Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Gestione della pianta
Innesti

Discussione avviata venerdì 24 ottobre 2008 - 19:50 • viste: 6095 • risposte: 7

Innesti

Scritto venerdì 24 ottobre 2008 - 13:55

Ho alcune piantine di pesco, native di un anno (diametro del fusto quanto una matita), che vorrei innestare. In quale periodo e quale tecnica potrei adoperare? Potrebbe essere indicato quello a pezza o meglio usarne un altro tipo?
Grazie in anticipo.
Saluti.

rispondi

RE: Innesti

Scritto venerdì 24 ottobre 2008 - 14:04

Il pesco si innesta a gemma dormiente in luglio o agosto con luna calante. Il tipo di innesto è quello a T oppure il chip budding. Importante è che la corteccia si stacchi facilmente dal legno. Irriga la pianta prima di innestare.
Saluti, Ennio.

rispondi

RE: Innesti

Scritto venerdì 24 ottobre 2008 - 14:16

Grazie Ennio, ma non è troppo piccolo il tronco per innestarlo a gemma?
Mi potresti spiegare il chip budding? Non esistono altri metodi?
Ringrazio anticipatamente, saluti.

rispondi

RE: Innesti

Scritto martedì 20 gennaio 2009 - 17:05

diesse49 wrote:

Ho alcune piantine di pesco, native di un anno (diametro del fusto quanto una matita), che vorrei innestare. In quale periodo e quale tecnica potrei adoperare? Potrebbe essere indicao quello a pezza o meglio usarne un altro tipo?
Grazie in anticipo.
Saluti.

Devono essere innestate nella prima e nella seconda decade di febbraio a spacco pieno (ricorda bene che sia l'innesto che il portainnesto devono essere gentili (ossia lisci per favorire un perfetto combacio), preferibilmente scegliendo marze dell'anno precedente a tre occhi (due a frutta uno a gemma). Una volta innestate provvedere a sigillare ogni piccolo taglio. Per evitare eventuali gelate, l'innesto può essere coperto con sacchetto di carta usato per la frutta. Un consiglio: l'innesto non deve possedere più di tre occhi, inoltre il primo occhio dell'innesto deve essere rivolto verso l'esterno.

rispondi

RE: Innesti

Scritto mercoledì 29 aprile 2009 - 17:50

Se posso dire la mia credo che piantine così piccole possono essere innestate a spacco inglese a partire dal diametro di 10/12 con marze dell'anno prima.
by leo

rispondi

RE: Innesti

Scritto domenica 14 aprile 2013 - 17:34

Ti consiglio, in considerazione alla mia esperienza di lasciare le piantine giovani di pesco, essendo la loro crescita molto lenta, compra a fine novembre i portinnesti GF677. Essendo creati per crescere velocemente e sopportare la siccità, vedrai che dopo diversi anni cresceranno velocemente, e potrai raccogliere i frutti abbondantemente. I peschi nativi sono molto lenti nella crescita, pertanto è un'inutile perdita di tempo.
Procedi ad innestare a spacco i portinnesti GF677 a fine febbraio dell'anno successivo. Le soddisfazioni sono infinite, in quanto vedrai in pochi anni piante ben cresciute e produttive.
Io non perdo più tempo ad innestare peschi nati da seme.
Il mio è un consiglio per evitare perdita di tempo e mancata soddisfazione nel vedere che le piante crescono lentamente.

rispondi

RE: Innesti

Scritto mercoledì 27 novembre 2013 - 17:39

Il periodo ideale per innestare è la metà di febbraio. Utilizzare innesto a spacco. Massimo tre occhi dormienti per innesto. Si ricorda che il pirmo occhio basale deve essere sempre posizionato all'esterno. Coprire con nastro adesivo tutta la circonferenza del soggetto a spacco e la parte superiore con Arbacol (mastice per innesto). Per proteggere l'innesto coprirlo con contenitori di caffe vuoto da 250 grammi, legarli alla base e effettuare su si esso piccoli forellini.
Buon lavoro e auguri.
Ricordati che le marze devono essere preferibilmente gentili ovvero non ruvide e preferibilmente dell'anno precedente.

rispondi

RE: Innesti

Scritto venerdì 27 dicembre 2013 - 12:05

leocarmine wrote:

Ti consiglio, in considerazione alla mia esperienza di lasciare le piantine giovani di pesco, essendo la loro crescita molto lenta, compra a fine novembre i portinnesti GF677. Essendo creati per crescere velocemente e sopportare la siccità, vedrai che dopo diversi anni cresceranno velocemente, e potrai raccogliere i frutti abbondantemente. I peschi nativi sono molto lenti nella crescita, pertanto è un'inutile perdita di tempo.
Procedi ad innestare a spacco i portinnesti GF677 a fine febbraio dell'anno successivo. Le soddisfazioni sono infinite, in quanto vedrai in pochi anni piante ben cresciute e produttive.
Io non perdo più tempo ad innestare peschi nati da seme.
Il mio è un consiglio per evitare perdita di tempo e mancata soddisfazione nel vedere che le piante crescono lentamente.

Condivido in pieno, quanto tu hai detto, evitiamo il tempo nell'innestare su franchi. Le soddisfazioni si hanno solo con GF677.
Congratulazioni.

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner