Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da funghi e batteri
Miscibilità virus granulosi e bacillus subtilis

Discussione avviata giovedì 8 maggio 2014 - 09:55 • viste: 3871 • risposte: 3

Miscibilità virus granulosi e bacillus subtilis

Scritto giovedì 8 maggio 2014 - 11:55

Buongiorno,
qualcuno sa dirmi se il virus della granulosi (ad esempio Madex) e il bacillus subtilis (ad esempio Serenade) sono miscibili.
Se non lo sono, esiste un principio attivo contro la ticchiolatura, utilizzabile in agricoltura biologica e miscibile con il virus della granulosi?

Grazie anticipatamente,

Alessandro

rispondi

Miscibilità virus granulosi e bacillus subtilis

Scritto venerdì 30 maggio 2014 - 16:25

monbel wrote:

Buongiorno,
qualcuno sa dirmi se il virus della granulosi (ad esempio Madex) e il bacillus subtilis (ad esempio Serenade) sono miscibili.
Se non lo sono, esiste un principio attivo contro la ticchiolatura, utilizzabile in agricoltura biologica e miscibile con il virus della granulosi?

Grazie anticipatamente,

Alessandro

Basta abbassare il più possibile il pH con acidi organici come citrico e acetico anche sotto il pH 5, sono miscibili benissimo basta magari aggiungere anche un prodotto tipo azotoorganico e un buon collante-adesivante. Mai olii.
Su ticchiolatura il problema è la persistenza dei prodotti e il limite del rame. Grande azione ce l'ha il polisolfuro di calcio e tutti i trattamenti estintivi delle spore svernanti-ascospore.

rispondi

RE: Miscibilità virus granulosi e ...

Scritto venerdì 30 maggio 2014 - 16:45

Grazie!
Io di solito uso il polisolfuro di calcio per la ticchiolatura, ma non avevo mai mescolato il virus della granulosi perché l'etichetta di quest'ultimo segnala l'incompatibilità con l'ambiente alcalino. In effetti quella di correggere il pH sembra una soluzione molto sensata.
Immagino che il range 4 < pH < 5 che hai indicato sia quello da raggiungere prima di aggiungere il polisolfuro, per ottenere un pH < 8 dopo avere aggiunto il polisolfuro, giusto?

Grazie ancora,

Alessandro


ejdebe@tin.it wrote:

monbel wrote:
Buongiorno,
qualcuno sa dirmi se il virus della granulosi (ad esempio Madex) e il bacillus subtilis (ad esempio Serenade) sono miscibili.
Se non lo sono, esiste un principio attivo contro la ticchiolatura, utilizzabile in agricoltura biologica e miscibile con il virus della granulosi?

Grazie anticipatamente,

Alessandro

Basta abbassare il più possibile il pH con acidi organici come citrico e acetico anche sotto il pH 5, sono miscibili benissimo basta magari aggiungere anche un prodotto tipo azotoorganico e un buon collante-adesivante. Mai olii.
Su ticchiolatura il problema è la persistenza dei prodotti e il limite del rame. Grande azione ce l'ha il polisolfuro di calcio e tutti i trattamenti estintivi delle spore svernanti-ascospore.

rispondi

RE: Miscibilità virus granulosi e ...

Scritto sabato 31 maggio 2014 - 15:06

No, assolutamente il polisolfuro di calcio va usato fino a inizio aprile e poi sospeso fino a frutto a noce.
VA USATO SEMPRE DA SOLO il suo pH è difficilmente correggibile (pH > 12), servirebbero litri o chili di acidi forti. Con temperature basse o oltre i 30° C non lo puoi usare più pur abbassando le dosi.

Da febbraio vai di ossicloruro di rame, quando le temperature si alzano col polisolfuro ma distanziato almeno di 15-20 gg, in piena primavera con le trappole e i modelli usi la vera lotta biologica ossia con l'uso dei predatori.

Nessun vivente ci camperebbe in miscele anche diluite.
Il polisolfuro, la poltiglia bordosele vanno usate per conto loro e a distanza di almeno 20 gg da un intervento con altri prodotti e fra di loro.

Il Maddex + Serenade o un Bacillus thuringiensis. Possono essere mescolati insieme ma con acqua di irrorazione che sia almeno a pH < 5 e sopra al 4 con acidi organici (no acido fosforico, nitrico o peggio solforico). Prima si misura il pH e poi si aggiunge e fa la miscela per ultimo va fertilizzante orgaico e il bagnante-adesivante.
L'acqua deve essere calda oltre i 20° C. Se possibile non fortemente calcarea.Confuso

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner