Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Kubota: e full line sia!

È partita la fase due del programma di lancio delle attrezzature "Orange" iniziata ad Eima e oggi con un'offerta ancora più ampia

Michela Lugli di Michela Lugli

Info aziende
full-line-kubota-in-campoluglio-2017.jpg

Erpice a dischi CD2300 in combinazione con il coltivatore CU3300 Autoreset Kubota
Fonte foto: Agronotizie

È partita sotto il sole di luglio la seconda tappa del programma di implementazione dell'offerta di attrezzature a marchio Kubota.
La fase uno, avviata ad Eima 2016, aveva introdotto nel portafogli Kubota le attrezzature per la semina, la concimazione e il pacchetto fienagione; la nuova fase apre le porte dei concessionari del brand giapponese anche alle macchine per la lavorazione del terreno e ci prepara alla terza e ultima tranche prevista ad inizio 2018, quando si parlerà di precision farming.
 
Alcune macchine da fienagione e semina a marchio Kubota in campo al Field Day 2017

Presente la rete concessionari che, assicurano, rimarrà distinta dalla rete del marchio gemello Kverneland, anche se potrà avvalersi dell'esperienza dei product specialist "in rosso".
"L'impegno che chiediamo ai concessionari Kubota di gestire un'offerta full trattori e attrezzature - ha chiarito Eleonora Benassi, amministratrice delegata di Kverneland Group Italia - è funzionale al mercato sempre più global sul quale ci troviamo ad operare".

La strategia scelta dal Gruppo prevede un matching tra attrezzature e trattori, ovvero il pacchetto prodotto destinato alla rete "Orange" sarà limitato alle macchine compatibili con il range di potenza dei trattori che arriva a 170 cavalli.
 
Spandiconcime brandizzati Kubota e, sullo sfondo, i trattori del brand giapponese
 

Una gamma sempre più full

Sotto la guida di Sandro Battini - direttore commerciale di Kverneland Group Italia, che da perfetto direttore d'orchestra ha presentato alla rete di concessionari la gamma di attrezzature ora disponibili per i clienti - sono state illustrate alcune delle ventotto macchine presenti. Particolare attenzione è stata data ai tre cantieri allestiti: lavorazione tradizionale, minima lavorazione e crop care.

Guarda il video dei cantieri in campo al Kubota Field Day 2017
 

Lavorazione tradizionale: la semplicità che fa la differenza 

Primo a scendere in campo, l'aratro RM2000 è parte della serie RM lanciata sul mercato tre anni fa (nell'omologa livrea rossa) anche nelle versioni RM2000V dotata di sistema Variomat per una facile regolazione della larghezza di lavoro e RM2005 con sistema di protezione NON-Stop utile nei terreni sassosi.
 
  
Aratro RM 2000 Kubota in abbinamento al trattore M 7171 Premium KVT

Adatti a trattori fino a 150 cavalli, questi aratri contengono diversi brevetti: si parte dal versoio che, con profondità di lavoro di 30 centimetri, anche con gommature di grandi dimensioni (da 520 fino a 710) garantisce un solco pulito per passare alle ancore tubolari derivate direttamente dai coltivatori CU e garantite a vita. Queste speciali ancore, non essendo "piene", permettono di ridurre sensibilmente il peso dell'attrezzo e di conseguenza, oltre a richiedere minore capacità di sollevamento al trattore, permettono l'uso di potenze più basse.
 
   
Aratro RM 2000 Kubota

La testata anteriore è attaccata al telaio tramite un parallelogramma e non tramite perno per mantenere costante la perpendicolarità delle punte alle ruote del trattore evitando che quest'ultimo venga spostato in fase di aratura verso la terra arata.

La serie RM, dal quadrivomere in su, è dotata di un sistema di ribaltamento bilanciato che porta la macchina al centro prima di ribaltare l'attrezzo.
Gli avanvomeri dispongono di una regolazione a tacche e, in occasione della prossima Agritechnica, verrà introdotta la regolazione centralizzata a mezzo di una semplice leva.

Sempre parte del primo cantiere, la combinata formata dalla seminatrice pneumatica SD 1300M e dall'erpice rotante a disco PH 2301.
 
Seminatrice pneumatica SD 1300M in combinata con l'erpice rotante a disco PH 2301 

Parte della Serie SD 1000 Mounted da 2,5 a 3 metri di larghezza, questa seminatrice estremamente compatta e leggera richiede bassissime potenze di lavoro (75 cavalli) e può essere utilizzata con tutti i tipi di seme, fatta eccezione per il mais.
 
Falcione CX-II

Il disco in acciaio del falcione CX-II si mantiene costantemente pulito grazie all'azione di un secondo disco in plastica flessibile.
I due dischi di diverso diametro e decentrati uno rispetto all’altro girano a velocità differenti mantenendosi però perfettamente a pari nella parte inferiore così da garantire un solco preciso per la deposizione del seme, posizionato esattamente al centro del diametro del disco.

La pressione singola del falcione di 35 chilogrammi è regolabile a mezzo di una molla pretensionata, ma si ha anche la possibilità di regolare tutta la fila contemporaneamente. 

Semplice da sganciare, questa seminatrice può disporre di trasmissione idraulica e, grazie al triangolo universale di accoppiamento, si abbina a tutti gli erpici rotanti Kubota o di altri brand (questo non vale per le altre seminatrici in gamma che si abbinano solo ad erpici Kubota).
Il parallelogramma a quattro punti assicura una regolazione ideale dell'erpice e della barra di semina che si alza indipendentemente dall'erpice, mantenendosi sempre parallela al terreno per una profondità di semina costante anche su terreni irregolari.
 
Rullo Packer Shark dell'erpice PH2301

Della Serie PH2001 l'erpice PH2301, ideale per aziende di medie dimensioni, richiede potenze fino a 170 cavalli.
In campo, il nuovo rullo Packer Shark con dentini che ricordano pinne di squalo, è stato alleggerito rispetto a un normale rullo Packer della dimensione montata sul cantiere di 110 chilogrammi andando a pareggiare, in quanto a peso, un rullo gabbia. Utilizzabile direttamente su sodo, questo erpice dispone di sistema quick-fit di sgancio rapido - senza utensili - dei denti fissati con sistema a spina. 
 

Minima lavorazione: una risposta a ogni esigenza

In campo per questo cantiere, l'erpice e disco compatto CD 2300 a regolazione idraulica e il coltivatore CU 3300 Autoreset.
 
Erpice e disco compatto CD 2300 a regolazione idraulica 

Caratteristica dell'erpice è l'angolazione di penetrazione nel terreno mantenuta costante dalla speciale conformazione conica dei dischi anche quando usurati. Ampia la disponibilità di rulli.
 
Coltivatore CU 3300 Kubota
 
La Serie CU3000 di coltivatori Kubota offre, in funzione delle singole esigenze, la versione 3000 a tre file di denti su quattro metri di lunghezza di lavoro, ideale per la semina o in caso di abbondanti residui, oppure quella da 3 metri di lavoro nella versione 2000 con due file di denti, adatta se si dispone di minori potenze di traino.
Nella versione da tre file di denti, una di queste può essere sostituita da una dischiera anteriore.
 

Crop Care, concimazione e diserbo

Pensata per la semplicità di utilizzo, la gamma XMS di botti da diserbo portate Kubota si articola nelle versioni XMS1 e XMS2 disponibili rispettivamente in tre modelli da 800-1000 e 1200 litri e in quattro modelli da 1000- 1300-1600 e 1800 litri, in tutti i casi con due tipologie di barre HOSA in allumino e HC in acciaio. 
 
   
Botti da diserbo portate XMS112 HOSA 15 FMC e XMS213 HC 18 FMA Kubota
  
Parte della Serie 1, la XMS112 HOSA 15 FMC presente in campo si caratterizza per basso peso e grande compattezza. Gestibile completamente dal trattore, pur non essendo Isobus e quindi non avendo la possibilità di gestire la dose variabile, dispone di un pacchetto elettronico che consente la gestione in automatico delle sezioni.
La presenza del monitor FMC - Flowmate Control permette la gestione delle funzioni di barra e di volumetria altrimenti controllabili da un sensore a ruota.
 
Botte da diserbo portata Kubota XMS112 HOSA 15 FMC

In campo per la Serie XMSII disponibile in versione Isobus, il modello XMS213 HC 18 FMA con barra in acciaio da 18 metri a geometria variabile per gestire l'apertura e la chiusura delle varie sezioni in modo indipendente. L'ingombro delle barre chiuse è di 2,5 metri.
 
Botte da diserbo Kubota XMS213 HC 18 FMA

Questa serie prevede la possibilità di utilizzare un serbatoio frontale XFT grazie al quale si possono raggiungere i tremila litri di capienza totale e la gestione di due prodotti contemporaneamente.
Il sistema iXcelan con un semplice pulsante avvia la pulizia automatica di tutto l'impianto.

Completa il cantiere lo spandiconcime DSM W GEOspread con tramoggia da 1100 a 2mila litri e ingombro di 2,2 metri.
  
Spandiconcime a disco DSM-W GEOspread Kubota
 

E' dotato di sistema TrimFlow per la copertura della distribuzione a bordo campo dove, non potendo effettuare il doppio passaggio, tutto il prodotto viene scaricato al primo passaggio.

Con copertura di spandimento di 30 metri, questo spandiconcime gestisce 14 sezioni da 2 metri ciascuna grazie alla presenza delle precamere e di due attuatori montati su ogni disco.
Il concime dai serbatoi cade in una precamera (RotaFlow) dove viene fatto ruotare per essere rilasciato sul disco così da evitare che la pala lo danneggi. Il prodotto assume grande accelerazione, ma evita la frammentazione dei granuli. La serie DSM W è Isobus compatibile di serie.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 23 novembre a 133.765 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy