Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Fruttiferi
nitrofosca sulle vegne

Discussione avviata lunedì 2 aprile 2012 - 12:59 • viste: 1899 • risposte: 3

nitrofosca sulle vegne

Scritto lunedì 2 aprile 2012 - 14:59

Salve a tutti,
ho impiantato le vegne circa un mese fa: devo già distribuire la nitrophoska o devo aspettare ancora? Fatemi sapere e grazie a tutti quelli che rispondono.

rispondi

RE: nitrofosca sulle vegne

Scritto mercoledì 4 aprile 2012 - 12:11

bruschetta wrote:

Salve a tutti,
ho impiantato le vegne circa un mese fa: devo già distribuire la nitrophoska o devo aspettare ancora? Fatemi sapere e grazie a tutti quelli che rispondono.

Dipende dal terreno: cosa c'era prima o come lo hai utilizzato... Meglio fare sempre un'analisi del terreno.
Il nitrophoska, come anche altri è molto completo ma la cosa ideale sarebbe fare un'analisi.
Uva

rispondi

RE: nitrofosca sulle vegne

Scritto mercoledì 4 aprile 2012 - 20:55

angelinifelice wrote:

bruschetta wrote:
Salve a tutti,
ho impiantato le vegne circa un mese fa: devo già distribuire la nitrophoska o devo aspettare ancora? Fatemi sapere e grazie a tutti quelli che rispondono.

Dipende dal terreno: cosa c'era prima o come lo hai utilizzato... Meglio fare sempre un'analisi del terreno.
Il nitrophoska, come anche altri è molto completo ma la cosa ideale sarebbe fare un'analisi.
Uva


Ciao,
ho tirato via le vegne che avevano 30 anni e ho impiantato le vegne nuove: ho la terra povera di azoto, fosforo, potassio. Il nitrophoska è ideale o c'è un altro fertilizzante più adatto?
Fammi sapere

rispondi

RE: nitrofosca sulle vegne

Scritto venerdì 20 aprile 2012 - 11:58

Buongiorno,

considerato che il terreno è povero in elementi nutritivi, sicuramente anche il tenore in sostanza organica sarà molto basso.
E' opportuno quindi considerare un buon apporto, in autunno e inizio primavera, per almeno 4-5 anni.
Buone soluzioni sono il digestato, dalle centrali di biogas (con 50% in sostanza secca e inodore), oppure il compost (dosaggio 1 a 4 rispetto al letame).
Sconsiglio l'apporto di Nitrophoska, poichè ha un elevato tenore in azoto, che permane nel terreno per molto tempo. Il problema è l'elevato rinvigorimento delle piante, con costante produzione di femminelle, accumulo di acqua nelle foglie (maggior suscettibilità ai parassiti) e riduzione della produzione.
Molto meglio sono le concimazioni mirate, come l'apporto di fosforo al terreno in autunno e fogliare durante la stagione, e distribuzione di calcio, potassio e magnesio, sempre fogliare.

Saluti e buona giornata

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner