Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Mostra nazionale della Bufala mediterranea italiana: i campioni

Tra i tori si è imposto l'allevamento Del Grosso M.&L., per le manze l'allevamento Di Masi Giovanni e per le bufale la Fattoria di Nonna Vincenza

Giovanni De Luca di Giovanni De Luca

campioni-assoluti-del-ring-della-decima-mostra-nazionale-della-bufala-mediterranea-italiana-2017-fonte-gianni-de-luca-allevatori-top.jpg

I campioni assoluti del ring della decima mostra nazionale della Bufala mediterranea italiana
Fonte foto: © Allevatori Top

La bufala è cambiata, ma non tutti se ne sono accorti. E' il risultato di un lavoro lungo e non sempre facile che gli allevatori italiani e Anasb (l'associazione che detiene il libro genealogico della specie bufalina) hanno portato avanti in questi anni.

Oggi avere bufale al primo parto con produzioni di 24 chilogrammi di latte non è più un miraggio, ma realtà, un dato che sino poco tempo fa sarebbe stato liquidato come pura fantascienza.

E vedere nel ring della Fiera agricola di San Marco Evangelista (Ce) sfilare il meglio della selezione tricolore, riunito in Campania per la decima mostra nazionale della Bufala mediterranea italiana è la miglior risposta agli scettici. Una settantina i capi presenti, provenienti da una dozzina di stalle, molte delle quali storiche protagoniste della genetica bufalina moderna.

Ricordiamo solo i campioni assoluti, invitando gli interessati a consultare il seguente sito per le classifiche complete. Fra i tori si è imposto l'allevamento Del Grosso M.&L. di Eboli (Sa), con un soggetto di quasi sette anni che ha conquistato la giuria. Riserva assoluta La Fattoria di Nonna Vincenza di Vitulazio (Ce).

Per quanto riguarda le manze, la campionessa assoluta viene dall'allevamento Di Masi Giovanni di Altavilla Silentina (Sa), riserva l'allevamento Del Grosso M. & L. e menzione d'onore per l'agricola Circe - Panici di Pontinia (Lt).

Nelle bufale la campionessa assoluta è della Fattoria di Nonna Vincenza, mentre la riserva è dell'allevamento Negus di Tommaso Lanna di Pignataro Maggiore (Ce), menzione d'onore per l'azienda agricola Letizia di Pietramelara (Ce).

Produttive e longeve, come questa bufala di dodici anni

Senz'altro una delle nazionali più belle di sempre sotto il profilo del livello morfologico degli animali e per la cura con la quale i soggetti sono stati tolettati prima di entrare nel ring. Il tutto sotto l'occhio vigile del giudice Chiara Caso e della sua vice Concettina Fezza, perché Anasb ha sempre dato spazio alle donne (difficilissimo trovare giudici donne nel mondo zootecnico) riuscendo a formare nuove generazioni di esperti, in linea con il futuro della selezione bufalina, come ricordato dal direttore Anasb Angelo Coletta e dallo speaker della manifestazione Massimo Neri.

Al servizio di una filiera, quella della mozzarella di bufala, che vede l'Italia unica e vera protagonista del mercato mondiale. Un tesoro da proteggere e valorizzare.

L'allevamento è la tua vita?

L'indirizzo giusto è questo: www.agronotizie.it/allevatoritop
Scarica un estratto, ricevi i primi tre numeri gratis
e contatta lo staff della nuova rivista Allevatori Top

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: fiere premi

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 23 novembre a 133.765 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy