Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da funghi e batteri
la peronospera sulle cipolle

Discussione avviata domenica 1 maggio 2011 - 22:15 • viste: 3390 • risposte: 2

la peronospera sulle cipolle

Scritto lunedì 2 maggio 2011 - 00:15

Ciao a tutti,
mi sono iscritto da poco alla community, quest'anno ho piantato dei bulbi di cipolle al fine di raccogliere il seme. Poichè ho poca esperienza in questo settore vorrei chiedervi come faccio a riconoscere un attacco peronosporico da uno botritico?
Grazie mille, aspetto vostre risposte.

rispondi

RE: la peronospera sulle cipolle

Scritto mercoledì 4 maggio 2011 - 11:32

La peronospora costituisce una della più gravi malattie crittogamiche della cipolla, ma può colpire anche altre specie del genere Allium. I sintomi compaiono sulle foglie come macchie allungate longitudinalmente, leggermente decolorate oppure biancastre. Su tali aree, se le condizioni climatiche si mantengono umide, si forma una muffa grigiastra costituita dalle fruttificazioni conidiche di Peronospora destructor. Quando i tessuti sottostanti il punto di infezione necrotizzano, vengono rapidamente invasi da altri miceti opportunisti e saprofitari come Stemphylium e Alternaria.
Di norma le alterazioni riguardano gli scapi fiorali e le foglie; queste ultime, una volta gravemente colpite, tendono a ripiegarsi verso terra e ad andare incontro a processi di marcescenza.
I sintomi di Squamosa B. sono un pò diversi: primo, attacca principalmente le foglie di cipolla. I primi sintomi appaiono come una piccola lesione bianca sulla foglia circondata da un alone verdastro. Questo sintomo precoce può essere facilmente confuso con insetti o danni meccanici, o lesioni agli erbicidi. In fasi successive, le lesioni si espandono e compaiono molte nuove lesioni causando la morte prematura-back delle foglie. I campi di cipolla gravemente colpiti sviluppano un aspetto degradato che si traducono in bulbi di cipolla di piccola taglia.
Per quanto riguarda la peronospora puoi utilizzare prodotti a base di rame eventualmente miscelati ad un prodotto endoterapico ad attività curativa come Melody Med o prodotti a base di cimoxanil, metalaxil etc. Per quanto riguarda la botrite oltre all'azione di contenimento del rame puoi usare Scala o preparati a base di iprodione.

rispondi

RE: la peronospera sulle cipolle

Scritto giovedì 5 maggio 2011 - 09:43

pentaplus03 wrote:

La peronospora costituisce una della più gravi malattie crittogamiche della cipolla, ma può colpire anche altre specie del genere Allium. I sintomi compaiono sulle foglie come macchie allungate longitudinalmente, leggermente decolorate oppure biancastre. Su tali aree, se le condizioni climatiche si mantengono umide, si forma una muffa grigiastra costituita dalle fruttificazioni conidiche di Peronospora destructor. Quando i tessuti sottostanti il punto di infezione necrotizzano, vengono rapidamente invasi da altri miceti opportunisti e saprofitari come Stemphylium e Alternaria.
Di norma le alterazioni riguardano gli scapi fiorali e le foglie; queste ultime, una volta gravemente colpite, tendono a ripiegarsi verso terra e ad andare incontro a processi di marcescenza.
I sintomi di Squamosa B. sono un pò diversi: primo, attacca principalmente le foglie di cipolla. I primi sintomi appaiono come una piccola lesione bianca sulla foglia circondata da un alone verdastro. Questo sintomo precoce può essere facilmente confuso con insetti o danni meccanici, o lesioni agli erbicidi. In fasi successive, le lesioni si espandono e compaiono molte nuove lesioni causando la morte prematura-back delle foglie. I campi di cipolla gravemente colpiti sviluppano un aspetto degradato che si traducono in bulbi di cipolla di piccola taglia.
Per quanto riguarda la peronospora puoi utilizzare prodotti a base di rame eventualmente miscelati ad un prodotto endoterapico ad attività curativa come Melody Med o prodotti a base di cimoxanil, metalaxil etc. Per quanto riguarda la botrite oltre all'azione di contenimento del rame puoi usare Scala o preparati a base di iprodione.

Grazie mille. La tua risposta è stata esauriente.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner