Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Varietà vegetali
Acque salate

Discussione avviata mercoledì 31 marzo 2010 - 13:23 • viste: 3710 • risposte: 2

acque salate

Scritto mercoledì 31 marzo 2010 - 11:23

Ciao a tutti,
volevo un consiglio per quando riguarda le acque salate, ho un terreno che vorrei trasformare a frutteto o mandorleto ed ho il problema che l'unica fonte idrica a mia disposizione è ilmio pozzo, dove l'acqua è diventata salata. Volevo quindi sapere se esistono portinnesti resistenti o qualche tipo di frutta resistente che poi non abbia problemi di crescita, o se esistono dei rimedi con delle fertirrigazioni.

rispondi

RE: acque salate

Scritto giovedì 1 aprile 2010 - 09:13

saverio79 wrote:

Ciao a tutti,
volevo un consiglio per quando riguarda le acque salate, ho un terreno che vorrei trasformare a frutteto o mandorleto ed ho il problema che l'unica fonte idrica a mi disposizione è il mio pozzo, dove l'acqua è diventata salata. Volevo quindi sapere se esistono portinnesti resistenti o qualche tipo di frutta resistente che poi non abbia problemi di crescita, o se esistono dei rimedi con delle fertirrigazioni.

Ciao Saverio,
bel problema, ma aggirabile! In presenza di acque saline devi applicare tecniche irrigue ad alto profilo tecnico. Per esempio irrigare a goccia (ti consiglio ali gocciolanti autocompensanti Netafim) con un leggero eccesso di somministrazione idrica in modo da confinare la maggior parte dei sali lontano dall'apparato radicale attivo e tenere "lavate" le radici. Se riuscissi ad accumulare un pò di acqua piovana per diluire un pò la tua acqua di pozzo sarebbe l'ideale perchè potresti usare dapprima l'acqua di pozzo, poi acqua di pozzo con piovana a diluizione crescente. Questo ti permetterebbe di confinare i sali al meglio (immagina l'effetto del sudore sulla maglietta d'estate: più sudi più il sudore è povero di sali più l'alone si allontana dalla zona di origine). Le pratiche di fertirrigazione inseriscono altri sali in soluzione e quindi aumentano l'EC e la salinità conmplessiva, ritengo quindi che ti saranno di poco aiuto al fine di gestire la salinità di pozzo. Tecniche di irrigazione con acque saline sono molto usate nel mondo, nella maniera che ti ho descritto. Turni ravvicinati e di lunghezza maggiore a quella necessaria a soddisfare il fabbisogno irriguo calcolato dall'evapotraspirato. Il mandorlo si dovrebbe adattare bene. Attento ai fruttiferi che utilizzi perchè hanno diverse soglie di tolleranza alla salinità. Informati bene.
Spero ti sia di aiuto, un saluto.
Alberto

rispondi

RE: acque salate

Scritto martedì 6 aprile 2010 - 09:46

albpuggi wrote:

saverio79 wrote:
Ciao a tutti,
volevo un consiglio per quando riguarda le acque salate, ho un terreno che vorrei trasformare a frutteto o mandorleto ed ho il problema che l'unicafonte idrica a mia disposizione è il mio pozzo, dove l'acqua è diventata salata. Volevo quindi sapere se esistono portinnesti resistenti o qualche tipo di frutta resistente che poi non abbia problemi di crescita, o se esistono dei rimedi con delle fertirrigazioni.

Ciao Saverio,
bel problema, ma aggirabile! In presenza di acque saline devi applicare tecniche irrigue ad alto profilo tecnico. Per esempio irrigare a goccia (ti consiglio ali gocciolanti autocompensanti Netafim) con un leggero eccesso di somministrazione idrica in modo da confinare la maggior parte dei sali lontano dall'apparato radicale attivo e tenere "lavate" le radici. Se riuscissi ad accumulare un pò di acqua piovana per diluire un pò la tua acqua di pozzo sarebbe l'ideale perchè potresti usare dapprima l'acqua di pozzo, poi acqua di pozzo con piovana a diluizione crescente. Questo ti permetterebbe di confinare i sali al meglio (immagina l'effetto del sudore sulla maglietta d'estate: più sudi più il sudore è povero di sali più l'alone si allontana dalla zona di origine). Le pratiche di fertirrigazione inseriscono altri sali in soluzione e quindi aumentano l'EC e la salinità conmplessiva, ritengo quindi che ti saranno di poco aiuto al fine di gestire la salinità di pozzo. Tecniche di irrigazione con acque saline sono molto usate nel mondo, nella maniera che ti ho descritto. Turni ravvicinati e di lunghezza maggiore a quella necessaria a soddisfare il fabbisogno irriguo calcolato dall'evapotraspirato. Il mandorlo si dovrebbe adattare bene. Attento ai fruttiferi che utilizzi perchè hanno diverse soglie di tolleranza alla salinità. Informati bene.
Spero ti sia di aiuto, un saluto.
Alberto

Grazie x il consiglo Alberto, farò una prova già quest'estate su un prugneto che ho innestato su un pescheto che non aveva una crescita sufficente, forse dovuta al problema che ho.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner