Forum

Home   Supporto

Iscriviti alla community per partecipare al forum e vedere gli autori dei messaggi

Difesa da funghi e batteri
Impiego di fitofarmaci sistemici IBE

Discussione avviata mercoledì 25 marzo 2009 - 22:32 • viste: 6395 • risposte: 3

Impiego di fitofarmaci sistemici IBE

Scritto mercoledì 25 marzo 2009 - 22:32

Leggo nei disciplinari delle varie regioni che i fitofarmaci sistemici IBE hanno un numero massimo di impieghi per anno.
Qualcuno sa rispondere a queste due domande?
1. Quando leggo: "limite per gliIBE 4 trattamenti/anno" significa complessivamente non più di 4 trattamenti anche intervallando diversi principi attivi, oppure 4 per ogni principio attivo IBE che uso?
2. Il motivo principale di queste limitazioni mi pare sia di evitare la perdita di efficacia del principio attivo dovuta alla "assuefazione" del fungo.
E' solo questo il motivo oppure si tratta che, pur rispettando i tempi di carenza, si rischia di superare i limiti di residuo nel frutto che sono consentiti per legge?

Grazie

rispondi

RE: Impiego di fitofarmaci sistemici IBE

Scritto giovedì 26 marzo 2009 - 08:51

m.zana wrote:

Leggo nei disciplinari delle varie regioni che i fitofarmaci sistemici IBE hanno un numero massimo di impieghi per anno.
Qualcuno sa rispondere a queste due domande?
1. Quando leggo:"limite per gli IBE 4 trattamenti/anno" significa complessivamente non più di 4 trattamenti anche intervallando diversi principi attivi, oppure 4 per ogni principio attivo IBE che uso?
2. Il motivo principale di queste limitazioni mi pare sia di evitare la perdita di efficacia del principio attivo dovuta alla "assuefazione" del fungo.
E' solo questo il motivo oppure si tratta che, pur rispettando i tempi di carenza, si rischia di superare i limiti di residuo nel frutto che sono consentiti per legge?

Grazie

Salve,
il numero massimo di trattamenti all'anno raccomandato per gli IBE è da intendersi riferito alle sostanze attive che agiscono inibendo la biosintesi dell'ergosterolo e quindi alle molecole appartenenti ai seguenti gruppi chimici: imidazoli, morfoline, piperazine, pirimidine e triazoli.

Tale limitazione non è correlata all'accumulo di residui sul prodotto edule, ma è volta unicamente ad evitare l'insorgenza di ceppi di crittogame resistenti e quindi più difficili da controllare nel tempo.

A presto.

Igor Fitogest

rispondi

RE: Impiego di fitofarmaci sistemici IBE

Scritto venerdì 27 marzo 2009 - 18:11

IgorSportelli wrote:

m.zana wrote:
Leggo nei disciplinari delle varie regioni che i fitofarmaci sistemici IBE hanno un numero massimo di impieghi per anno.
Qualcuno sa rispondere a queste due domnde?
1. Quando leggo: "limite per gli IBE 4 trattamenti/anno" significa complessivamente non più di 4 trattamenti anche intervallando diversi principi attivi, oppure 4 per ogni principio attivo IBE che uso?
2. Il motivo principale di queste limitazioni mi pare sia di evitare la perdita di efficacia del principio attivo dovuta alla "assuefazione" del fungo.
E' solo questo il motivo oppure si tratta che, pur rispettando i tempi di carenza, si rischia di superare i limiti di residuo nel frutto che sono consentiti per legge?

Grazie

Salve,
il numero massimo di trattamenti all'anno raccomandato per gli IBE è da intendersi riferito alle sostanze attive che agiscono inibendo la biosintesi dell'ergosterolo e quindi alle molecole appartenenti ai seguenti gruppi chimici: imidazoli, morfoline, piperazine, pirimidine e triazoli.

Tale limitazione non è correlata all'accumulo di residui sul prodotto edule, ma è volta unicamente ad evitare l'insorgenza di ceppi di crittogame resistenti e quindi più difficili da controllare nel tempo.

A presto.

Igor Fitogest

OK per l'accumulo.
Scusa la insistenza è importante per me capire fino in fondo: riguardo il numero di trattamenti, essendo la limitazione finalizzata ad evitare resistenza alla sostanza attiva, devo intendere che posso usare 4 trattamenti per ogni sostanza attiva IBE che impiego. Vero?

Grazie per la pazienza


grazie

rispondi

RE: Impiego di fitofarmaci sistemici IBE

Scritto lunedì 30 marzo 2009 - 07:50

m.zana wrote:

IgorSportelli wrote:
m.zana wrote:
Leggo nei disciplinari delle varie regioni che i fitofarmaci sistemici IBE hanno un numero massimo di impieghi per anno.
Qualcuno sa rispondere queste due domande?
1. Quando leggo: "limite per gli IBE 4 trattamenti/anno" significa complessivamente non più di 4 trattamenti anche intervallando diversi principi attivi, oppure 4 per ogni principio attivo IBE che uso?
2. Il motivo principale di queste limitazioni mi pare sia di evitare la perdita di efficacia del principio attivo dovuta alla "assuefazione" del fungo.
E' solo questo il motivo oppure si tratta che, pur rispettando i tempi di carenza, si rischia di superare i limiti di residuo nel frutto che sono consentiti per legge?

Grazie

Salve,
il numero massimo di trattamenti all'anno raccomandato per gli IBE è da intendersi riferito alle sostanze attive che agiscono inibendo la biosintesi dell'ergosterolo e quindi alle molecole appartenenti ai seguenti gruppi chimici: imidazoli, morfoline, piperazine, pirimidine e triazoli.

Tale limitazione non è correlata all'accumulo di residui sul prodotto edule, ma è volta unicamente ad evitare l'insorgenza di ceppi di crittogame resistenti e quindi più difficili da controllare nel tempo.

A presto.

Igor Fitogest

OK per l'accumulo.
Scusa la insistenza è importante per me capire fino in fondo: riguardo il numero di trattamenti, essendo la limitazione finalizzata ad evitare resistenza alla sostanza attiva, devo intendere che posso usare 4 trattamenti per ogni sostanza attiva IBE che impiego. Vero?

Grazie per la pazienza

Ciao M.zana,
devi intendere 4 trattamenti con sostanze attive IBE, qualsiasi esse siano, e non 4 trattamenti per ogni sostanza attiva IBE!

Ciao

Igor Fitogest

rispondi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner