Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Attualità
L' agricoltura italiana è alla frutta

Discussione avviata giovedì 17 dicembre 2009 - 19:54 • viste: 2157 • risposte: 4

L' agricoltura italiana è alla frutta

Scritto giovedì 17 dicembre 2009 - 19:54

Salve,

l'agricoltura italiana è in uno stato di crisi profonda: priva di una politica nazionale, nell'indifferenza della politica e di tutti noi cittadini-consumatori. Molte aziende agricole non SOW FOOD di nicchia, comunque depositarie del genuino MADE IN ITALY agroalimentare, chiuderanno nel 2009.
Sono già anni che il paese ha dimenticato di investire sul suo settore primario, sulla tutela del territorio e paesaggio italiano e quindi sulla sicurezza di noi cittadini.

E pensare che, se adeguatamente tutelato, il marchio MADE IN ITALY avrebbe già la quota predominante del mercato agroalimentare globale.

Ma nelle sedi europee dove si decidono le norme necessarie a regolare il mercato agroalimentare i nostri rappresentanti
sono spesso assenti nonchè poco competenti.

Il risultato è che, a partire dalla crisi mondiale, come produttore vengo pagato dalla filiera agroalimentare dominata dalla grande distribuzione per i mie prodotti agricoli meno dei costi di produzione (che sono reddito per molti), che comprendono:

- manodopera extracomunitaria o dei paesi comunitari dell'Est;

- fertilizzanti, sementi e fitofarmaci delle multinazionali;

- organizzazioni sindacali per assistenza fiscale e burocratica.

Mentre come consumatore continuo pagare nel 2009 lo stesso prezzo del 2008 per gli stessi prodotti nei punti vendita della grande distribuzione e fra l'altro sono anche poco buoni (vedi pesche 2009 al produttore l'elemosina di 15 cent/kg a fronte di un prezzo finale al consumo fra 180/300 cent/kg).

Mi sento doppiamente preso per il c**o dall'attuale mediocre sistema Italia.

Ormai noi agricoltori siamo tornati servi della gleba.

Un produttore agricolo consumatore e cittadino (oggi meno fiero di esserlo) italiano.

rispondi

RE: L' agricoltura italiana è alla frutta

Scritto mercoledì 23 dicembre 2009 - 07:38

E' desolante vedere che viene caricata la frutta dai centri di lavorazione a 0,45-0,55 centesimi di euro poi, dal momento che arriva sullo scaffale, il prezzo sale minimo dico minimo un euro andando a1,50-2,00 euro?
Da una parte ci si rimette, dall'altra credo si arricchiscano.

rispondi

RE: L' agricoltura italiana è alla frutta

Scritto mercoledì 30 dicembre 2009 - 22:51

mavrizio wrote:

E' desolante vedere che viene caricata la frutta dai centri di lavorazione a 0,45-0,55 centesimi di euro poi, dal momento che arriva sullo scaffale, il prezzo sale minimo dico minimoun euro andando a 1,50-2,00 euro?
Da una parte ci si rimette, dall'altra credo si arricchiscano.

Forse quelli che si arricchiscono saranno grossisti e intermediari ma vedi che i venditori al dettaglio oggi fanno gli schiavi per pochi centesimi di ricarico e un negozio a norma di legge che deve vendere frutta oggi fa la fame
Se vuoi del male ad uno auguragli di aprirsi un negozio di frutta e verdura!!
N.B.Sono un imprenditore agricolo e gestisco anche un negozio di prodotti agricoli.Uva:

rispondi

RE: L' agricoltura italiana è alla frutta

Scritto giovedì 31 dicembre 2009 - 10:39

azzolino68 wrote:

mavrizio wrote:
è desolante vedere che viene caricata la frutta dai centri di lavorazione a 0,45 0,55 poi dal momento che arriva sullo scaffale il prezzo sale minimo, dico minimoun euro
andando a 1,50 2,00 ?
Da una parte ci si rimette, dall'altra credo si arricchiscano
forse quelli che si arricchiscono saranno grossisti e intermediari ma vedi che i venditori al dettaglio oggi fanno gli schiavi per pochi centesimi di ricarico e un negozio a norma di legge che deve vendere frutta oggi fa la fame
Se vuoi del male ad uno auguragli di aprirsi un negozio di frutta e verdura!!
N.B.Sono un imprenditore agricolo e gestisco anche un negozio di prodotti agricoli.Uva:

Sono anche io un produttore agricolo lavoro x case sementiere a prezzi ridicoli e il mio ottimo prodotto viene rivenduto al triplo di quello che mi viene pagato. Produco ottimo grano duro con proteine peso specifico e quasi lo debbo regalare mentre noti pastifici prendono la pasta che arriva in pacchi da 150 kg poi la inbustano con il loro marchio e hanno il coraggio di pubblicizarla con la scritta made in Italy anche se non lo é. Purtroppo non siamo tutelati da nessuno e se i sindacati non si mettono d'accordo fra di loro, anzichè farsi battaglia, non si riuscirà a ottenere mai niente. Ormai, rassegniamoci, saremo costretti a chiudere l'attività.

rispondi

RE: L' agricoltura italiana è alla frutta

Scritto lunedì 30 maggio 2011 - 16:22

Salve a tuttiMolto felice
anche io ho problemi x quanto riguarda il pagamento della frutta; infatti da quando ho impiantato un albicoccheto affianco al bananeto quest'ultimo produce banane dritte e non incurvate come dovrebbero e mi vengono pagate effettivamente poco, non più di 0,30 €

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner