Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Gestione della pianta
Ulivi inproroduttivi

Discussione avviata martedì 22 settembre 2009 - 15:35 • viste: 1640 • risposte: 3

ulivi inproroduttivi

Scritto martedì 22 settembre 2009 - 13:35

Ho da qualche anno un uliveto nel basso Lazio, cultivar Itrana. Nella zona proprio per favorire il frutto che viene messo in salamoia (olive di Gaeta) i produttori eseguono degli interventi radicali d potatura. A me interessa solo fare olio a livello familiare. Faccio potature equilibrate, concimazioni, trattamenti, insomma li curo. Ma il problema è che questo uliveto fa frutti scarsissimi. Non capisco il motivo e non so cosa fare.
Saluti

rispondi

RE: ulivi inproroduttivi

Scritto lunedì 28 settembre 2009 - 11:06

La cultivar "Itrana" è autosterile e ha bisogno di un impollinatore che potrebbe essere ad esempio la varietà Leccino o ancora Pendolino sono due cultivar molto comuni.
L'impollinazione è di tipo aneofila: ciò significa che un parametro determinante è l'esposizione del campo.
Saluti

rispondi

RE: ulivi inproroduttivi

Scritto venerdì 2 ottobre 2009 - 11:28

angelo77 wrote:

La cultivar "Itrana" è autosterile e ha bisogno di un impollinatore che potrebbe essere ad esempio la varietà Leccino o ancora Pendolino sono due cultivar molto comuni.
L'impollinazone è di tipo anemofila: ciò significa che un parametro determinante è l'esposizione del campo.
Saluti

Grazie per la risposta. Nel mio uliveto ho alcune piante di leccino ma da una attenta visione ho notato che nei dintorni, in una fascia di un km circa non ci sono ulivi e quei pochi che ci sono non portano frutti. Ne deduco che la particolare posizione (una vallata pianeggiante a ridosso di un monte, poco ventilata, poco soleggiata e quindi fredda) abbia una particolare rilevanza. Quindi????
Saluti

rispondi

RE: ulivi inproroduttivi

Scritto domenica 11 ottobre 2009 - 11:00

diesse49 wrote:

angelo77 wrote:
La cultivar "Itrana" è autosterile e ha bisogno di un impollinatore che potrebbe essere ad esempio la varietà Leccino o ancora Pendolino sono due cultivar molto comni.
L'impollinazione è di tipo anemofila: ciò significa che un parametro determinante è l'esposizione del campo.
Saluti

Grazie per la risposta. Nel mio uliveto ho alcune piante di leccino ma da una attenta visione ho notato che nei dintorni, in una fascia di un km circa non ci sono ulivi e quei pochi che ci sono non portano frutti. Ne deduco che la particolare posizione (una vallata pianeggiante a ridosso di un monte, poco ventilata, poco soleggiata e quindi fredda) abbia una particolare rilevanza. Quindi????

Aiutare l'impollinazione con ormoni specifici, ottimo ADROP della GOBBI, da usare ad inizio fioritura e, dato che la fioritura dell'olivo è a scalare, da ripetere durante la fioritura.
Saluti

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner