Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Gestione della pianta
Pianta parassita su piselli e fave.

Discussione avviata mercoledì 28 ottobre 2009 - 22:39 • viste: 22901 • risposte: 6

Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto mercoledì 28 ottobre 2009 - 22:39

Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembra quasi una pianta grassa, che atrofizz le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

rispondi

RE: Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto giovedì 29 ottobre 2009 - 21:16

tarocchino wrote:

Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembra quasi una pianta rassa, che atrofizza le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

Probabilmente si tratta di orobanche, pianta parassita senza clorofilla che vive a spese delle altre piante. Per eliminarla devi evitare che vada a seme usando dissecanti e con la rotazione colturale, dato che attacca prevalentamente fave e tabacco. Sui piselli non lo so, se cerchi su Google "orobanche" trovi tutte le informazioni e anche le foto.

rispondi

RE: Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto martedì 3 novembre 2009 - 16:50

olito wrote:

tarocchino wrote:
Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembra qusi una pianta grassa, che atrofizza le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

Probabilmente si tratta di orobanche, pianta parassita senza clorofilla che vive a spese delle altre piante. Per eliminarla devi evitare che vada a seme usando dissecanti e con la rotazione colturale, dato che attacca prevalentamente fave e tabacco. Sui piselli non lo so, se cerchi su Google "orobanche" trovi tutte le informazioni e anche le foto.

Grazie amico sono proprio queste le piante. Sei stato utilissimo.

rispondi

RE: Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto domenica 22 novembre 2009 - 22:31

tarocchino wrote:

Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembra quasi una pianta rassa, che atrofizza le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

Buonasera anch'io ho qualche volta lo stesso problema ho letto da qualche perte che le orobanche resistono sul terreno anche per 20 anni e comunque per germinare il seme il terreno deve essere asciutto e la temperatura del terreno intorno ai 12/13 gradi nel periodo febbraio marzo e, a conferma, un vecchio contadino mi disse che era un problema che si presentava nelle stagioni poco piovose quindi potresti provare ad irrigare anche d'inverno.
Ciao

rispondi

RE: Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto lunedì 23 novembre 2009 - 18:53

mbutterin wrote:

tarocchino wrote:
Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembr quasi una pianta grassa, che atrofizza le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

Buonasera anch'io ho qualche volta lo stesso problema ho letto da qualche perte che le orobanche resistono sul terreno anche per 20 anni e comunque per germinare il seme il terreno deve essere asciutto e la temperatura del terreno intorno ai 12/13 gradi nel periodo febbraio marzo e, a conferma, un vecchio contadino mi disse che era un problema che si presentava nelle stagioni poco piovose quindi potresti provare ad irrigare anche d'inverno.

Grazie amico perchè no, proviamo ad irrigare anche in inverno. Ciao e grazie del consiglio

rispondi

RE: Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto venerdì 11 febbraio 2011 - 19:18

olito wrote:

tarocchino wrote:
Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembra quasi una pianta rassa, che atrofizza le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

Probabilmente si tratta di orobanche, pianta parassita senza clorofilla che vive a spese delle altre piante. Per eliminarla devi evitare che vada a seme usando dissecanti e con la rotazione colturale, dato che attacca prevalentamente fave e tabacco. Sui piselli non lo so, se cerchi su Google "orobanche" trovi tutte le informazioni e anche le foto.?

Si tratta di un pianta parassita che vive in contrasto con le piante di piselli e fave. Si chiama "lupa" e spunta quando si accumula acqua nel terreno a causa delle abbondanti piogge. L'unica cosa che puoi fare è mettere le fave dove non si accumula acqua. Quindi non è vero che inaffiando la elimini, non c'è rimedio questa lupa spunta sempre alla fine della produzione anche se non c'è acqua accumulata. Ciao

rispondi

RE: Pianta parassita su piselli e fave.

Scritto domenica 15 maggio 2011 - 23:14

tarocchino wrote:

Ciao, è per me impossibile coltivare piselli e fave, appena le piante sono vicine alla produzione, alla radice cresce una pianta con vistosi fiori bianchi, sembra quasi una pianta grassa, che atrofizz le piante bloccando la produzione. Che cosa è, e cosa si può fare? Grazie a tutti

Ciao,
non so se hai risolto però ho ritrovato dove avevo letto info sulle orobanche: è un'enciclopedia di agricoltura, volevo mandarti la pagina ma non sono capace... Ti riassumo: per germinare i semi di orobanca hanno bisogno di almeno 8°C, a 13°C germina ancora poco, a 25°C raddoppia rispetto a 15°C, dal momento della germinazione all'emissione delle infiorescenze intercorrono circa 80 giorni, in puglia i turioni vengono mangiati cotti o fritti o lessi conditi con aceto olio e menta, una pianta di orobanca può produrre fino a 50000 semi piccolissimi (0,3 millimetri) e possono rimanere vitali anche 20 anni; i danni si possono limitare ruotando le coltivazioni, seminando la fava in terreni freschi o praticando l'irrigazione evitando le zone esposte ai venti caldi e secchi. Su internet ho trovato che aiuta anche seminare la fava dove è stato coltivato l'aglio; per il mezzogiorno sarebbe opportuno seminare la fava più tardi possibile impiegando qualità precoci per sfruttare la circostanza del minimo termico che per la germinazione dell'orobanca è più elevato della fava. Ho copiato tutto l'essenziale, spero che ti possa essere utile!

Saluti marco

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner