Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Varietà vegetali
Paulownia truffa o non truffa??

Discussione avviata domenica 7 maggio 2017 - 08:47 • viste: 43378 • risposte: 31

Paulownia truffa o non truffa?

Scritto domenica 7 maggio 2017 - 10:47

Salve a tutti,
sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte!

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto martedì 25 luglio 2017 - 23:11

Anch'io cerco informazioni al riguardo.

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto martedì 1 agosto 2017 - 16:27

Ciao,
sono stata contattata da una società per impiantare una coltivazione di Paulownia da vendere con contratto decennale come legno pregiato, ritirato e a quanto dicono ben pagato da loro ogni tre anni. Dovrei iniziare la coltivazione il prossimo anno ma sono molto scettica. Qualcuno ha notizie fresche al riguardo?

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto sabato 6 gennaio 2018 - 19:14

Ciao,
anch'io vorrei iniziare a fare la coltivazione. E come tanti di voi sono scettico... Come impianto che costi ci sono? Ho visto 5.000,00 € completo di tutto? E le piante che costo hanno (nel sito dice 4,00 €)?

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto sabato 6 gennaio 2018 - 19:26

Come pagamenti?

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto mercoledì 10 gennaio 2018 - 19:24

mg_299 wrote:

Salve a tutti,
sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte!

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.

Ciao
io mi sono avvicinato alla paulownia per puro caso, perché stanca dei profitti astronomici di grano, girasole, ecc...
ho conosciuto il prodotto 3 anni fa e dopo sei mesi di ricerche, mi sono deciso a piantumare due ettari, anche perché chi me l'ha proposta ne aveva già sei ettari; è chiaro che non lo ordina il dottore di fare questa cultura e quindi bisogna crederci già di suo... Nessuno ti garantisce cosa accadrà domani, anche se ho un contratto con tanto di cifre da corrispondere al ritiro del legno... E' una coltura molto bella e mi ritrovo con sette ettari piantumati. Ho capito che per vincere i dubbi bisognava vedere il problema da un altro punto di vista: che prodotto mi ritrovo sul terreno nel caso al momento del taglio la ditta non si presenti al ritiro? Quindi le mie ricerche mi hanno portato a controllare quanti più dati possibili sulla qualità delle piante messe a dimora: ho trovato dati che mi hanno confortato e mi sono deciso ad andare avanti.
Adesso qui perderò tanta della mia credibilità perché sono diventato anche agente di regione della ditta che mi ha fornito le piante, ma è stato anche un modo per capire da dentro il progetto; alla fine del discorso, se è truffa (come nel titolo), lo sarà solo se il prodotto che andiamo a piantare non sarà di qualità. Le ditte possono anche andare e venire negli anni, pur essendo stabili e ben intenzionate (e speriamo per il bene di tutti che durino 100 anni); non potevo stare per almeno 4 anni col dubbio ed allora mi sono tranquillizzato in questa maniera: so già a chi vendere se del caso, l'importante è avere un buon prodotto certificato.
Per adesso un saluto a tutti.

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto giovedì 11 gennaio 2018 - 21:33

Salve a tutti,
io ero un referente di zona del Friuli. La Paulownia è una pianta a rapido accrescimento che necessita di alcune cure, specialmente nei primi anni, altrimenti il tronco viene deprezzato (nei punti di emissione delle foglie se queste non vengono tolte, al momento della lavorazione si avranno tavole con buchi).
Comunque, a parte tutto, non si ricavano quei soldi come promesso...
Cordiali saluti
Stocco

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto venerdì 12 gennaio 2018 - 09:06

Buongiorno Gianni,
la Paulownia come tutte le colture ha bisogno di essere curata nei tempi e nei modi giusti: questo comunque non certamente più di altre specie; è chiaro che se uno pensa di piantare e poi aspettare che faccia tutto la terra ed il cielo, ha sbagliato metodo; quello che lei riferisce rispetto alle foglie, si deve fare un'anno ogni tre e non è togliere la foglia (di cui la pianta ha estremamente bisogno) ma la gemma ascellare che spunta nel tronco subito sopra la foglia e che se non tolta costituirebbe il ramo della pianta.
Per quanto riguarda il guadagno, la cosa è sempre relativa al discorso di cui sopra: se la pianta viene lavorata (tolte le gemme ascellari) si produce un legno di classe A valutato sopra i 1000,00 Euro/mq (valutazioni sul mercato tedesco),mentre se il legno non è lavorato e si formano quei buchi che diceva lei, il legno viene declassato ed il suo valore scende a 300,00 Euro/mq; quindi capisce che discorsi "generici" su questa materia (come su tutte le materie non è giusto farli).
Ci risentiamo

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto venerdì 12 gennaio 2018 - 19:17

Salve,
la paulowinia per crescere bene ha bisogno di un terreno drenante e con falda profonda al contrario del pioppo per il quale è sufficiente un terreno con falda da 1 a 1,5 metri; io consiglierei di piantare pioppi che, con la giusta umidità costante, in 8-10 anni saranno pronti per il taglio.

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto venerdì 12 gennaio 2018 - 19:25

Non mi dire che in Italia ci sono tutte paludi e non riesco a capire quanto rende il pioppo così vantaggioso in 8-10 anni...
Puoi spiegarti meglio? Quali esperienze così negative hai avuto? Magari può essere utile anche a me...
Un saluto!

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto giovedì 1 febbraio 2018 - 16:09

Ciao,
visto che sei un responsabile di zona, potrei avere un tuo contatto?
Grazie

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto giovedì 1 febbraio 2018 - 16:26

Cerca su Facebook Paulownia Marche.
Ciao

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto mercoledì 7 febbraio 2018 - 11:52

E' possibile avere qualche contatto di riferimento del responsabile zona Puglia?

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto domenica 4 marzo 2018 - 20:54

MANGIOCA wrote:

Cerca su Facebook Paulownia Marche.
Ciao


Salve,
Volevo avere un'informazione aggiuntiva sul clone da usare:
quale ha il miglior accrescimento e la miglior qualità del legno, la 1113 o la Cotevisa 2?
Saluti

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto martedì 6 marzo 2018 - 18:02

delucanicola wrote:

MANGIOCA wrote:
Cerca su Facebook Paulownia Marche.
Ciao

Salve,
Volevo avere un'informazione aggiuntiva sul clone da usare:
quale ha il miglior accrescimento e la miglior qualità del legno, la 1113 o la Cotevisa 2?
Saluti


Ciao,
io conosco bene la Cotevisa 2 (la mia azienda è esclusivista per l'Italia) e non conosco la Paulemia 1113 (solo per nome)... Comunque so per certo che il legno della Cotevisa 2 è ottimo per tutti i tipi di lavorazione ed è molto apprezzato...
Degli altri ho solo notizie per sentito dire e non mi esprimo.
Ciao

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 16 marzo 2018 - 10:37

manuelefantozzi wrote:

ciao,
visto che sei un responsabile di zona, potrei avere un tuo contatto? Grazie

Da alcuni anni si è creata anche una organizzazione italiana che produce Cloni (Bio 125).
Si parte dal clone Italiano, si passa alla consulenza continua per giungere al ritiro delle piante.
Organizzata come rete (un consorzio leggero) ha referenti in tutte le regioni, varie università seguono il progetto insieme all'Assolegno, Confindustria ed altri utilizzatori.
Considerando che solo il 5% del legno utilizzato dalle industrie Italiane è prodotto in Italia, il mercato è enorme.
Se gradisci informazioni puoi vedere su FB rete paulownia Marche

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 6 aprile 2018 - 09:35

difesapersonalekm1 wrote:

manuelefantozzi wrote:
ciao,
visto che sei un responsabile di zona, potrei avere un tuo contatto? Grazie

Da alcuni anni si è creata anche una organizzazione italiana che produce Cloni (Bio 125).
Si parte dal clone Italiano, si passa alla consulenza continua per giungere al ritiro delle piante.
Organizzata come rete (un consorzio leggero) ha referenti in tutte le regioni, varie università seguono il progetto insieme all'Assolegno, Confindustria ed altri utilizzatori.
Considerando che solo il 5% del legno utilizzato dalle industrie Italiane è prodotto in Italia, il mercato è enorme.
Se gradisci informazioni puoi vedere su FB rete paulownia Marche


Non voglio entrare nelle dinamiche e nelle valutazioni del prodotto e dell'azienda; anche l'affermazione "italiano è bello" in questo settore mi sembra a dir poco azzardato; vantarsi di avere varie università che seguono il progetto senza citare quali sono...; ci mancherebbe che Assolegno e Confindustria non seguissero i progetti dei propri associati; però se è già da alcuni anni che si è creata questa organizzazione, non sono ancora riuscito a vedere un filmato in cui si tagliano le piante che hanno raggiunto la maturità: il taglio vuol dire molto, vuol dire che il clone produce come promesso, vuol dire che ho pagato il coltivatore (altrimenti non mi farebbe tagliare) vuol dire che il mio legno è qualitativamente buono (classe A) e sono riuscito a venderlo non solo per biomassa (non ripagherebbe tutto l'investimento). Quindi ogni azienda si vanta di pubblicare i video (vostri) del taglio... Il resto...

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 13 luglio 2018 - 18:51

mg_299 wrote:

Salve a tutti,
sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte!

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.


Salve,
ho letto nel sito Paulownia-it la voce 'coltiviamo noi per voi', ossia che mettono dei terreni a disposizione per chi vuole investire in Paulownia ma non possiede terreni idonei. Ora vorrei sapere da qualcuno di voi esperti: come funziona? qual’è l’investimento richiesto? E quale il profitto? Insomma, tutte le informazioni che necessitano per investire.

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto lunedì 6 agosto 2018 - 12:16

antc_83_ wrote:

mg_299 wrote:
Salve a tutti,
sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte!

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.


Salve,
ho letto nel sito Paulownia-it la voce 'coltiviamo noi per voi', ossia che mettono dei terreni a disposizione per chi vuole investire in Paulownia ma non possiede terreni idonei. Ora vorrei sapere da qualcuno di voi esperti: come funziona? qual’è l’investimento richiesto? E quale il profitto? Insomma, tutte le informazioni che necessitano per investire.

Buongiorno, potrà trovare le risposte a tutte le sue domande nelle pagine del sito Green Wood che collabora con Paulownia-it.
Questo è il link: http://paulemia.com/greenwood.html
Le piante utilizzate sono il clone paulemia 1113 e i contratti previsti vanno dai 7 ai 10 anni.
I profitti possono variare dal 5% al 32% annuo e il minimo investimento è di € 700,00 (10 piante per 10 anni).
Un saluto a tutti, Claudio.

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 19 ottobre 2018 - 15:20

zuperone wrote:

antc_83_ wrote:
mg_299 wrote:
Salve a tutti, Difficile rispondere se è truffa fino a quando non vi sarà una storicità. Però si possono fare alcune considerazioni. Negli ultimi anni (anche per mancanza di informazione ) si sono registrati curiosi fenomeni, ad esempio diversi agricoltori hanno investito cospicue somme su piantagioni di ettari di canne da bambù, in gran parte sulla promessa da parte del Venditore delle costose piantine che avrebbe ritirato i frutti (I germogli in questo caso) a tempo debito, cioè dopo alcuni anni. Sarà vero? Ora è abbastanza semplice fare due conti. Il mercato dei germogli di canne di Bambù in Europa è pressochè inesistente. Come farà il nostro venditore a mantenere la promessa e ritirare dagli agricoltori ai quali ha venduto ettari ed ettari di piantine a prezzi esosisimi i germogli? Ne è pensabile per i costi dei trasporti che vengano esportati in Cina. Rimane quindi l'opportunità del legno, poca roba, con tutte le incognite del caso essendo peraltro una piante molto infestante. Truffa o non truffa il risultato dell'investimento sul bambù si saprà solo dopo 5 anni, abbastanza tempo per far si che il venditore incassati i soldi delle piantine emigri in qualche altro continente prima dei raccolti. Oppure al contrario, chi ha piantato bambù avrà fatto bingo. Anche la Paulownia come scelta imprenditoriale non è esente da rischi per mnacanza di storicità.

sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.


Salve,
ho letto nel sito Paulownia-it la voce 'coltiviamo noi per voi', ossia che mettono dei terreni a disposizione per chi vuole investire in Paulownia ma non possiede terreni idonei. Ora vorrei sapere da qualcuno di voi esperti: come funziona? qual’è l’investimento richiesto? E quale il profitto? Insomma, tutte le informazioni che necessitano per investire.

Buongiorno, potrà trovare le risposte a tutte le sue domande nelle pagine del sito Green Wood che collabora con Paulownia-it.
Questo è il link: http://paulemia.com/greenwood.html
Le piante utilizzate sono il clone paulemia 1113 e i contratti previsti vanno dai 7 ai 10 anni.
I profitti possono variare dal 5% al 32% annuo e il minimo investimento è di € 700,00 (10 piante per 10 anni).
Un saluto a tutti, Claudio.

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 19 ottobre 2018 - 16:33

bobin1000 wrote:

zuperone wrote:
antc_83_ wrote:
mg_299 wrote:
Salve a tutti, Difficile rispondere se è truffa fino a quando non vi sarà una storicità. Però si possono fare alcune considerazioni. Negli ultimi anni (anche per mancanza di informazione ) si sono registrati curiosi fenomeni, ad esempio diversi agricoltori hanno investito cospicue somme su piantagioni di ettari di canne da bambù, in gran parte sulla promessa da parte del Venditore delle costose piantine che avrebbe ritirato i frutti (I germogli in questo caso) a tempo debito, cioè dopo alcuni anni. Sarà vero? Ora è abbastanza semplice fare due conti. Il mercato dei germogli di canne di Bambù in Europa è pressochè inesistente. Come farà il nostro venditore a mantenere la promessa e ritirare dagli agricoltori ai quali ha venduto ettari ed ettari di piantine a prezzi esosisimi i germogli? Ne è pensabile per i costi dei trasporti che vengano esportati in Cina. Rimane quindi l'opportunità del legno, poca roba, con tutte le incognite del caso essendo peraltro una piante molto infestante. Truffa o non truffa il risultato dell'investimento sul bambù si saprà solo dopo 5 anni, abbastanza tempo per far si che il venditore incassati i soldi delle piantine emigri in qualche altro continente prima dei raccolti. Oppure al contrario, chi ha piantato bambù avrà fatto bingo. Anche la Paulownia come scelta imprenditoriale non è esente da rischi per mnacanza di storicità.

sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.


Salve,
ho letto nel sito Paulownia-it la voce 'coltiviamo noi per voi', ossia che mettono dei terreni a disposizione per chi vuole investire in Paulownia ma non possiede terreni idonei. Ora vorrei sapere da qualcuno di voi esperti: come funziona? qual’è l’investimento richiesto? E quale il profitto? Insomma, tutte le informazioni che necessitano per investire.

Buongiorno, potrà trovare le risposte a tutte le sue domande nelle pagine del sito Green Wood che collabora con Paulownia-it.
Questo è il link: http://paulemia.com/greenwood.html
Le piante utilizzate sono il clone paulemia 1113 e i contratti previsti vanno dai 7 ai 10 anni.
I profitti possono variare dal 5% al 32% annuo e il minimo investimento è di € 700,00 (10 piante per 10 anni).
Un saluto a tutti, Claudio.

Buongiorno a tutti, in italia esiste la possibilità di piantumare diversi tipi di cloni di Paulownia. Si tratta di ottime piante che producono ottimo legno, ma, in modo più o meno simile, DEVONO essere coltivate correttamente per ottenere buoni risultati.
Esiste però una grande differenza sui tempi di maturazione del legno (produzione di durame) che variano da un tipo all'altro. Possono variare dai 3 anni (dopo il taglio tecnico che normalmente viene fatto al raggiugnimento dei 10 cm di diametro alla base) agli 8 anni per il taglio degli alberi che è consigliato in inverno.
Il ritiro del legno dipende poi dall'azienda che ha fatto il contratto e dal risultato ottenuto da chi ha coltivato... Purtroppo queste piante non danno il risultato voluto senza lavorarci e se sono coltivate come altre essenze non danno buoni risultati e il legno non ha molto valore, a meno che lo scopo sia la biomassa...
Un saluto, Claudio

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 18 gennaio 2019 - 11:47

mg_299 wrote:

Salve a tutti,
sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte!

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.


Io mi ero informato con la piantumazione del Moso tramite l'azienda OnlyMoso... Mi chiedono 20000 euro a ettaro.
Ma sono tanto schettico su questa coltura...

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto lunedì 28 gennaio 2019 - 19:11

scattolin21 wrote:

mg_299 wrote:
Salve a tutti,
sono nuova del forum. Mio padre ha piantato in un ettaro della paulownia ormai 3 anni fa con un investimento iniziale di 5000 euro/ettaro dal quale si riuscirebbe ad avere un ritorno di 30000 al terzo anno, altri 30000 il sesto e altri 30000 il nono. Risulta che si facciano più tagli in diversi momenti… Sono molto incuriosita ma anche molto poco fiduciosa, a me sembra una truffa bella e buona… Qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo tipo di pianta?
Viene utilizzata anche contro il franamento di terreni grazie alle sue radici e la cosa mi preoccupa dato che, sarà anche un problema toglierla via dal terreno se decidessi di non continuare la coltivazione. Sto valutando infatti quanto convenga continuare a mantenerla o se sia meglio toglierla e fare una piantagione di qualcos'altro.

Grazie mille per le risposte!

Purtroppo ho cercato anche sul web ma si trovano solo link che pubblicizzano la cosa.


Io mi ero informato con la piantumazione del Moso tramite l'azienda OnlyMoso... Mi chiedono 20000 euro a ettaro.
Ma sono tanto schettico su questa coltura...

Buongiorno,
mi sa che vi hanno raccontato favole.
Ad ogni buon conto noi siamo coltivatori di Paulownia con circa 200 ettari in giacenza.

Gli utili sono buoni ma di sicuro non come vi hanno promesso.

Può contattarmi quando vuole (paulonia@roanacereali.com), mi lasci il tel e le spiego.

Buona serata

rispondi

RE: Paulownia truffa o non truffa?

Scritto venerdì 8 febbraio 2019 - 07:09

Buon giorno,
nel caso abbiate piante pronte al taglio almeno di 30 cm di diametro, misurate a 1,5 mt da terra, coltivate correttamente, noi siamo disponibili all'acquisto, indipendentemente dalla quantità.
paulonia@roanacereali.com
Ernani

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto mercoledì 28 agosto 2019 - 15:36

MANGIOCA wrote:

Buongiorno Gianni,
la Paulownia come tutte le colture ha bisogno di essere curata nei tempi e nei modi giusti: questo comunque non certamente più di altre specie; è chiaro che se uno pensa di piantare e poi aspettare che faccia tutto la terra ed il cielo, ha sbagliato metodo; quello che lei riferisce rispetto alle foglie, si deve fare un'anno ogni tre e non è togliere la foglia (di cui la pianta ha estremamente bisogno) ma la gemma ascellare che spunta nel tronco subito sopra la foglia e che se non tolta costituirebbe il ramo della pianta.
Per quanto riguarda il guadagno, la cosa è sempre relativa al discorso di cui sopra: se la pianta viene lavorata (tolte le gemme ascellari) si produce un legno di classe A valutato sopra i 1000,00 Euro/mq (valutazioni sul mercato tedesco),mentre se il legno non è lavorato e si formano quei buchi che diceva lei, il legno viene declassato ed il suo valore scende a 300,00 Euro/mq; quindi capisce che discorsi "generici" su questa materia (come su tutte le materie non è giusto farli).
Ci risentiamo

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto lunedì 21 ottobre 2019 - 12:09

Buongiorno a tutti,
Sono Ernani della ditta Roana cereali.

Come già scrivevo, mi sembra che di giorno in giorno i prezzi della paulownia aumentino a dismisura.

faccio notare che noi acquistiamo (a differenza di altri) in tutto il territorio nazionale e stiamo vendendo praticamente in tutta Europa: i prezzi veri (compresa la Germania) si aggirano sul prezzo del pioppo (quindi 12/13 euro al quintale).

La paulownia fresca di bosco pesa circa 700 kg metro cubo.

Cosa diversa è valutare un prezzo moltiplicando il costo di una tavoletta comprata al brico o negozi similari...

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto lunedì 21 ottobre 2019 - 12:16

Fate attenzione che il mercato del legno è ben diverso che sparare prezzi a caso.
Faccio un esempio: legno paulownia classe b si usa solo da imballaggio o per lavorazioni non a vista € 180 mc (lavorato asciugato e imballato).
Il valore pagato al produttore di piante non supera i 20€ mc.

Il tronco in classe a con diametri non inferiori a 40 cm 100€ mc.

Chiedete a chi spara cifre da capogiro se ritirano il legname con fideiussione a garanzia e vedrete che spariscono in poco tempo.

Spero di essere stato utile.

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto giovedì 24 ottobre 2019 - 16:53

Buongiorno
non c'entra niente che voi acquistiate (a differenza di non so quali altri) legno di paulownia sul territorio nazionale e rivendiate in tutta Europa; i vostri clienti sono persone che sono state raggirate da ditte che avevano promesso di ritirare il legno, ma al momento del taglio non si sono fatte più vedere e state facendo (se state facendo, ma ho i miei dubbi) una operazione di recupero spese nei confronti dei clienti stessi, proponendo, in situazione di pressochè monopolio, prezzi convenienti non certo per chi vende, in quanto voi non avete ancora impianti che vanno a taglio;
fuori dal nostro clone, il mercato siete voi (e lo si evince anche dal tono di autorevolezza nelle modalità di scrittura del post) e voi decidete i prezzi da dare all'agricoltore che nella maggior parte dei casi cerca di rientrare dell'investimento; quindi non fate finta di essere in un mercato che detta le sue leggi!!!!
Sicuramente però non avrete clienti che vi propongono il taglio di paulownia cotevisa 2, perchè quei clienti, alcuni hanno già tagliato (come provato anche da video che, a proposito, non vedo dei vostri tagli) e, nel prossimo febbraio, saranno tagliati impianti nelle Marche, in Toscana, Puglia e Calabria, oltre che all'estero, dietro pagamento delle somme concordate e non certo "sparate a caso"; noi curiamo gli impianti di modo che si produca solo legno di classe A che ci permette di mantenere i prezzi dichiarati; se dovesse essere prodotto legno di classe B il cliente sa già le conseguenze, perchè nessuno regala niente; inoltre un ettaro di paulownia al taglio produce anche 60 tonnellate di materiale di scarto per uso cippato; tanto per capirci ci sono ad esempio in vendita in Germania sacchetti di legno per il camino di circa 10 pz per 3/4 kg al prezzo di 2,60 Euro (80 Euro il quintale). Voi ci state facendo immaginare che il legno non valga (certamente in questo caso per l'agricoltore); quindi, a titolo personale, mi sento di confermare le cifre che ho menzionato (le cifre da capogiro), di confermare che quanto meno non siete gli unici seri sul mercato, che non avete a disposizione il legno di cotevisa 2 con le sue performance e voi sapete cosa intendo (probabilmente l'uva non è matura); godetevi il momento favorevole per proporre prezzi a questo punto direi "ridicoli" ai vostri clienti.
Chiedo inoltre di cambiare modo di esporre il problema facendo capire il proprio progetto e magari mostrarlo con video e foto che confermino che è già realizzato, senza cercare di denigrare i progetti degli altri, onde evitare di alzare ulteriori dubbi (se non fondati) su questo tipo di coltivazione, già vessato (vedi titolo del forum) e che possano far scattare reazioni come questa che sto scrivendo.

Saluti

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto giovedì 24 ottobre 2019 - 17:29

Buon giorno,
per prima cosa un'azienda seria non si nasconde sotto pseudonimi. Lascia il suo recapito e-mail, numero di telefono e sito internet.
Noi ci mettiamo la faccia, ed è anche vero che non abbiamo tagliato.
Ma per fortuna a differenza di molti conosciamo molto molto bene il mercato del legno (che fra le altre cose non abbiamo fatto noi, esiste da una vita).
Resta il fatto che noi non siamo venditori di piante (LE COMPRIAMO) per i nostri terreni e grazie a ciò abbiamo impiantato ad oggi 300 ettari.
Chi si rivolge a noi per disfarsi delle piante è perché nessuno le ha mai ritirate (nessuno)e da quello che so (vedi Calabria, Toscana, Emilia Romagna, Sicilia, Piemonte ecc. (cotevisa)senza fare i nomi di chi ha venduto le piantine nessuno di questi ha mai venduto, sul mercato del legno nobile il ben che minimo arbusto).
Spero che quello che lei decanta sia vero (molti hanno promesso poi spariti) almeno sto benedetto mercato della paulownia inizierà a decollare.
Sarei in ogni caso curioso di capire se questo è vero E LO SPERO DI CUORE e sarei pronto a rimangiarmi ciò che ho scritto.
Ad ogni buon conto io non mi nascondo (AVETE E-MAIL, TELEFONO E RAGIONE SOCIALE) e sono pronto a qualunque incontro, anche di persona.

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto giovedì 24 ottobre 2019 - 19:57

Buona sera,
per quanto riguarda recapito ecc., se guarda bene, trova tutto nei post precedenti (o perlomeno come contattarmi) quindi è da tempo che sono censito.
Certamente non parlavo del mercato del legno in generale ma del mercato di legno di paulownia (cloni) in particolare, quindi confermo che in Italia (noi lo portiamo fuori) siete solo voi che ve la cantate e suonate; anche noi compriamo piantine selezionate e le rivendiamo ai nostri clienti ma proprio per avere il legno di quel tipo di clone del quale per l'Italia abbiamo l'esclusiva (so di altri che hanno piantato con raggiri ma poi si vedrà alla fine come andrà a finire);
non vendiamo le piantine se il cliente non ci sottoscrive un contratto di rivendita del legno (e non mi sembra proprio il modo migliore per fare business con le piantine).

Quando dice che nessuno ha mai ritirato il legno sa che non sta dicendo il vero; è chiaro che abbiamo ritirato legno di classe A e quello che non è conforme deve attendere che lo diventi in grandezza del tronco, semprechè sia lavorato correttamente; abbiamo già da qualche anno venduto e stiamo vendendo all'estero legno nobile delle nostre coltivazioni con necessità di tagliare anche in Spagna per compensare la carenza di legno (che deve essere per forza Cotevisa 2) e questo lei lo sa.
Sa anche chi sono e quindi se vuole può tranquillamente contattarmi anche se al momento non ho molto da dire oltre a quanto qui riportato; io parlo sempre a titolo personale, ma non me ne voglia se mi sono un pò risentito per quanto scritto da lei nei precedenti post.

Buona serata

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto martedì 12 novembre 2019 - 15:59

legno di classe A e quello che non è conforme deve attendere che lo diventi in grandezza del tronco, semprechè sia lavorato correttamente; a quanto qui riportato; io parlo sempre a titolo personale, ma non me ne voglia se mi sono un pò risentito per quanto scritto da lei nei precedenti post.

Scusate sono nuovo del forum non so se posso chiedere direttamente dalla chat ma vorrei acquistare FIORI di paulownia e vorrei sapere qualche prezzo per quintale e da chi rifornirmi. Grazie lascio la mia mail per un contatto fabiopasina1976@gmail.com

rispondi

RE: Paulownia truffa.

Scritto venerdì 15 novembre 2019 - 23:31

Buonasera, confesso che non ci capisco ancora molto ma trovo interessanti i pareri finora esposti. vedo girare cifre da capogiro e insieme clamorose smentite. dove sta l'inghippo? dobbiamo produrre legno di paulownia e svenderlo al mercato del legno generico a 40 euro/mc? dite che siano queste le "rosee" prospettive per un impianto ben tenuto e seguito con tronchi di 6 metri x 30 cm di diametro dopo il terzo anno di impianto? Un particolare: attualmente a chi si propone per acquistare 6000 piante di cotevisa 2, o 8000 piante di phoenix one, quanto viene a costare 1 piantina posta in azienda sita in pianura padana? grazie

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner