Infine, la scelta dei due portinnesti citati è garanzia di un valido reimpianto?

Grazie e saluti

rispondi

RE: reimpianto e ristoppio pesco

Scritto giovedì 17 ottobre 2013 - 17:56

Dalla sua dettagliata descrizione si tratta del fungo Armillaria meellea noto per la sintomatologia definita come stanchezza del terreno. Per grandi superfici coltivate si ricorre alla fumigazione e all'impiego di agenti antagonisti. Inoltre l'impiego di porta innesti tolleranti alla malattia. Dato che lei ha già le piante con "piede" Puebla definito come tollerante le altre azioni che può mettere in campo sono: la rimozione delle radici delle piante estirpate, per ridurre l'inoculo; dato che trattasi di poche piante può impiegare microrganismi antagonisti come il Trichoderma commercializzato da Certis con il nome di Radix. Tale prodotto deve essere mescolato al terreno di trapianto, una volta messa a dimora le piante per almeno due tre anni occorre fare dei "richiami" con tale prodotto in modo da poter instaurare una popolazione sufficiente a controllare il patogeno.

Cordiali saluti

rispondi

RE: reimpianto e ristoppio pesco

Scritto giovedì 17 ottobre 2013 - 20:25

Grazie per la preziosa consulenza. Farò quanto suggerito. Un saluto cordiale

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner